Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2014

Una potente eruzione solare potrebbe mandare in tilt gps e comunicazioni

La NASA segnala che una potente
eruzione solare sta cominciando a ruotare in una posizione direttamente in linea con la Terra, in grado di mandare in tilt i segnali GPS e le comunicazioni.

Il sole sta attraversando un ciclo di 11 anni, che al suo apice viene chiamato massima tempesta solare.

"Questi brillamenti solari sono potenti esplosioni di radiazioni 
che possono disturbare l'atmosfera che si respira nel livello in cui i segnali GPS e le comunicazioni viaggiano. " Lo ha detto  il portavoce della NASA Karen Fox. 

Alcuni dei brillamenti che fuoriescono dalla superficie del sole possono avere dimensioni almeno 14 volte le dimensioni della Terra.

I brillamenti solari AR 2151 sono stati rilevati da NASA’s Solar Dynamics Observatory and Solar Helospheric Observatory (SOHO),  un'attività congiunta NASA e dell'Agenzia Spaziale Europea.

Anche se l'intensità  delle riacutizzazioni dal sole cominciano a diminuire  potrebbero colpire la Terra anche in anni successivi,…

Sifontes, Venezuela: più sale il prezzo dell'oro, più aumenta la malaria

La malaria era stata debellata quasi del tutto in Venezuela, ma ora è tornata. Circa 75.000 persone sono state infettate l'anno scorso, il 60% delle quali si trovano a Sifontes, una regione endemica del paese in cui l'estrazione dell'oro è in piena espansione e l'assistenza sanitaria è scarsa. A Sifontes, otto persone su dieci hanno la malaria. Nei villaggi predominano i minatori, le famiglie dei minatori o gente che lavora per i minatori. Sono villaggi  dove le zanzare abbondano.

Nonostante le lacune nel sistema sanitario, molti lavoratori ritengono che vale la pena di rischiare la salute per le ricompense finanziarie che l'estrazione dell'oro porta.  A Sifontes si può guadagnare più soldi che altrove. Un minatore qui può guadagnare in una settimana quello che un professionista medio a Caracas guadagna in un mese

Sia il governo che i critici concordano sul fatto che la causa dell'aumento è in parte dovuto al boom delle miniere d'oro illegali nella reg…

Edimburgo e Londra: la disputa per il petrolio del Mare del Nord

Adesso che "la maggior parte dei grandi campi sono stati trovati ed è stato prodotto il petrolio facile da produrre, il declino delle riserve petrolifere del Mare del Nord è inevitabile".  Così dice John Howell, professore di geologia del petrolio presso the University of Aberdeen,  nel nord-est della Scozia. Circa 42 miliardi di barili di petrolio e gas sono stati estratti dal Mare del Nord a partire dai primi anni 1970, dando un impulso positivo alle casse del governo britannico e all'economia della Scozia.

Ultimamente il petrolio del Mare del Nord è al centro di un aspro dibattito sul futuro della Scozia in vista del voto sull'indipendenza del mese prossimo, con entrambe le parti in disputa tra loro sulle prospettive per la regione dell'oro nero. Ora, con la prospettiva del referendum del 18 settembre, che potrebbe significare la fine dei 300 anni di unione con l'Inghilterra, le redditizie risorse energetiche scozzesi stanno creando non pochi problemi  tr…

Festa per due cuccioli di leopardo delle nevi

Due rari cuccioli di leopardo delle nevi hanno appena fatto il loro debutto in pubblico al Bronx Zoo, ed è una sorta di festa dato che questi gattoni sono tra i più a rischio del mondo. I gemelli sono nati 6 maggio e sono ora in mostra con la loro mamma all'esterno dello zoo dell'Himalayan Highlands, gestito dalla Wildlife Conservation Society. I loro genitori sono stati allevati come parte di un programma nazionale volto a promuovere la diversità genetica e la vitalità delle popolazioni animali negli zoo.

Lo Zoo del Bronx nel 1903 divenne il primo zoo nella nazione di esporre leopardi delle nevi e da allora ha visto oltre 70 nascite neve leopardo - più di qualsiasi altro zoo in America del Nord. Originaria delle montagne dell'Asia centrale, i leopardi delle nevi sono considerati in pericolo di estinzione, con meno di 7.500 sinistra in natura.

La Wildlife Conservation Society sta lavorando in Pakistan, Afghanistan e Cina occidentale per combattere la deforestazione e il br…

Iran: il più grande giacimento di gas al mondo: South Pars

Il ministro del Petrolio iraniano Bijan Namdar Zangane dice che la capacità di produzione di gas dell'Iran aumenterà di circa 200 milioni di metri cubi in due anni. Questo poichè, si sta andando avanti nelle 30 fasi progettuali del campo di South Pars, che sarebbe l'estensione settentrionale del gigantesco giacimento North Field del Qatar.

Il campo di South Pars si estende su una superficie di 500 chilometri quadrati e si trova a 3.000 metri sotto il fondale marino a una profondità di 65 metri.

Il giacimento di gas di South Pars è il più grande giacimento di gas al mondo, di cui la parte iraniana possiede 14 miliardi di metri cubi di gas. Le riserve del campo rappresentano circa il 40 per cento del totale delle riserve di gas dell'Iran, e quasi la stessa quantità di produzione totale di gas industriale del paese.

Il campo è di proprietà congiuntamente tra Iran e Qatar. La parte iraniana per giungere ad una completa produzione si articola in 24 fasi. Una volta che tutte le…

Islanda: tuona il vulcano Bardarbunga

Dopo l'eruzione del vulcano Eyjafjallajokull del 2010, l'Islanda si trova alle prese con un'altra nuova incombente minaccia da parte del più grande sistema vulcanico dell'Islanda: il vulcano Bardarbunga.

"L'attività sismica intensa è iniziata il 16 agosto, causando un forte terremoto nella regione" ha avvertito in un comunicato the Icelandic Meteorlogical Office, aggiungendo che il rischio di un'eruzione al Bardarbunga è aumentata, con segni di "movimento del magma in corso". Già da qualche giorno si avvertivano i sinistri rombi.

Il livello di rischio per il settore del trasporto aereo è stato portato ad arancione, il secondo livello più alto, ha detto il Met Office. Qualsiasi eruzione potrebbe potenzialmente causare l'allagamento o una emissione di gas, ha aggiunto il Met Office in un comunicato.

Il vulcano Eyjafjallajokull eruttò nel 2010, producendo una nube di cenere che ha compromesso pesantemente lo spazio aereo europeo.

Il sistem…

Vita difficile per gli uccelli in prossimità dei grandi impianti solari

Gli impianti solari e le pale eoliche, due delle energie rinnovabili che stanno crescendo nel mondo, sono micidiali per gli uccelli.  Le pale eoliche vengono allestite sui crinali, lungo le coste, in mezzo al mare, nelle campagne... ovunque. E molti volatili come rapaci, pipistrelli e uccelli migratori inevitabilmente
vi cozzano contro e muoiono. Le pale eoliche costituiscono una fonte di pericolo soprattutto per i grandi veleggiatori, i rapaci, le gru, le cicogne

Come dice un post tratto dal blog www.komitee.de/it/, se delle pale eoliche non uccidono gli uccelli è solo perché non ci sono uccelli nella zona e dove ci sono uccelli nella zona, poco a poco ve ne saranno sempre meno a causa delle turbine.

Ma ora veniamo a sapere che anche gli impianti solari, involontariamente, creano fatali problemi agli uccelli.

I parchi solari sono stati criticati per il loro impatto sulle tartarughe del deserto, e non si pensava potessero creare altri danni se non fosse che dei lavoratori di un nuovo…

Kara Sea: una montagna di petrolio grande quanto quello dell'Arabia Saudita

Le risorse petrolifere del Kara Sea  (una porzione meridionale del mar Glaciale Artico compresa tra il 60º e il 90º meridiano est), sono comparabili con quelle dell' Arabia Saudita. Lo ha detto Igor Sechin,  amministratore delegato della Rosneft, al presidente Putin in una chiamata televisiva.

In presenza dei leader della ExxonMobil e della Norwegian North-Atlantic Drilling, Sechin ha riferito al presidente del lancio dell'operazione di perforazione presso the University-1, la storica compagnia della società nel Mare di Kara. 
Secondo Sechin, le risorse petrolifere del Kara Sea superano quelle del Golfo di Messico, della piattaforma brasiliana, dell'Alaska e Canada settentrionale e possono essere confrontati con le risorse dell'Arabia Saudita.

Siamo disposti a esplorare l'estensione extraterritoriale delle risorse petrolifere occidentali della Siberia e l'intenzione di aprire una nuova base petrolifera nel Kara Sea, ha riferito Sechin a Putin attraverso un disc…

Inquinamento del carbone negli oceani

Ogni anno, gran parte del mercurio tossico proviene dalla combustione di più di 8,3 milioni di tonnellate di carbone per fornire energia per le reti elettriche. Come risultato di questa insaziabile dipendenza per il carbone,  nei nostri oceani  la tossicità del mercurio è triplicata per oltre 80.000 tonnellate di veleno. L'ottanta per cento dei pesci esaminati sono avvelenati dal mercurio metilico, dicono gli scienziati del Biodiversity Research Institute in Maine.

Nel dicembre del 2013 la concentrazione di Shanghai di minuscole particelle tossiche PM 2,5 è stato di 602,5 microgrammi per metro cubo, un livello molto pericoloso che ha infranto tutti i record precedenti di inquinamento atmosferico tossico.

Lo standard di sicurezza accettabili dell'Organizzazione Mondiale della Sanità della qualità dell'aria è di 25 microgrammi per metro cubo.

Questo lavoro arriva sulla scia di una ricerca all'inizio di questa primavera che ha trovato che in Asia c'è molto inquinamen…

Iraq: il califfato del terrore

In un mondo senza Dio, tutto è destinato a bruciare... e l'uomo ancora non l'ha compreso.

Questo nostro bel pianeta azzurro, datoci in gestione da Colui che tutto ha creato, e che l'uomo sta distruggendo insensatamente con un continuo disboscamento e un uso sempre più sfrenato dei combustibili fossili, pone seri problemi ambientali. La combustione di combustibili fossili produce circa 21.300 milioni di tonnellate (21,3 gigatonnellate) di anidride carbonica (CO2) all'anno, ma i processi naturali, quelli non provocati dall'uomo, ne possono assorbire solo circa metà di tale importo.

Ma il mondo sta bruciando anche per altri motivi, che nulla hanno a che fare con l'ambiente e il riscaldamento globale. Il punto dolente è proprio laddove ha avuto inizio la storia dell'Umanità: l'antica Mesopotamia, la Siria e la Terra Santa, luoghi dove la mano dell'uomo irresponsabile continua a fomentare morte, atrocità, distruzione...

 "Non si fa la guerra in nome …

Global warming: le Nazioni Unite avvertono...

Un avvertimento per tagliare collettivamente le emissioni dal 40 al 70% è stato rilasciato dalle Nazioni Unite per garantire che il nostro pianeta resti abitabile entro il 2050. Secondo un progetto presentato dal Gruppo intergovernativo sui cambiamenti climatici (IPCC), un taglio dei gas serra dal 40 al 70% entro il 2050 sarebbe necessario in
considerazione dei livelli del 2010. Questo garantirà una buona probabilità di rimanere sotto i 2C (massimale 2 gradi) e può essere raggiunto principalmente attraverso la riduzione della combustione dei combustibili fossili.

Questo limite di due gradi è stato istituito dalle Nazioni Unite nel 2010 con la speranza di poter arginare le ondate di calore, le tempeste, le inondazioni e l'innalzamento del livello del mare causato dal riscaldamento globale. Il progetto ha dichiarato che questo tipo di taglio prevede di triplicare o quadruplicare la percentuale di basse emissioni di carbonio, dal solare, eolico e energia nucleare. 
La pratica e il f…

Tra un decennio non ci sarà più acqua per tutti

Un vasto studio effettuato presso vari centri di ricerca nel mondo segnala che, entro il 2040, saranno molte le aree del mondo che non avranno più accesso all'acqua potabile .

Incentrato su quattro differenti casi di studio in Francia, Stati Uniti, Cina e India, tre anni di ricerche hanno svelato che la popolazione mondiale subirà una grave carenza d'acqua nei prossimi 25 anni.

Lo studio ha riferito che circa il 30-40 per cento del mondo soffrirà la penuria d'acqua entro il 2020, aggiungendo che il cambiamento climatico può fare questo e anche peggio.

Secondo i ricercatori del Aarhus University in Denmark, Vermont Law School and CNA Corporation in the US, si tratta di uno scontro di prima necessità in competizione tra acqua potabile e domanda di energia.

Mentre le centrali elettriche richiedono cicli di raffreddamento, al fine di operare, nella maggior parte dei paesi, l'elettricità è la principale fonte di consumo di acqua. Come l'energia solare ed eolica sono gl…

Tunisia: la nascita di un lago misterioso

Sorprendente scoperta in Tunisia, terra dai fantastici e misteriosi paesaggi. Il piccolo Paese nord africano è stato spesso la location dei film di Star Wars, adattato al pianeta Tatooine.

Adesso, alle montagne dell'Atlante e al deserto del Sahara, la piccola repubblica ha un'altra attrazione turistica: un nuovo lago, che fa gridare al miracolo.

Scoperto dai pastori il mese scorso nel bel mezzo del deserto, sinora non c'è stata alcuna spiegazione ufficiale per la sua improvvisa apparizione. Alcuni geologi hanno proposto che l'attività sismica potrebbe aver interrotto la tavola di acqua naturale (una tavola di acqua descrive il confine tra il terreno saturo d'acqua e suolo insaturo), spingendo l'acqua dalle falde acquifere sotterranee alla superficie. Altri non sono d'accordo.

Le autorità hanno calcolato che la zona del lago superiore ha una estensione di un ettaro, con profondità che vanno da 10 a 18 metri; che indica un volume d'acqua totale di un mili…

La tratta di esseri umani nel Grande Paese

Alla maggior parte delle persone non piace pensare se il traffico di esseri umani è per il lavoro forzato o per il sesso. Ma secondo il sito web Washington Engage, il traffico di esseri umani è legato al commercio illegale di armi come la seconda più grande industria criminale nel mondo di oggi. E secondo lo U.S. Department of Health and Human Services degli Stati Uniti, è in rapida crescita.

The Washington Anti-trafficking Response Network definisce la tratta di esseri umani ". . . l'uso della forza, la frode o la coercizione per costringere una persona in qualsiasi forma di lavoro o servizio contro la loro volontà. "
Normalmente si pensa che la tratta di esseri umani coinvolge coloro da avviare poi  nel commercio del sesso. Ma può accadere in qualsiasi altro settore: nelle costruzioni, nei ristoranti, alberghi e servizi di pulizia. The Polaris Project lo descrive in questo modo: "il traffico di esseri umani è una forma di schiavitù moderna dove la gente profitta …

L'Artico non è più quello di una volta.

Le temperature dell'Artico sono in aumento al doppio del tasso medio globale. Enormi incendi stanno soffiando all'interno di vasti tratti di foresta canadese, e fori misteriosi stanno comparendo nel permafrost siberiano.

In tutto il 2014, un nodo ricorrente nel jet stream(corrente a getto) che circonda il polo nord della Terra si sposta da ovest a est. Ma quando la corrente a getto interagisce con le onde di Rossby, anche dette onde planetarie, che caratterizzano i moti dei fluidi geofisici a scala sinottica e planetaria, i venti possono vagare lontano a nord e sud.

In genere, la corrente a getto rappresenta una separazione tra aria fredda artica e aria più calda del sud. Se siete a nord della corrente a getto, le temperature sono fredde, mentre a sud della corrente a getto è più probabile che sia caldo.

Ora, c'è un nuovo effetto collaterale dell'Artico sempre più libero dai ghiacci: le grandi onde.

In un recente studio, le onde registrate  per la prima volta nel Mare …