Il gas del Turkmenistan che fa sorridere India, Pakistan e Afghanistan


Il ministro del Petrolio indiano S. Jaipal Reddy ha guidato una squadra in Turkmenistan per firmare un accordo per ottenere il gas naturale attraverso un gasdotto.

GAIL India Ltd (GAIL), il più grande distributore di gas della nazione, e TurrnenGas, compagnia petrolifera nazionale del Turkmenistan, avrebbero già dovuto firmare l'accordo (che ancora non è stato ufficialmente annunciato).

Il governo indiano ha approvato la proposta del ministero del Petrolio di firmare il contratto di cessione per il progetto del gasdotto, compreso il prezzo del gas.

Gli Stati Uniti, che prevedono di porre fine alla loro presenza militare in Afghanistan, appoggiano il gasdotto di 1.680 chilometri (1.044 miglia), che passerà attraverso il paese e il Pakistan come alternativa ad una linea dall'Iran.

Il gas contribuirà a soddisfare la domanda di energia a corto di India e Pakistan, che stanno cercando di stimolare le imprese, promuovere il commercio e alleggerire le restrizioni dopo aver combattuto tre guerre dopo la fine del dominio coloniale britannico nel 1947.

"Gli Stati Uniti sostengono il progetto, anche se sono in procinto di tirarsi fuori dall'Afghanistan e non si capisce chi baderà alla sicurezza del flusso del gas in Afghanistan " ha detto  Bharat Karnad, analista della sicurezza di New Delhi.

Il gasdotto, con una capacità di 90 milioni di metri cubi al giorno, sarà completato nel 2018 e fornirà gas per 30 anni. Secondo l'accordo India e Pakistan riceveranno ciascuno 38 milioni di metri cubi di gas al giorno mentre l'Afghanistan ne riceverà 14 milioni dal campo Galkynysh Turkmenistan.

L'India, che era in trattative per costruire un gasdotto dall'Iran, non era firmataria di un accordo tra Iran e Pakistan per fornire il carburante entro il 2014. Gli Stati Uniti hanno esortato le nazioni come l'India, il Giappone e i paesi dell'Unione europea a smettere di comprare petrolio e gas dall'Iran, accusato di cercare di costruire armi nucleari, anche se l'Iran insiste nel dire di perseguire l'energia atomica per scopi civili.


L'India è la seconda economia a più rapida crescita del mondo e ha bisogno di importare gas per compensare un calo della produzione interna. Il Turkmenistan è alla ricerca di nuovi mercati dopo essere diventato il quarto più grande detentore di riserve di gas al mondo, secondo un rapporto del 2011 by BP Plc.

Secondo il rapporto la Russia detiene il primo posto e l'Iran il secondo.

Immagine: rawa.org