Stati Uniti: veterani militari impiegati nel settore dell'energia solare


Una delle piaghe della società americana é la vita ai margini di molti veterani militari. Adesso il Presidente degli Stati Uniti Barack Obama, al fine di produrre più energia dal sole e ridurre l'inquinamento, giunto nello Utah, ha annunciato che è stato fissato un obiettivo dal Dipartimento dell'Energia di formare 75.000 lavoratori nel settore dell'energia solare entro il 2020 (25 mila in più rispetto a quanto detto nel maggio scorso).

"Sto annunciando un nuovo obiettivo di formare 75.000 lavoratori ad entrare nel settore dell'energia solare entro il 2020." ha detto Obama presso la Hill Air Force Base. "Come parte di questo, stiamo creando il programma “Solar Ready Vets” che ha avuto già un certo successo nell'iniziativa pilota stabilita nel corso degli ultimi anni.  

Questa iniziativa verterà soprattutto sul reinserimento dei veterani militari nella società civile. Verranno addestrati arricchendoli di nuove competenze del settore privato che li instraderà verso una carriera come installatori di pannelli solari, rappresentanti, ispettori del sistema ed altri posti di lavoro nel settore.

Il training per i veterani militari del programma "Solar Ready Vets" verrà svolto in 10 basi in tutto il paese, tra cui la Hill Air Force Base, che ha già installato i pannelli solari.

Secondo l'amministrazione Obama, l'iniziativa, definita una vittoria per l'economia e l'ambiente, ha lo scopo di continuare a ridurre l'inquinamento e creare buoni posti di lavoro. 

L'amministrazione chiede inoltre l'approvazione per usare il disegno di legge per la formazione della forza lavoro che consentirebbe ai veterani di partecipare a un paio di nuovi programmi di formazione del settore per le truppe in servizio attivo e veterani disoccupati, nonché piani per espandere i benefici della GI Bill per coprire nuovi programmi di energia solare.

I piani sono progettati per intensificare gli sforzi di Obama per frenare l'inquinamento e a raggiungere l'obiettivo dell'amministrazione di ridurre le emissioni di gas a effetto serra del 26 -  28 per cento rispetto ai livelli del 2005 entro il 2025, un obiettivo che è stato presentato allo United Nations Framework Convention on Climate Change (Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici) all'inizio della scorsa settimana.

Per saperne di più, clicca QUI

Immagini: www.nationofchange.org  - www.militarytimes.com/


Post in evidenza

Le 10 più terribili catastrofi naturali della storia

Oleodotti nel Mar Caspio: una partita da giocare

L'alba del nuovo impero

Il mistero delle antiche carte nautiche

Terremoto in Cile: l'anello di fuoco

Energia geotermica: si sperimenta un nuova tecnologia sul Newberry Volcano

Lo tsunami che ha messo in ginocchio il Giappone

La vergogna del mondo consumistico si trova nell'Oceano Pacifico

I grandi disastri ambientali causati dall'oro nero

Referendum in Sudan: una bomba a orologeria