Una serra galleggiante potrebbe essere il futuro del nostro cibo


Le visioni degli architetti per il futuro di solito assumono forme di utopie costose, su larga scala. La maggior parte di esse non vengono mai costruite, altre si trasformano rapidamente in cattedrali nel deserto, edifici decadenti in futuro che si voleva anticipare. Eppure un recente progetto sembra appartenere a una razza diversa.

Composto da un legno e una cupola di plastica e una base di fusti in plastica riciclata, la Jellyfish Barge è una serra galleggiante che desalinizza l'acqua di mare per irrigare e coltivare le piante. Imitando il fenomeno naturale del ciclo dell'acqua, un pannello solare situato vicino alla base della chiatta riscalda l'acqua salata o inquinata e la fa evaporare, trasformandola in 150 litri al giorno di acqua fresca e pulita.  

Questa acqua viene riciclata in un sistema idroponico, che consente le coltivazioni di crescere in un letto di argilla inerte arricchito con sostanze nutrienti minerali.

"E' possibile risparmiare il 70% di acqua rispetto alla coltivazione tradizionale", spiega l'architetto italiana Cristiana Favretto, cofounder di Studiomobile, che ha avuto l'idea originale. 

Una installazione che spiegava il progetto è stato in mostra alla Biennale di Architettura di Venezia nel 2012.

Il Professor Stefano Mancuso, un botanico presso l'Università degli Studi di Firenze, si è innamorato del progetto e ha offerto la sua profonda conoscenza delle piante per migliorare la situazione. Un primo prototipo è stato realizzato sotto l'acronimo di

Pnat (Plants Nature and Technology), un think tank fondato da Studiomobile e il team di Mancuso per sviluppare progetti di fusione di design e biologia.

Attualmente e fino al al 31 ottobre, la Jellyfish Barge fa parte di uno dei progetti di Expo 2015, l'esposizione universale la cui edizione attuale si concentra su alimenti e nutrizione.

Si può camminare al suo interno (o guardare da questa webcam).

Per approfondire: QUI su  qz.com (in inglese)

 Immagine: qz.com

Post in evidenza

Le 10 più terribili catastrofi naturali della storia

Oleodotti nel Mar Caspio: una partita da giocare

L'alba del nuovo impero

Il mistero delle antiche carte nautiche

Terremoto in Cile: l'anello di fuoco

Energia geotermica: si sperimenta un nuova tecnologia sul Newberry Volcano

Lo tsunami che ha messo in ginocchio il Giappone

La vergogna del mondo consumistico si trova nell'Oceano Pacifico

I grandi disastri ambientali causati dall'oro nero

Referendum in Sudan: una bomba a orologeria