L'Africa celebra la vita di Wangari Maathai

L'Africa celebra l' Africa Environment Day e la vita di Wangari Maathai.

Le celebrazioni di quest'anno dell'Africa Environment Day e Wangari Maathai è iniziata con il rogo di 15 tonnellate di avorio di contrabbando da parte del Presidente del Kenya Uhuru Kenyatta a Nairobi National Park, con 1.000 ospiti presenti, tra cui il Commissario per l'Unione africana, segretari di gabinetto, Nazioni Unite e membri della comunità internazionale.

Il ruolo delle donne nella gestione sostenibile delle risorse naturali e la lotta contro la criminalità della natura sono i grandi temi della manifestazione di quest'anno, che sarà caratterizzato da un Kenya Wildlife Festival di una settimana.

Il festival è visto come un'opportunità per i keniani di conoscere la natura attraverso la musica, il teatro, e il dibattito sull'importanza di porre fine a 213 miliardi di dollari di commercio illegale che include il bracconaggio di elefanti, il furto di scimmie e il trasporto illegale di legname. 

In occasione della celebrazione della vita e del lavoro di Wangari Maathai, primo premio Nobel femminile in Africa, un campione di activism ambientale e fondatore del Green Belt Movement, con particolare attenzione quest'anno verrà sottolineata l'importanza del potere delle donne nella gestione sostenibile delle risorse naturali. Presso il World Agroforestry Centre Headquarters in Nairobi, vi saranno tavole rotonde di esperti su diversi temi inclusi la parità tra i sessi in Africa, e l'impatto dei cambiamenti climatici e la desertificazione sulle donne e la loro risposta nel far fronte alle sfide.

Il professor Maathai fu l'ispiratrice del Billion Tree Campaign (la campagna sugli alberi)  lanciata dall'UNEP nel 2006, cui si ispira la piantagione di  12,5 miliardi di alberi nel mondo, ora gestito dal Plant for the Planet Foundation.

Il lavoro del Green Belt Movement e UN Reducing Emissions from Deforestation and Forest Degradation (REDD), trova motivo di ulteriore ispirazione nel mese di settembre, quando un'innovativa partnership pubblico-privato di multinazionali, governi, società civile e popoli indigeni si sono impegnati a ridurre tale perdita netta di foreste per eliminare l'emissione di 4,5 - 8,8 miliardi di tonnellate di anidride carbonica ogni anno.

Immagini: bethechange2012.wordpress.com -