Il grande impianto solare in Marocco


In Marocco, la centrale solare termica Noor Ouarzazate III è stata potenziata per effettuare i test  funzionali necessari prima della consegna prevista per l'ultimo trimestre del 2018.

Questo impianto è parte del Noor Ouarzazate Solar Complex, il più grande del mondo. È il secondo progettato e costruito dalla società d'ingegneria spagnola SENER  utilizzando la propria torre di ricezione centrale e la tecnologia di accumulo del sale fuso.

In questa gigantesca fattoria a energia solare che prevede di fornire energia elettrica a 1,1 milioni di persone, SENER fa parte del consorzio di costruzione chiavi in ​​mano per gli stabilimenti Noor Ouarzazate I e Noor Ouarzazate II, che utilizzano entrambi la tecnologia parabolica SENER e Noor Ouarzazate III, con ulteriori innovazioni avanzate.

Nella centrale termica Noor Ouarzazate III, SENER è responsabile della progettazione e dell'ingegneria di base dell'impianto, dell'ingegneria di dettaglio e delle attrezzature per il sistema di stoccaggio termico, dell'ingegneria e della costruzione del campo solare e del ricevitore di sale fuso, nonché della messa in servizio dell'intero impianto.

Il ricevitore da 600+ MW ad alta potenza è stato sviluppato in collaborazione con aziende marocchine e, una volta in funzione, consentirà all'impianto di raggiungere una produzione lorda di 150 MW e 7,5 ore di accumulo di calore.

Con i suoi 7400 eliostati (HE54) e la tecnologia del ricevitore di sale, L'impianto produrrà energia solare sufficiente a soddisfare le esigenze di 120.000 abitazioni all'anno e consentirà al Marocco di evitare le emissioni annue di 130.000 tonnellate di CO2 nell'atmosfera.

Il Marocco prevede di generare il 42% della sua energia da fonti rinnovabili entro il 2020, con un terzo del totale proveniente da energia solare, eolica e idroelettrica. Nell'ambito di un'impresa a basse emissioni di carbonio, il paese nordafricano ha fissato un ambizioso obiettivo di portare la quota di energia rinnovabile al 52% del consumo totale di energia entro il 2020.

Il Marocco sta sviluppando energia rinnovabile perché importa oltre il 90% del suo fabbisogno di combustibili fossili e spende il 10-12% del suo prodotto interno lordo sulle importazioni di energia.

Per i curiosi: Ouarzazate significa porta del deserto

Immagine e fonte notizia by northafricapost.com