Terremoto in Cile: l'anello di fuoco

Da thesundaypost.blogspot.com

 

The Ring of Fire, l'anello di fuoco, è una zona lungo il bordo dell'Oceano Pacifico che ha molti vulcani e terremoti. Questa cintura a forma di ferro di cavallo si estende per circa 25000 miglia (40.000 chilometri) dal nord ovest della Nuova Zelanda alle Filippine, a nord-est del Giappone, ad est dell' Alaska, e a sud dell' Oregon, California, Messico, e la Cordigliera delle Ande del Sud America. La maggior parte dei vulcani del mondo si trovano lungo il Ring of Fire.

In questa zona, ieri, con magnitudo 8,8 si è verificato il quinto terremoto più forte registrato a partire dal 1900 (1.000 volte più potente del disastro haitiano). Un terremoto con la stessa magnitudo si ebbe al largo della costa dell'Ecuador nel 1906; mentre quello del Natale 2004, al largo della costa di Sumatra, il terzo più forte dal 1900 (ha generato lo tsunami che ha ucciso quasi 228.000 persone in Asia meridionale), è stato un terremoto di magnitudo 9,1

Tuttavia, il  più grande terremoto mai registrato sinora è stato quello del  22 maggio 1960, che ha colpito la stessa zona del terremoto di ieri in Cile, che fece 1.655 vittime, lasciando 2 milioni di senza tetto, provocando uno tsunami che ha causato 61 morti e 75 milioni dollari di danni alle Hawaii, 138 morti e danni  per 50 milioni di dollari in Giappone, e altri 32 tra morti e dispersi nelle Filippine. La magnitudo di quella volta fu di 9,5.
 
Gli scienziati ritengono che il movimento delle placche tettoniche (circa 60 chilometri dalla crosta superiore della Terra) causa i terremoti e le eruzioni vulcaniche nell'Anello di Fuoco.  

Le placche tettoniche si muovono lentamente su uno strato sottostante di roccia debole che è così calda che scorre, anche se rimane solida. L'orlo della placca affonda sotto il bordo della placca vicina in un processo chiamato subduzione.  

La subduzione è un fenomeno geologico che ha un ruolo chiave nella teoria della tettonica delle placche. Con questo termine si intende lo scorrimento di una placca litosferica sotto un'altra placca ed il suo conseguente trascinamento in profondità nel mantello, connesso alla produzione di nuova litosfera oceanica nelle dorsali medio-oceaniche, la quale tenderebbe ad aumentare la superficie complessiva del pianeta; questo fenomeno avviene lungo i margini convergenti delle placche, ove la crosta oceanica viene quindi distrutta per subduzione (concetto di invariabilità del raggio terrestre). 

Al momento, le onde anomale attese sulle coste del Pacifico hanno perso potenza. Alle Hawaii è stato revocato l'allarme tsunami. In Giappone e in Russia onde anomale contenute.


Immagine tsunami: english.pravda.ru/