Energia geotermica: si sperimenta un nuova tecnologia sul Newberry Volcano

 Il Dipartimento dell'Energia degli Stati Uniti, sta aiutando AltaRock Energy nello stato di Washington, partecipando con 21,5 milioni dollari ad un progetto geotermico con una nuova tecnologia chiamata Enhanced Geothermal Systems (EGS), che non richiede naturali convettivi risorse idrotermali. EGS sfrutta il calore, facendo crescere l'energia geotermica da una piccola nicchia in una fonte importante di energia verde.

Il calore della crosta terrestre è stato utilizzato per generare energia per oltre un secolo. Ingegneri raccolgono l'acqua calda o il vapore che bolle in prossimità della superficie e lo usano per far girare una turbina che genera energia elettrica.

Partecipano al progetto, che si tiene presso il Newberry Volcano, nello Stato dell'Oregon, anche investitori privati, tra i quali il gigante di Mountain View Google con 6,3 milioni di dollari.  

Il piano degli sviluppatori di energia geotermica è quello di pompare 91 milioni di litri d'acqua, lavorando questa estate sui fianchi del vulcano spento, per dimostrare che la nuova tecnologia, sulla quale fanno grande affidamento, possa dare una spinta ad un settore di energia verde che non è ancora all'altezza delle sue promesse.

"Per costruire geotermia in grande stile al di là di dove è ora è necessaria una nuova tecnologia, ed è qui che entra in campo EGS," ha affermato Steve Hickman, un geofisico di ricerca dell'US Geological Survey di Menlo Park, California. Pozzi perforati in profondità nella roccia e l'acqua viene pompata, creando piccole fratture nella roccia, in un processo noto come hydroshearing. L'acqua fredda viene pompata nei pozzi di produzione nel serbatoio, e il vapore è tirato fuori.

Nel malaugurato caso di un qualsiasi significativo cenno a un terremoto, il Dipartimento dell'Energia degli Stati Uniti  farà chiudere almeno temporaneamente il sito. L'agenzia sta inoltre monitorando altri progetti EGS esistenti nei campi geotermici in California, Nevada e Idaho.

I geologi ritengono che il Newberry Volcano un tempo doveva essere una delle più alte vette delle Cascades mountain, raggiungendo un'altezza di oltre 3000 metri e un diametro di 20 miglia. Eruttava dalla sua sommità prima dell'ultima era glaciale, lasciando una caldera costellata di imponenti colate laviche, due laghi, e 400 coni di cenere, alcuni a circa 400 metri di altezza.

Immagine: rvfor5.blogspot.com

Post in evidenza

Le 10 più terribili catastrofi naturali della storia

Se non interveniamo, il clima che verrà ci creerà una montagna di guai

Antartide: si profila una lotta epica nella caccia alle balene

Granny, l'orca secolare e suoi 100 giri del mondo

C'era una volta il Polo Nord

Idrogeno, la realtà della prossima generazione

L'ultimo oceano: il regno del pinguino

Qatargas, la mossa strategica sul gas liquefatto

Il riscaldamento globale nell'immaginario collettivo

Land grabbing senza pietà tra le tribù indigene del Borneo