Oltre il 2000: sta ritornando la schiavitù?

In questi giorni che precedono il Natale, le notizie che dominano le reti televisive globali sono il ritorno della schiavitù in Libia.

Circa 300 migranti sono stati salvati nel fine settimana e sono arrivati nel porto italiano di Pozzallo dopo essere stati prelevati da piccoli gommoni al largo della costa libica. I medici che lavorano a bordo della nave SOS Mediterranee Aquarius hanno detto che molti migranti hanno raccontato, prima del loro passaggio in Italia, storie di violenze e torture da parte dei negrieri che approfittano di questa massiccia emigrazione, in particolare verso l'Italia, per rimpinguare le loro tasche.

Il migrante nigeriano Nwankwo Johnson ha dichiarato di essere stato venduto più volte a bande armate in Libia e trattato come un animale prima che venisse imbarcato su un gommone che è stata soccorso e salvato da un'organizzazione umanitaria.

Le coste occidentali della Libia sono il principale punto di partenza per i migranti provenienti principalmente dai paesi sub-sahariani in fuga dalla povertà e dai conflitti e che cercano di raggiungere l'Europa.


Una breve descrizione del mercato delle aste per l'acquisto di schiavi va  più o meno in questo modo:

"Chi è il miglior offerente? 800 dinari! 1.000 dinari! 1.100 dinari! " Alla fine, l'offerta vincente è 1.200 dinari libici - l'equivalente di 800 dollari o 680 sterline inglesi. Affare fatto; anche se questa non è una qualsiasi asta per un auto o un'opera d'arte. Ciò che viene venduto qui è un gruppo di giovani spaventati dell'Africa sub-sahariana.

Secondo un membro del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite: "Vedere le foto di questi uomini trattati come bestiame e sentire il banditore descriverli come robusti ragazzi forti per lavori agricoli  dovrebbe scuotere la coscienza di tutti noi."

Parallelamente alla rozza asta di esseri umani venduti come schiavi è spesso riportata l'ondata di traffico di migliaia di giovani dall'Africa che attraversano il Mar Mediterraneo diretti in Europa e negli Stati Uniti.

Che futuro aspetta costoro?


Ragazze africane costrette a prostituirsi con rituali di magia nera...

In una operazione dei Carabinieri a Lamezia Terme, Rosarno e Livorno sono stati indagati  a vario titolo un italiano e sei nigeriani per associazione per delinquere, finalizzata alla tratta di esseri umani, acquisto e alienazione di schiavi, immigrazione clandestina, riduzione in schiavitù e sfruttamento della prostituzione con l’aggravante della transnazionali. Il sodalizio criminale ha ramificazioni in Nigeria e Libia.

Come sovente accade in questi casi, venivano adescate ragazze africane con la promessa di lavorare in Italia (vincolate al pagamento di 30mila euro), con riti “vodoo” per costringerle a prostituirsi...

Questa è la schiavitù dei nostri giorni in Africa... ricordiamocene quando mangeremo il panettone... 

L'uomo non è poi tanto cambiato da quello di due millenni fa che non ha mai voluto accettare un'entità più grande e superiore della sua...

Povero illuso! 

Immagini: www.thehindu.com - www.youtube.com