Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2014

Lituania: finalmente ha il suo terminale di gas naturale liquefatto

Petrolio e gas sono il fondamento della economia mondiale. Senza questo tipo di energia qualsiasi Paese avrebbe grossi problemi a sopravvivere. L'Ucraina, che si trova in lista di attesa per entrare a far parte della Unione europea, si trova prigioniera della morsa russa. Perciò è obbligata ad accettare le condizioni che il potente vicino gli impone. Stavolta, l'aiuto della Unione europea, che si fa da garante verso Gazprom, in un confronto trilaterale tra Ucraina e Russia, dovrebbe concludersi in un accordo sulle forniture di gas temporanee all'Ucraina fino alla fine di marzo 2015, ma la situazione andrà affrontata certamente in altro modo, onde evitare che al prossimo giro la popolazione dell'Ucraina debba soffrire il gelo.

L'accordo, che include i termini di pagamento di oltre 5 miliardi di dollari che l'Ucraina deve alla Gazprom; è coordinato al prezzo di 385 dollari per 1.000 metri cubi di gas.
Ora, onde evitare una situazione analoga, la Lituaniadic…

Nuova tecnologia di energia delle onde della Marina statunitense

US Navy e Department of Energy ha dichiarato di voler spendere 10 milioni di dollari per testare nuove tecnologie di energia delle onde nelle acque profonde. I dispositivi rientrano in quello che è conosciuto come Marine and Hydrokinetic Technology (MHK), che converte l'energia delle onde, delle maree e delle correnti fluviali e oceaniche in elettricità pulita e rinnovabile utilizzabile anche nelle abitazioni e nelle aziende.

"Un totale di 10 milioni di dollari è stato reso disponibile per i test in acqua per raccogliere importanti prestazioni, l'affidabilità, e dati relativi ai costi da dispositivi innovativi di conversione dell'energia delle onde che si trovano nelle ultime fasi di sviluppo della tecnologia," ha dichiarato il DOE (Department of Energy ).


Ocean Energy USA metterà alla prova una distribuzione su larga scala della loro Ocean Energy Buoy. 

L'Ocean Energy Buoy funziona sfruttando l'energia dell'aria che viene compressa dalla natur…

Accordo sul clima nella Ue prima del vertice di Parigi nel 2015

Accordo fra i 28 Paesi Ue sugli obiettivi di lungo termine su clima e energia: taglio delle emissioni di gas serra del 40 per cento rispetto ai livelli del 1990, e una quota al 27% di energia pulita (da fonti rinnovabili) sulla produzione totale.

Gli Stati membri possono includere nel pacchetto di riduzione anche il trasporto su strada. I trasporti sono la seconda più grande fonte di emissioni di gas a effetto serra  in Europa, dopo il settore energetico, ed è anche la più rapida nella crescita. Portare le automobili nel sistema ETS ( Emissions Trading System) potrebbe ridurre i costi dell'industria automobilistica che per soddisfare la normativa esistente deve risolvere l'eccesso di offerta sul mercato del carbonio che ha spinto i prezzi delle quote di carbonio fino a circa 6 euro (7,64 dollari) per tonnellata da più di 30 euro a sei anni fa.

Al 27% è stato fissato anche il target per l'aumento, entro il 2030, dell'efficienza energetica a livello europeo. Sul fronte…

Africa: perchè i potenti del mondo arrivano sempre in ritardo?

E' l'Africa il problema del mondo. Se non si risolve una volta per tutte il problema africano ci saranno sempre grosse complicazioni a livello internazionale. Risolviamo il problema Africa e vivremo tutti più tranquilli.

Tutti abbiamo visto come la Siria, nell'arco di soli tre anni, è diventata un quadro vivente della più grande tragedia umanitaria del nostro tempo. Scontri tra ribelli, attacchi chimici, crisi di rifugiati e dispotismo nel paese colpito dalla guerra civile sono fatti che sono stati ben documentati dai mass media. Eppure, il mondo non è stato in grado di fare qualcosa di significativo per aiutare la  popolazione colpita. Gran parte di essa ora vaga per le strade e le baraccopoli delle nazioni confinanti per necessità di cibo, acqua e vestiti.  Poi, si è lasciato crescere indisturbato la Stato islamico dell'Isis, che ora sta seminando terrore coi suoi lupi solitari anche fuori dai confini nei quali sta operando.  La nostra inclinazione naturale è di…

Traffico illegale di animali selvatici: la vergogna dell'uomo (idiota)

Il traffico della fauna selvatica si esplica maggiormente in Africa e in Asia. Perdite devastanti per elefanti e rinoceronti. Negli Stati Uniti, per salvaguardare la vita di questi animali e aumentare la consapevolezza di questo grosso problema, è stata istituita la campagna sugli elefanti WCS’s 96 Elephants, che ha attirato circa 170 partner.

Ogni anno vengono uccisi dai bracconieri 35 mila elefanti africani. Si pensa che entro 100 anni saranno estinti gli elefanti africani e probabilmente anche quelli asiatici.

Ma i traffici illegali in natura stanno aumentando considerevolmente. Commercio di animali e soprattutto delle loro parti più pregiate, commercio di armi, droga e esseri umani vanno insieme a braccetto. Un pericolo costante per le fragili democrazie africane. Lo sterminio degli elefanti come quello delle tigri e dei rinoceronti non ha limiti. Per le Nazioni Unite il commercio illegale di animali selvatici fomenta conflitti, genera terrorismo e apre la strada alla trasmission…

Il futuro dell'oro nero sarà trattato a Vienna

Il mondo sull'orlo di una guerra dei prezzi sul petrolio. La notizia è questa.

Le aspettative per la riunione Opec del mese prossimo pesano molto sul mercato del petrolio. La riunione si svolgerà in un contesto di dissenso tra due blocchi di potere in un'organizzazione che controlla la linfa vitale dell'economia globale.

Un gruppo segreto dei più potenti ministri petrolifere del mondo, dice Andrew Critchlow, giornalista per il Telegraph Media Group, si riunirà a Vienna per prendere probabilmente una delle decisioni più importanti che potrebbero influenzare l'economia mondiale ancora fragile: se tagliare la produzione di greggio per difendere i prezzi a 100 dollari al barile, o tenere aperti i rubinetti con l'inverno che si profila tra le più grandi nazioni che consumano energia.

Un crollo improvviso del prezzo del greggio ha messo in luce profonde divisioni in seno all'Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio (Opec) prima della sua riunione finale in pr…

Cambiamento climatico: le sfide future del Pentagono

Il cambiamento climatico è una minaccia immediata alla sicurezza nazionale. Lo dichiara il Pentagono, il cui ampio studio del "2014 Climate Change Adaptation Road Map,” mostra l'aumento di rischi derivati da malattie infettive e povertà globale, tempeste, siccità, carenza di cibo e controversie in materia di rifugiati e di risorse.

Malattie infettive in quanto l'aumento della temperatura amplierà la gamma di parassiti che trasportano malattie letali. Negli ultimi anni, le zanzare che trasportano la malaria hanno iniziato a spostarsi sempre più su per le montagne, a quote più elevate riscaldate dal clima di recente, dove si diffonde la malaria in aree non precedentemente esposte a queste malattie. Le zanzare, che prosperano nei climi più caldi, portano anche malattie come la dengue e la febbre gialla, che uccidono ogni anno più di 50.000 persone. Mentre le temperature aumentano, sempre più aree di tutto nel mondo saranno sempre più ospitali per i parassiti.

Per il WFP, il …

Carbone: questi sono i fatti

Fino a poco tempo erano fiorenti comunità costiere. Ma l'aumento del livello del mare e l'erosione  ha costretto il trasferimento di almeno 300 rifugiati climatici dai villaggi di Vunidogoloa e Narikoso nelle isole Fiji. Qualche giorno fa un gruppo di isolani del Pacifico meridionale si sono fatti sentire, prendendosela con quello che per loro è un potente simbolo del loro problema in Australia - il secondo più grande esportatore di carbone. Imbarcatosi con le loro canoe tradizionali hanno bloccato Newcastle, uno delle porte del carbone più grandi al mondo, per attirare l'attenzione sul riscaldamento globale.

Dopo l'infelice e discutibile frase sul carbone : "il carbone è un bene per l'umanità", detta dal Primo ministro australiano Tony Abbott il problema del carbone sta diventando argomento di maggior discussione negli ambienti dove questo minerale, emblema della rivoluzione industriale, ha i suoi pro e i suoi contro. 

"Le nostre isole del Sud P…

Cose da politici: il carbone è un bene per l'umanità

All'apertura della miniera di carbone Caval Ridge, nel sud di Moranbah, nel Queensland centrale, il primo ministro australiano Tony Abbott ha detto che il carbone è "un bene per l'umanità" e sarà "fonte di energia principale del mondo per i decenni a venire".

La BHP Billiton Mitsubishi Alliance (BMA) impiegherà 500 lavoratori.

La BMA ha detto che la nuova miniera, l'ottava della società nella regione, dovrebbe produrre circa 5,5 milioni di tonnellate di carbone ogni anno.

Nel discorso inaugurale dellla miniera, il primo ministro ha detto che il carbone non deve essere demonizzato.

"Il carbone è un bene per l'umanità, il carbone è un bene per la prosperità, il carbone è una parte essenziale del nostro futuro economico, qui in Australia, e anche in tutto il mondo," ha detto, continuando: "Questo è un segno di speranza e fiducia nel futuro dell'industria carbonifera - è una grande industria, abbiamo avuto una grande collaborazio…

California: grandi dispute sul piano di energie rinnovabili nel deserto

Si è spesso parlato negli anni passati di energia solare nel deserto, una risorsa pressochè inestinguibile d'irradiazione nei luoghi più aridi del pianeta.

La California è un mercato solare ad alto potenziale ed è la patria di uno dei più forti luoghi d'irraggiamento solare del mondo, ma molti progetti di energia solare su larga scala previsti nel deserto sono in fase di stallo o sono stati abbandonati.

Poche zone sono più in gioco del sud della California, che vanta alcuni dei migliori impianti solari, eolici e geotermici tra le risorse del mondo. Più in particolare, essa fornisce un incentivo a costruire progetti di energia rinnovabile nelle "aree di interesse per lo sviluppo", in cui le autorità di regolamentazione hanno determinato che ci sono poche eventuali risorse ambientali sensibili.


L'energia rinnovabile è da tempo una delle priorità dell'amministrazione Obama, ma individuando progetti eolici, solari e geotermici su terreni federali si è rivelato…

Energia solare dal mare: il sogno di Giulio Verne

Più del 70% della superficie terrestre è coperta dagli oceani. Gli oceani sono il più grande collettore di energia e di stoccaggio di energia solare del mondo. In una giornata media, 60 milioni di chilometri quadrati (23 milioni di miglia quadrate) di mari tropicali assorbono una quantità di radiazione solare pari al contenuto di calore di circa 250 miliardi di barili di petrolio. Se soltanto 1/10 di questa energia solare immagazzinata venisse convertita in energia elettrica, potrebbe fornire più di 20 volte la quantità totale di energia elettrica consumata negli Stati Uniti in un dato giorno.

Il lungimirante Giulio Verne ha immaginato questa fonte di energia illimitata in epoca vittoriana - ora gli ingegneri del 21 ° secolo dicono che il calore intrappolato negli oceani potrebbe fornire elettricità per il mondo.

Dopo una pausa trentennale con problematiche di costi elevati oggi la tecnologia OTEC potrebbe fornire elettricità alle basi navali e le isole sfruttando l’energia talassote…

Led: un nuovo modo per illuminare il mondo

Viene premiata dall'Accademia di Stoccolma l'illuminazione a basso consumo che diventerà il simbolo del XXI secolo come la lampadina a incandescenza lo è stato del XX.  Il futuro è fatto dalla luce Led che permette di avere un forte risparmio di energia negli edifici pubblici, nell'illuminazione stradale e tutto ciò che concerne il campo dell'illuminazione.

E' italiano il primo comune al mondo illuminato totalmente con luce Led (Light Emitting Diode). Si tratta di Torraca, piccolo paese del Cilento, in cui sono stati installati 600 lampioni che hanno permesso di avere un risparmio energetico di oltre il 50% . Questo risultato non sarebbe mai stato possibile se non ci fossero stati i tre ricercatori di origine giapponese: Isamuu Akasaki, Hiroshi Amano e Shuji Nakamura, che ieri hanno ricevuto il Nobel per la Fisica avendo inventato, appunto, il Led: un nuovo modo per illuminare il mondo.

I Led sono dei rivoluzionari dispositivi elettronici che sfruttano le propriet…

I droni dei mari

La US Navy ha completato con successo una missione di prova per le imbarcazioni senza equipaggio autonome, in grado di proteggere una nave più grande, e prevenire attacchi kamikaze coordinati. Utilizzando la tecnologia NASA esistente, entro un anno da oggi, la flotta della US Navy avrà nuove motovedette automatiche autoguidate, che attaccano, o distruggono le minacce letali che si presentano in acqua.

Il programma è stato in parte ispirato all'incidente del 2000, in cui il cacciatorpediniere USS Cole ha avuto il suo scafo speronato  da una singola carica di esplosivo ad alto potenziale messo su un gommone,da parte di Al-Qaeda.

La simulazione US Navy ha coinvolto un transito attraverso lo stretto, che è simile al passaggio di routine delle navi da guerra della US Navy che passano attraverso lo Stretto di Hormuz, situato nel Golfo Persico o nello stretto di Malacca, altrettanto pericoloso per la pirateria.

Tredici gommoni rigidi automatici hanno scortato una nave più grande della U…

Parliamo di energia geotermica

PARLIAMO DI ENERGIA GEOTERMICA

L'energia geotermica è una fonte ecologica rinnovabile. Non è del tutto immune però al rilascio di gas a effetto serra nell'atmosfera. Tuttavia, il tasso delle emissioni associate alle centrali geotermiche sono
molto più basse delle emissioni di carbone. Gli impianti geotermici emettono circa 5% di anidride carbonica, 1% del biossido di zolfo, e meno dell'1% del protossido di azoto emessa da una impianto a carbone di dimensioni uguali. Alcuni tipi di impianti geotermici producono emissioni quasi zero.

Può, pertanto, svolgere un ruolo importante nel mitigare il cambiamento climatico globale.


LA NOTIZIA

Ethiopian Electric Power (EEP) e Toshiba Corporation hanno firmato un partenariato globale per lavorare su l'energia geotermica e la costruzione di centrali elettriche.

Le due parti hanno firmato un Memorandum of Understanding (MoU) per collaborare a questo progetto.

EEP  è ora impegnata nello sviluppo delle risorse geotermiche e di costruzion…

I 10 Paesi al mondo eccessivamente smodati nell'utilizzo dell'energia

La prossima volta che usate la macchina per andare al supermercato, pensate a quanta energia si consuma su base annuale.

E'ampiamente dimostrato che sono gli occidentali i peggiori consumatori di energia del mondo. Solo gli americani, che costituiscono il 5 per cento della popolazione mondiale, utilizzano il 20 per cento di energia, mangiano il 15 per cento di carne, e producono il 40 per cento di spazzatura.

Gli europei e i popoli del Medio Oriente difficilmente vinceranno qualche premio per la conservazione di energia.
Tuttavia, mentre alcuni dei colpevoli sono pressoché evidenti, altri potrebbero invece sorprendervi. 
Una nota per le cifre: sono stati usati chilogrammi di petrolio equivalente (KOE) pro capite, che si riferisce alla quantità di energia che può essere estratta da un chilogrammo di petrolio greggio. "Koe pro capite" può essere utilizzato per confrontare energia da varie fonti, tra cui i combustibili fossili e fonti rinnovabili.
I numeri rappresentano i dati…

Giappone: energia rinnovabile in sosta temporanea

Mentre la produzione di energia pulita è in aumento, la rete nazionale non è in grado di farvi fronte. 

Due utility giapponesi, responsabili di circa un quinto della potenza della nazione, stanno lottando per integrare l'energia solare e l'energia eolica nelle loro reti.

Okinawa Electric Power e Shikoku Electric Power hanno seguito Kyushu Electric Power, che da energia a quasi 9 milioni di clienti residenziali e business nell'isola meridionale di Kyushu, in una sorta di temporanea sosta per i progetti sulle rinnovabili.

La decisione delle tre utility nipponiche rischia di minare la spinta del Giappone di espandere la fornitura di energia rinnovabile. Un forte contrasto con lo sforzo da parte dei responsabili politici che invece vogliono promuovere e incrementare l'energia rinnovabile. Le grandi aziende di servizi del Giappone sono recalcitranti al programma di governo, che offre alle aziende che forniscono queste fonti di energia il diritto di praticare prezzi artificio…