Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2012

Artico: in vista d'una estate affollata si muove in forze la Guardia Costiera degli Stati Uniti

Immagine
Con uno sforzo senza precedenti, in vista dell'arrivo della Shell Oil Co. 's nei mari di Beaufort e di Chukchi al largo della costa dell'Alaska, la guardia costiera degli Stati Uniti aumenterà la sua presenza nell'Artico questa estate, con un pattugliamento che per la prima volta sarà effettuato in una nuova frontiera marina dove il ghiaccio si sta sciogliendo e il traffico navale oceanico è in aumento.

La Guardia Costiera includerà anche una squadra di soccorso dai Grandi Laghi e lavorerà a stretto contatto  con le comunità rurali dell'Alaska, e avrà a disposizione due grandi vascelli che osserveranno ciò che succede nell'Oceano Artico.

La Shell Oil Co prevede di portare 33 navi e 500 persone sul luogo, con altre circa 250 persone che faranno la spola settimanale con la  piattaforme di perforazione  con gli  in elicotteri.

La Shell, che è in attesa dell'approvazione di regolamentazione per i suoi piani,  ha detto che spera di perforare fino a tre pozzi per c…

Giornata internazionale dell'orso polare: la promessa non mantenuta di Obama

Immagine
Ieri il mondo ha celebrato la Giornata Internazionale del Polar Bear, momento in cui un simpatico cucciolo di orso polare danese di nome Siku ha fatto il suo debutto mondiale come piccolo ambasciatore dei suoi cugini selvatici.

Il desiderio di Siku è quello di ridurre le emissioni di anidride carbonica. Ma questa sua aspirazione rischia di rimanere elusa, visto che la Shell, la potente multinazionale petrolifera, mira ad affondare le sue trivelle nell'incontaminato Oceano Artico già da questa estate - accelerando in tal modo il riscaldamento globale e aprendo la fragile casa di orsi polari, trichechi, foche e comunità indigene per nuove esplorazioni alla ricerca di idrocarburi.

Nel rispetto della Giornata Internazionale della Polar Bear, “gli orsi polari„ stanno visitando oggi le stazioni Shell da Anchorage a San Francisco a Washington, DC  per dire no al pericoloso programma della  compagnia petrolifera anglo-olandese.
"Quasi ogni animale artico è a rischio di estinzione per c…

Mediterraneo: il giacimento di gas che fa tremare il mondo

Immagine
Sembra che l'ostilità che intercorre tra il Primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ed Obama abbia delle ragioni risalenti al luglio del 2011, quando Israele si stava preparando a presentare alle Nazioni Unite una sua proposta riguardo la ratifica della Convenzione del 1982 sul diritto dei mari del mondo, che contempla i diritti minerari sottomarini, mai ratificato né da Israele ma neppure dagli Stati Uniti.

Allo stesso tempo, Frederick Hof, il diplomatico statunitense responsabile per gli affari speciali per quanto riguarda la Siria e il Libano, ha detto in Libano, che l'amministrazione Obama aveva approvato il documento libanese.

Questo si è aggiunto alle crescenti tensioni segnalate dallo scoppio della Primavera araba tra il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu e Obama.

Il giacimento di gas è stato scoperto nel mese di ottobre 2010 e Israele ha dichiarato la sua zona economica esclusiva (ZEE).

Benefici, minacce e soluzioni per i nostri oceani

Immagine
Gli oceani portano la maggior parte del commercio mondiale, sono una fonte importante di cibo e di occupazione e contribuiscono a regolare il clima del pianeta, ma sono minacciati da inquinamento, pesca eccessiva e riscaldamento globale.

I governi e i commerci sono sempre più consapevoli del valore degli oceani, ma stanno lottando per affrontare le molte minacce che mettono in pericolo i mari intorno al globo. Per affrontare la questione la Banca Mondiale sta studiando una nuova alleanza globale.

Di seguito sono riportati alcuni fatti circa gli oceani del mondo, le minacce che devono affrontare e alcune delle soluzioni emergenti.

BENEFICI

Per il World Economic Forum (WEF) gli oceani sono il bene più prezioso della Terra, e il loro "capitale naturale" è enorme, contribuendo con 70 miliardi di dollari annuali al PIL globale. Il valore degli oceani fornisce servizi ecosistemici pari a 38 miliardi di dollari all'anno. Ad esempio, l'80% del nostro ossigeno viene dagli ocea…

La difficile via del Trattato sulle armi presso l'ONU

Immagine
Every gun that is made, every warship launched, every rocket fired signifies, in the final sense, a theft from those who hunger and are not fed, those who are cold and are not clothed. The world in arms is not spending money alone. It is spending the sweat of its laborers, the genius of its scientists, the hopes of its children… This is not a way of life at all, in any true sense. Under the cloud of threatening war, it is humanity hanging from a cross of iron.

Former U.S. President, Dwight D. Eisenhower, in a speech on April 16, 1953

Ogni pistola che si fa, ogni nave da guerra varata, ogni razzo sparato significa, in senso finale, un furto verso coloro che hanno fame e non sono nutriti, coloro che sono al freddo e non sono vestiti. Il mondo in armi non sta spendendo il denaro da solo. Esso sta spendendo il sudore dei suoi operai, il genio dei suoi scienziati, le speranze dei suoi figli ... Questo non è un modo di vita di tutti, in senso vero. Sotto la nube minacciosa della guerra, l'…

Gazprom: nuovi gasdotti per l'Europa

Immagine
Mosca e Parigi potrebbero lanciare un progetto per costruire nuovi gasdotti dalla Russia in Europa per soddisfare la crescente domanda da parte degli Stati dell'UE.

"Le parti hanno raggiunto un accordo sulla necessità di costruire nuove capacità di trasporto dirette di gas dalla Russia verso l'Europa per soddisfare la crescente domanda dei consumatori europei verso il gas naturale russo", ha comunicato Gazprom.

Di fronte alle condizioni meteorologiche avverse, alcuni Stati membri dell'UE si lamentavano a fine gennaio e inizio febbraio che stavano ricevendo meno gas del previsto dalla Russia, però, Gazprom, che fornisce un quarto delle importazioni europee di gas, ha detto che stava trasportando tanto gas quanto contemplato dai contratti in corso.

Le due parti hanno impedito una crisi negli approvvigionamenti di gas e le consegne del combustibile blu sono tornati ai volumi contrattuali dopo una settimana o due.


Nel 2011, la Francia, il terzo più grande consumatore…

Isole Barbados: la risposta all'innalzamento del livello del mare

Immagine
Come la maggior parte dei suoi vicini nei Caraibi di lingua inglese, la principale risorsa economica delle Barbados è la sua zona costiera. Non è quindi una sorpresa che l'instabilità costiera a causa dei cambiamenti climatici e un aumento della frequenza delle catastrofi abbia catturato l'attenzione dei funzionari della piccola isola, dove spiagge di sabbia, barriere coralline e di altri ecosistemi costieri distribuiti lungo 97 km di litorale e un clima caldo tropicale creano le condizioni ottimali per l'industria del turismo.

La zona costiera è centrale anche per la vita sociale e ricreativa della popolazione dell'isola, che attira più di un milione di persone per le sue spiagge ogni anno.

Ma funzionari ambientali e governativi dicono che il cambiamento climatico sta influenzando ed ha il potenziale per modificare gravemente il Paese, modificando la frequenza e la gravità degli attuali pericoli costieri, assieme ai nuovi pericoli quali l'aumento del livello del m…

La spazzatura dello tsunami giapponese viaggia verso la California

Immagine
Il risultato di ciò che ha causato il terremoto in Giappone di 11 mesi fa, si sta lentamente muovendo verso la California. Tutto quello che abbiamo visto nelle immagini in televisione, cioè case spazzate via dallo tsunami assieme a ponti, alberi, suppellettili e oggetti vari, stimato in 25 milioni di tonnellate di spazzatura si sta muovendo attraverso l'Oceano Pacifico in direzione della California.


L'immane spazzatura non va di fretta, sta facendo un giro lento. Si pensa possa giungere sulle coste californiane non prima del 2014. Questo secondo quanto afferma l'oceanografo Curtis Ebbesmeyer. La spazzatura che lo tsunami ha riversato in mare sta viaggiando a circa 7 mph; ma se un buon vento la colpisce, potrebbe viaggiare fino a 20 mph.


Tutto quello che si muove nelle acque non rappresenta solo un mucchio di spazzatura, ma vi sono i resti della vita di tante persone. Persone reali che vivevano nelle case e guidavano le vetture che ora galleggiano nel mare. E come si può di…

Geopolitica: la chimera del Trans-Afghanistan project

Immagine
Quando Michael Moore nel suo film del 2004 "Fahrenheit 9/11" affermò  che la motivazione degli Stati Uniti per la guerra in Afghanistan non si trovava negli attacchi al World Trade Center e al Pentagono, ma nel desiderio di costruire un gasdotto che va dal Caspio, attraverso l'Afghanistan al Pakistan, forse non aveva tutti i torti.

Moore sottolineò che i dirigenti della società americana Unocal avevano incontrato una delegazione di leader talebani nel 1997 per discutere della pipeline, prima che un contratto nelle perforazioni del Caspio fu assegnato a Dick Cheney-led Halliburton.

A seguito di una verifica dei fatti vien fuori che Unocal si ritirò dal progetto dopo gli attacchi di Al Qaeda nelle ambasciate del Kenya e della Tanzania del 1998, e senza dubbio con grande delusione di Moore, nessuna azienda americana è stata coinvolta in tutte le proposte della pipeline in Afghanistan nei dieci anni successivi all'11 settembre.

Tuttavia, come affermò Moore, l'idea di…

Great Pacific Garbage Patch: scene da un mondo alieno

Immagine
I soggetti delle fotografie di Mandy Barker che sembrano creature di un altro mondo sono in realtà molto più banali.

Si tratta, infatti di reti da pesca abbandonate, bottiglie per detergenti liquido, bottiglie di plastica, spazzolini da denti, tubetti di dentifricio, una enorme zuppa di detriti di plastica sospesi in acqua sotto la superficie del Great Pacific Garbage Patch, la più grande discarica del mondo di plastica che galleggia nell'Oceano Pacifico, che ha dimensioni inimmaginabili.

Detriti che nell'insieme creano queste strane scene aliene. Ma anche se gli oggetti in questa foto non sono vivi, sono ancora pericolosi.
La plastica si disintegra nel mare in piccolissimi frammenti, alcuni dei quali raggiungono dimensioni di singole molecole che finiscono inevitabilmente nello stomaco dei pesci e conseguentemente nella catena alimentare.

Ovunque la spazzatura viaggia uccide la vita dell'oceano.

Altre immaginiQUI su io9.com


Auspicandomi che mi venga concesso il permesso di ave…

Gran Bretagna, la patria dei grandi parchi eolici off-shore

Immagine
Il Regno Unito ha aggiunto una grossa fetta di energia eolica off-shore al suo già notevole portafoglio da quando il suo Walney wind farm nel Mare d'Irlanda, al largo della costa di Cumbria, è andato online questa settimana. 


L'azienda dispone di 102 turbine Siemens, ciascuna con una capacità di 3,6 MW, per una capacità complessiva di 367 megawatt, che danno al Regno Unito un totale di oltre 1,5 gigawatt di potenza installata in mare aperto.

Per costruire l'intera struttura del parco eolico sono stati spesi oltre 1,58 miliardi di dollari.  
Walney wind farm è una joint venture tra DONG Energy, (50,1%), SSE (25,1%) e OPW (24,8%). DONG Energy detiene circa il 30 per cento di tutta la potenza eolica offshore in Europa.

Walney wind farm è stato realizzato in un modo innovativo nel suo finanziamento, essendo il primo parco eolico off-shore del Regno Unito a ricevere investimenti da un consorzio olandese di fondi pensione, OPW, e dal fondo azionario Ampere Equity Fund  (OPW), che ha…

Neve, gelo e vento schiaffeggiano l'Italia

Immagine
Così, per la giornata di oggi, che per il nostro Paese dovrebbe essere "la madre di tutte le nevicate" (Roma in particolare) tutto si è fermato. Questo è sintomatico di un Paese poco abituato ad un clima del genere, che mette in evidenza la fragilità di tutto il sistema Italia.

Ecco allora la Buriana, la classica bufera di neve portata dal gelido vento di Nord-Est proveniente dalla lontana Siberia, il "Burian" appunto, responsabile del vortice gelido e bianco cui il nostro Paese è coinvolto da giorni. Una caduta di aria fredda che viene dalla Siberia e che di solito spira verso la Cina,  ma che in questo caso si dirige verso ovest perchè c'è un ponte molto grande di alte pressioni. Così, l'alta pressione delle Azzorre e l'alta pressione siberiana s'incontrano, si fondono insieme facendo si che la bassa pressione passa sotto le Alpi, ed ecco servite le nevicate.

Un altro fenomeno legato alle tempeste di neve è il blizzard , il vento siberiano che sof…

Maldive: un ex presidente con gli attributi

Immagine
Lo vanno a prendere dentro un negozio, lo stanano nel retrobottega, dopo che Un tribunale penale ha emesso mandati d'arresto per lui e il suo ex ministro della difesa, ma le accuse contro di loro sono poco chiare, ha detto un alto funzionario delle Maldive del Democratic Party (MDP).

Quello che fino a qualche giorno fa aveva ricoperto il ruolo di Presidente, il primo ad essere eletto democraticamente  alle Maldive, diventato famoso per il consiglio dei ministri tenuto sott'acqua per lanciare l'allarme sull'innalzamento del livello del mare in quest'arcipelago, finisce così, spintonato in strada dagli agenti.

Per fortuna la moglie e i figli di Mohamed Nasheed si sarebbero già rifugiati nello Sri Lanka.

L'ex presidente dell'arcipelago dell'Oceano Indiano delle Maldive attendeva gli arresti nella sua casa da giovedi, giurando di rimanere e combattere contro il governo che lo ha spodestato con un colpo di stato, con la connivenza della polizia e dei militar…

Gazprom, il lupo vestito di verde

Immagine
Il 29 novembre 2011, il consiglio di amministrazione di Gazprom rilascia una insolita dichiarazione circa la preoccupazione del fatto che "la produzione di gas shale è associata a significativi rischi ambientali, in particolare al rischio di contaminazione delle acque superficiali e sotterranee con i prodotti chimici applicati nel processo di produzione. Questo fatto ha già provocato il divieto di sviluppo e produzione di gas shale in Francia. " Questa è una conferma delle dichiarazioni rese dal presidente della compagnia, Alexander Medvedev nel 2010.


Come mai Gazprom è l'unica azienda di gas al mondo che ufficialmente è contro lo sviluppo di gas shale


Secondo alcuni osservatori, che si definiscono amanti delle teorie della cospirazione, questo fatto è alquanto inusuale e fa pensare che almeno una di queste teorie si sta avverando. Ciò è vero soprattutto con quelle che riguardano la Russia, quando l'uso dell'argomento ambientale viene predicato da certi pulpiti. 


Violato per la prima volta il fondo di un lago antartico

Immagine
Gli scienziati russi sono "molto, molto vicino" a raggiungere la superficie di un lago di acqua dolce a 2,3 miglia (3.768) metri sotto il ghiaccio antartico.

Sarebbe la prima volta che qualcuno è penetrato in un lago subglaciale del continente ghiacciato.

L'agenzia stampa russa RIA Novosti ha riferito oggi che il team ha infatti violato il lago Vostok.

L'ecologista John Priscu dello stato del Montana ha detto al National Geographic News che ci sono un sacco di voci in giro circa la penetrazione nel lago, ma c'è bisogno del programma russo per fare l'annuncio ufficiale.

Il lago Vostok è uno dei più grandi  laghi d'acqua dolce del mondo, ed è stato scoperto nel 1996.

Al 6 febbraio, la squadra si era addentrata nel lago ghiacciato ad una profondità di 5 - 10 metri.  Con l'estate antartica che si avvia velocemente alla conclusione, ora o per il prossimo anno, gli scienziati speranodi sondare per la prima volta il grande lago formatosi 25 milioni di anni fa.

Gas che scarseggia, clima sfavorevole, tanta politica e...

Immagine
Un febbraio così terribile dal punto di vista climatico non si vedeva da lungo tempo. Il gelo che sta colpendo gran parte dell'Europa sta avendo effetti devastanti sulla produzione di prodotti ortofrutticoli e sui rifornimenti energetici.

Sul rifornimento energetico in Italia è intanto scattato il piano d'emergenza del ministero dello sviluppo economico che per contenere la fortissima utilizzazione di gas che ha raggiunto i livelli massimi, prevede di mettere in esercizio le centrali elettriche ad olio combustibile, nonostante il consumo di gas è aumentato di circa il 40%, rispetto ad un anno fa. Per il momento le utenze domestiche saranno dispensate da questo provvedimento. Da giovedì, però, potranno staccare i distacchi  per alcune aziende con contratti di fornitura che prevedono queste eventualità in caso di emergenza,

Sono tre le grandi direttrici di rifornimento per il gas in Italia: il nord Europa, la Russia e il nord Africa.

La Russia ha però deciso di ridurre di circa …

Islanda, un'infinità di energia marina

Immagine
"L'Islanda potrebbe venti volte la sua produzione di energia"

E' quanto asserisce Valdimar Össurarson, che gestisce una società chiamata Valorka, la quale ha progettato una turbina elettrica marina con cui ha vinto il primo premio al Premio Internazionale degli Inventori del 2011.

La società spera che questa invenzione sia in grado di creare una fornitura costante ed affidabile di energia elettrica.

Secondo Valdimar è preoccupante come la ricerca abbia fatto poco riguardo il potenziale di energia del mare attorno all'Islanda.  La maggior parte delle ricerche marine in Islanda sembra riguardare più che altro  l'acquacoltura (allevamento dei pesci) e la costruzione del porto.

Tuttavia, aggiunge, c'è una quantità estremamente grande di energia sfruttabile nel mare che non è stata ancora considerata.  "Gli irlandesi hanno fatto una buona stima della quantità totale di energia che hanno. Credono che potrebbero generare 240 terawattora l'anno e se noi c…

Istmo di Tehuantapec: là dove il vento è sacro

Immagine
L'istmo di Tehuantapec, nel punto più stretto del Messico, è una potente galleria del vento di correnti d'aria frustate attraverso le montagne che separano gli oceani Pacifico e Atlantico.

Qui, sul lato del Pacifico, il vento che soffia quasi constantemente alla media di 19 miglia l'ora, modella ogni cosa, dalle lunghe spiagge di Laguna Superiore al cuore dei paesaggi appartenenti ai popoli indigeni.

"Il vento è "sacro in questo paese", dice il pescatore indigeno Huave Donaciano Victoria. "Crediamo che il vento da nord è come un uomo e il vento da sud è come una donna. E così non si deve mancare di rispetto al vento."

L'istmo di Tehuantapec è l'area con maggiore potenziale di energia eolica nel mondo. Gli sviluppatori del vento lo hanno conosciuto a partire dalla metà degli anni 90, quando in primi luogo hanno designato la terra come bersaglio per fattorie del vento. Oggi, la produzione eolica della regione è di circa 2.500 megawatt (abbas…

Nel mare di Tasmania le acque si riscaldano rapidamente

Immagine
La temperatura delle acque ad est della Tasmania sono in rapido aumento,  poichè l'aria balsamica portata dalle correnti marine dell'oceano si sta spostando verso i poli.
L'intero oceano si sta scaldando, ma in alcuni luoghi il caldo è più evidente che in altri. Un nuovo studio ha evidenziato che il mare di Tasmania, ad est dell'Australia, è uno dei punti più caldi tutti e cinque gli oceani (Oceano Indiano, Oceano Atlantico, Oceano Pacifico, Oceano Artico, Oceano Antartico).
Le temperature qui sono aumentate di 2ºC in questi ultimi 60 anni - tre volte il tasso medio del riscaldamento di tutti gli oceani. Il riscaldamento è stato innescato attraverso il rafforzamento dei sistemi del vento - a causa del cambiamento climatico - che hanno spinto le correnti oceaniche calde verso i poli, al di là dei loro confini conosciuti. L'aumento delle temperature potrebbero avere forti conseguenze non solo per vita marina, ma per la capacità dell'oceano di prendere calore e carb…