Trovati batteri nella ​​media e alta troposfera che possono condizionare il meteo

I ricercatori del Georgia Institute of Technology  hanno scoperto un numero significativo di microrganismi viventi, soprattutto batteri, nella media e alta troposfera (quella sezione dell'atmosfera circa quattro a sei miglia sopra la superficie della Terra) con tecniche genomiche.

I microrganismi sono state evidenziate in campioni di aria ottenuti nell'ambito del programma  NASA’s Genesis and Rapid Intensification Process (GRIP) per esaminare masse d'aria a bassa e ad alta quota legate alle tempeste tropicali. Secondo un comunicato stampa del Georgia Institute of Technology, il campionamento è stato condotto da un jet DC-8 della NASA sia sulla terraferma che in mare. La notizia rilasciata dice che il campionamento si è verificato prima, durante e dopo gli uragani Earl e Karl del 2010.

Secondo la rivista Proceedings of the National Academy of Sciences è la prima volta che uno studio documenta la presenza di microrganismi in quella zona del cielo.

Grandi quantità di batteri sono stati trovati tra le quattro e sei miglia dalla superficie della Terra. Per  gli scienziati atmosferici questi microrganismi potrebbero svolgere un ruolo influente nella formazione delle nuvole e possono avere il potenziale per alterare le condizioni meteorologiche e climatiche.

Per il momento, i ricercatori non sono certi che questi microrganismi risiedano stabilmente in questa sezione del clima o se sono stati inviati nella media e alta troposfera dalla superficie terrestre. Essi ritengono che i microrganismi potrebbero svolgere un ruolo importante nella formazione del ghiaccio che può influenzare tempo e il clima.

In un comunicato Kostas Konstantinidisassistente professore presso lo School of Civil and Environmental Engineering del Georgia Institute of Technology, ha detto che non si aspettavano di trovare così tanti microrganismi nella troposfera, considerato un ambiente difficile per la vita.

I ricercatori hanno scoperto che i campioni di masse d'aria sopra l'oceano rivelano batteri per lo più marini, mentre i campioni di masse d'aria sulla terra sono composti per lo più da batteri terrestri. Hanno poi scoperto prove convincenti che gli uragani hanno avuto un grande effetto sulla distribuzione e la dinamica delle popolazioni di microrganismi.

Per approfondire l'argomento: www.sciencecodex.com - www.pnas.org - www.sciencerecorder.com

Immagine: www.sciencecodex.com