Post

Sospeso per ora l'annullamento del divieto di importazione di trofei di caccia all'elefante

Immagine
Il presidente Trump e il segretario degli interni Ryan Zinke hanno annunciato che l'annullamento da parte dell'amministrazione di un divieto di importazione di trofei di caccia elefante dallo Zimbabwe e dallo Zambia è stato sospeso fino a un'ulteriore revisione. L'improvvisa decisione segue le proteste dei gruppi per i diritti degli animali e persino di alcuni conservatori, dopo che l'amministrazione ha deciso di invertire una regola dell'era di Obama che vietava l'importazione di trofei elefanti da parte di alcuni paesi perché fu scoperto che la caccia non contribuiva alla sopravvivenza della specie.

Il presidente Trump ha twittato per primo, dicendo che il divieto sarebbe continuato "fino al momento in cui verrà esaminato". Ore dopo Zinke ha elaborato: "Il presidente Trump ed io abbiamo parlato ed entrambi crediamo che la conservazione e le mandrie sane siano fondamentali", ha affermato in una nota. "Di conseguenza, in un modo …

Clima: la discussione continua...

Immagine
I negoziati sul clima, che si erano aperti con l'intento di trovare gli ultimi dettagli dell'accordo di Parigi sul clima, si chiudono con l'amministrazione Trump che va da una parte e il resto del mondo da un'altra. La conferenza mondiale sul clima di Bonn si è conclusa in modo molto simile a come era iniziata, con l'amministrazione Trump che rafforza i combustibili tradizionali come il carbone e il gas, separandosi da gran parte del mondo.

I manifestanti cantando e recitando slogan hanno affermato che il sostegno al potere del carbone va contro la spinta dei colloqui incentrati sulla promozione delle energie rinnovabili e della tecnologia del XXI secolo. Il risultato é stato una fondamentale disconnessione al raduno di Bonn, in Germania.

"La California non sta aspettando Trump", ha detto il governatore Jerry Brown ad alcuni dei 20.000 partecipanti. "Non stiamo aspettando tutti i negazionisti, ci stiamo impegnando a fare tutto il possibile per and…

La Blue economy in India e nello Sri Lanka

Immagine
Sottolineando criticamente l'ambizioso programma di punta del governo dell'Unione indiana "Sagar Mala project", un concetto di sviluppo a base oceanica, tanto voluto dall'attuale Primo Ministro indiano Modi, orientato a modernizzare i porti dell'India in modo da potenziare lo sviluppo portuale e sviluppare le coste per contribuire alla crescita del Paese, il WFFP (World Forum for Fisher People ) sta intensificando la sua lotta contro la pesca distruttiva, l'inquinamento, gli effetti del cambiamento climatico, presumibilmente dovuti alla diluizione delle leggi ambientali nel paese.

Il WFFP, un organismo composto da membri di organizzazioni provenienti da 50 paesi, terrà la sua settima assemblea generale a Delhi dal 15 al 21 novembre per discutere dello stato delle attività della pesca in ciascun paese e delle azioni strategiche, afferma il  National Fish Workers Forum.

Uno dei principali programmi dell'assemblea generale sarà quello di concent…

Radioattività: la nube misteriosa dell'est

Immagine
Per un paio di settimana una nube radioattiva  ha colpito l'Europa. La sua origine è ancora sconosciuta, anche se tutto indica che è stata generata in una regione tra la Russia e il Kazakistan. A rilevare per primi  l'isotopo radioattivo rutenio-106 sono stati i monitor in Italiail 3 ottobre, secondo una relazione del France's Radioprotection and Nuclear SafetyInstitute, noto comeIRSN. In totale, 28 paesi europei hanno visto la nube radioattiva, dice il rapporto.

Secondo Jean-Christophe Gariel, direttore della salute presso l'IRSN, la misteriosa nuvola - che ormai si è dissipata - proviene da qualche parte nella Russia del Sud,  probabilmente tra il fiume Volga e gli Urali.

Le autorità dicono che la quantità di materiale visto in Europa é stato di piccole dimensioni, con un livello molto basso di radioattività e non pone problemi per la salute e l'ambiente in Europa, dice Gariel.

Il Ruthenium-106 è un isotopo radioattivo che non si trova in natura. "È un isotop…

La storia di Boriska, un marziano sulla Terra

Immagine
Vi racconto una curiosa storia appresa leggendo The Sun.

Dopo il viaggio nel tempo di John Titor, di cui ne abbiamo parlato abbondantemente QUI
e QUA , ecco la storia di un ragazzo russo che afferma di essere nato su Marte,

Il suo nome é Boriska Kipriyanovich ed é nato nel 1996.

Gli scienziati sono rimasti perplessi dopo che un giovane russo, con una intelligenza fuori dal comune, ha sostenuto di aver vissuto una precedente vita su Marte.

Boriska Kipriyanovich, che vive a Volgograd, in Russia, ha affermato di aver vissuto sul pianeta rosso prima di rinascere sulla Terra in un'apparente missione per salvare l'umanità. 

Alla nascita gli viene messo il nome di Boriska, che significa "piccolo Boris", ed è considerato un genio. Sua madre che è un medico, dice di sapere che era speciale non appena si tenne la testa senza alcun supporto, solo due settimane dopo la nascita. Sostiene di aver iniziato a parlare qualche mese dopo, e all'età di un anno e mezzo  leggeva, dise…

Si apre tra poche ore la Conferenza sul clima di Bonn (COP23)

Immagine
Un rapporto diffuso dall'amministrazione Trump, in tema di cambiamenti climatici, consta di ben duemila pagine di diagnosi atte a certificare un aumento medio delle temperature globali di un grado negli ultimi 115 anni e la malattia, per le 13 agenzie federali che l'hanno preparata, sono l'attività umana e in particolare le emissioni dei gas che provocano l'effetto serra.

Lo si vede dall'aumento dei fenomeni meteo estremi:  gli oceani  riscaldati alimentano la furia di uragani e cicloni senza precedenti in tutto il mondo. Incendi, ondate di caldo e siccità, innalzamento del livello del mare dovuto allo scioglimento dei ghiacci, che già minaccia, dati alla mano, molte zone costiere degli Stati Uniti.

Il rapportoprescrive anche la cura: una significativa riduzione delle emissioni ma gli Stati Uniti, per ora, hanno intrapreso un'altra strada. uscendo dall'Accordo di Parigi firmato nel 2015, proprio per questo.

In questo periodo dell'anno le nazioni del mon…

Cina: il tunnel più lungo del mondo che trasporta acqua nel quasi desertico Xinjiang

Immagine
La Cina sta pianificando il tunnel più lungo del mondo per scorporare l'acqua del fiume  Brahmaputra. Com'è nel suo DNA, questo enorme Paese sa rendere tutto ciclopico ed anche questo progetto sarà qualcosa d'inimmaginabile.

La mossa, che prevede di "trasformare lo Xinjiang nella California", ha sollevato preoccupazioni tra gli ambientalisti circa il suo probabile impatto sulla regione himalayana. lo riferisce il South China Morning Post, Hong Kong. Lo Xinjiang é una regione autonoma uigura, un'etnia turcofona di religione islamica che vive nel nord-ovest della Cina.

Gli ingegneri cinesi stanno testando le tecniche di collaudo che potrebbero essere utilizzate per costruire un tunnel lungo 1.000 km, il più lungo del mondo, che dovrebbe trasportare acqua dal fiume Brahmaputra nel Tibet, in prossimità di Arunachal Pradesh fin all'arida regione dello Xinjiang.

Il governo cinese ha iniziato a costruire un altro tunnel nel centro della provincia di Yunnan nel …