I ragni usano il campo elettrico naturale per viaggiare


Secondo uno studio recente pubblicato sulla rivista Current Biology, i ragni  usano i campi elettrici naturali che li aiutano a viaggiare fino a centinaia di miglia.

I ragni, sono una parte importante dell'ecosistema e avvantaggiano gli esseri umani mangiando insetti, comprese le zanzare e i parassiti agricoli. Detto questo, molte persone hanno paura dei ragni, anche di quelli che non comportano alcun rischio per gli esseri umani. Sono coloro che soffrono di aracnofobia.

Il fenomeno di ragni che sembrano fluttuare per lunghe distanze non è nuovo. Gli scienziati hanno a lungo osservato i ragni ballooning",  (mongolfiera), ovvero che sparano fuori filamenti di seta e si allontanano nell'aria. 

"All'inizio del 1800, c'erano argomenti per cui i ragni potevano usare campi elettrici a palloncino, ma poi ci sono state anche persone che sostenevano che si trattava di vento", ha detto Erica Morley, autrice principale del nuovo studio. "E la discussione sul vento ha vinto probabilmente perché è il più ovvio."


Ma il lavoro di Morley suggerisce che l'elettricità svolge un ruolo importante dopo tutto. Lei e Daniel Robert, entrambi ricercatori presso la UK’s University of Bristol,  hanno messo i ragni di Linyphiid (Linyphiid spiders) in un'arena con un campo elettrico che imitava quello del mondo naturale. 

In sostanza, secondo un comunicato stampa sullo studio, i temporali creano un circuito elettrico costante tra la superficie della terra e l'atmosfera superiore. L'elettricità può essere più forte, a seconda del tempo.

Come spiega l'Atlantico, la superficie terrestre ha una carica negativa mentre l'atmosfera superiore ha una carica positiva. Poiché la seta di ragno, una volta rilasciata, raccoglie una carica negativa, alcuni scienziati hanno teorizzato che questo potrebbe aiutarli a sollevarsi, poiché la carica negativa della seta respinge la carica negativa sulla superficie. L'effetto sarebbe ancora più potente, più in alto nell'aria sono i ragni.

Morley e Roberts hanno scoperto che i ragni pare siano in grado di rilevare i campi elettrici. Quando è stato attivato il campo elettrico all'interno dell'arena, più ragni hanno iniziato a dirigersi verso un punto più alto, stando sulle zampe e inviando la seta per iniziare il processo di ballooning. Alcuni dei ragni sono riusciti a decollare con successo, anche senza vento all'interno dell'arena.

Il nuovo studio non significa che il vento non svolge alcun ruolo nei viaggi aerei a lunga distanza dei ragni, ma dimostra che possono costruirsi dei veri e propri palloni aerostatici (mongolfiere) coi quali lanciarsi nella corrente senza necessariamente avere bisogno del vento.

Ma non tutti i ragni si impegnano nel volo a mongolfiera poiché alcuni sono semplicemente troppo grandi per viaggiare in quel modo, ha precisato Erica Morley.

In altre parole, non c'è alcun bisogno di preoccuparsi, ad esempio, di un aracnide dalle dimensioni di una tarantola che si gonfia piombandoti addosso dal cielo...

"Un sacco di ragni giovanili adotteranno questa pratica aerea prima che diventino troppo grandi", ha detto la riceractrice.  "Alcuni ragni adulti usano la tecnica mongolfiera, ma  non sono per niente vicini alla dimensione di una tarantola cresciuta."

Immagini: www.focus.it - wikipedia