Elezioni americane: Mitt Romney e il global warming


A poche ore dalle elezioni negli Stati Uniti il candidato repubblicano Mitt Romney continua imperterrito nelle sue ormai proverbiali gaffes, prendendosela stavolta, dopo il drammatico passaggio dell'uragano Sandy, con gli effetti distruttivi del global warming.

Negli ultimi giorni prima del voto, due gruppi di attivisti ambientalisti, eseguono annunci televisivi basati sulle sprezzanti osservazioni di Romney sui cambiamenti climatici. Gli attivisti stanno seguendo il candidato in campagna elettorale, asfissiandolo in ogni dove con domande sui cambiamenti climatici.

I due nuovi annunci anti-Romney vedono il candidato repubblicano alle prese con osservazioni fuori luogo sull'innalzamento del livello del mare e sul riscaldamento globale con scene di devastazioni dopo il passaggio di Sandy.

"Io non sono in questa gara per rallentare l'ascesa degli oceani o per guarire il pianeta", dice un Romney dall'aspetto rilassato e divertito.

Gli attivisti hanno speso oltre 13 milioni di dollari per gli annunci  in queste elezioni. La maggior parte di essi erano attacchi ai candidati repubblicani alla Camera e al leader del Senato, che non accettano la scienza del clima.

La decisione di Michael Bloomberg di affrontare Romney e approvare Obama – per la sua attenzione sui cambiamenti climatici – ha inoltre concentrato l'attenzione sulla questione.

Mitt Romney nel corso di un convegno politico televisivo nazionale (che è stata rinviato dall'uragano) ha detto a proposito dell' aumento del livello dei mari: "I Never Imagined Such A Thing Is Funny" (non  avrei mai immaginato una cosa del genere è divertente).

Grazie alla devastazione causata dall'uragano Sandy, l'irriverente rifiuto del riscaldamento globale è diventata cattiva politica nel momento più inopportuno.


Già in passato, a Tampa, durante la campagna presidenziale del 2008, in questo video ormai storico, sempre a proposito dei cambiamenti climatici Romney, per sminuire l'idea di Obama di voler arrestare il cambiamento climatico, disse: "Il Presidente Obama ha promesso di cominciare a rallentare l'ascesa degli oceani" (pausa per ridere) "e guarire il pianeta". (pausa per più risate a quello stupido pianeta) "La mia promessa è aiutare voi e le vostre famiglie."

"Noi non possiamo rischiare di avere capi di Washington che chiudono un occhio alla minaccia del cambiamento climatico e l'impatto devastante che sta avendo," ha detto Gene Karpinski, Presidente della lega di conservazione elettori.


Le opinioni di Mitt Romney su ciò che pensa anche del riscaldamento globale (ne parla per un intero capitolo) sono contenute nel libro No Apology.

Immagine: frenchtribune.com