Earth Overshoot Day: dal 20 agosto ci stiamo indebititando per il futuro



Il 20 agosto é stato l'Earth Overshoot Day, il giorno in cui l'umanità ha esaurito ufficialmente il bilancio della natura per l'anno. Da questo giorno in avanti, il pianeta sarà gestita in deficit ecologico e si comincia ad andare 'a credito', consumando le risorse del futuro, utilizzando più risorse di quelle che il pianeta può produrre e che emettono più anidride carbonica che il pianeta può filtrare.

Questo il calcolo fatto dal gruppo del Global Footprint Network, che ammonisce: viviamo al di sopra delle nostre possibilità. La popolazione mondiale finisce le risorse naturali messe a disposizione dalla Terra molto prima della fine dell'anno.

Anche lo scorso anno, ricorda il Global Footprin, le risorse ecologiche si erano esaurite ad agosto, mentre nel 1993 era il 21 ottobre. A questi ritmi serviranno le risorse di due pianeti entro metà secolo.                        

Il debito è iniziato negli anni settanta quando l'impronta ecologica degli abitanti della Terra è più che triplicata anche se con un incidenza diversa per Paese. Più alto è il debito giapponese, seguito da Qatar e Svizzera. Virtuosi Paesi come Canada, Australia o  Brasile che riescono a produrre più di quanto consumano. In Italia l'impronta è quasi 4 volte oltre le biocapacità.

Immagine: www.bioregional.com/