Geotermia: il calore della terra in Europa

geothermal Blue Lagoon a Reykjanes, Iceland

Oltre al solare in America e non solo, buone nuove anche dall'energia geotermica in Europa.

In Europa l'energia geotermica è in costante crescita con 16 nuovi impianti avviati nel 2017, e una capacità di generazione geotermica combinata di 33 MW. Un'attenzione particolare è rivolto al settore del riscaldamento, nel quale sono entrati in esercizio 9 impianti nel 2017.

Se ne è parlato al  7th Annual Geothermal Market  (settimo rapporto annuale sul mercato geotermico) dell' European Geothermal Energy Council (EGEC), confermando la tendenza alla crescita degli ultimi anni, rilevanco anche la necessità di un maggiore riconoscimento al fine di consentire il pieno dispiegamento di energia geotermica in Europa.

La capacità installata di energia geotermica in Europa ammonta a 2,8 GWe, producendo oltre 15 TWh* all'anno. In Europa ci sono 117 impianti, 16 dei quali sono stati inaugurati nel 2017. Le nuove aggiunte sono piuttosto significative, con 330 MWe di nuova capacità di energia geotermica in arrivo, principalmente in Turchia.

Pure l'uso della geotermia per il riscaldamento é in aumento, sostenuta dalla costruzione di nuove reti di teleriscaldamento e dall'adeguamento di quelle vecchie, grazie alla pianificazione locale e nazionale che identifica il calore geotermico come soluzione economicamente efficiente per soddisfare le esigenze di riscaldamento. Nel 2017 sono stati inaugurati 9 nuovi impianti, con oltre 75 MWth in Francia, Paesi Bassi e Italia. Il numero di nuovi impianti in arrivo ogni anno è in aumento, con un tasso di crescita medio annuo del 10% negli ultimi anni.

Per chi volesse approfondire l'argomento o vedere il grafico può andare QUI su www.thinkgeoenergy.com


*  TWh: terawattora: è un'unità di energia pari a 1000 Gigawattora, simbolo "TWh". Questa unità proviene da una combinazione di unità di energia con prefisso "tera" e "watt ora". Il nome plurale è terawatthours.


Immagine: time.com