Trovato, fotografato e filmato per la prima volta il temibile e mitico calamaro gigante


Il misterioso e mitico calamaro gigante non è mai stato avvistato in vita nelle profondità marine - fino ad ora. Un team del  Japan's National Science Museum guidati dallo zoologo Tsunemi Kubodera ha incontrato i calamari nel mese di luglio nei pressi delle isole Ogasawara, diverse centinaia di miglia al largo della costa del Giappone. Utilizzando un richiamo bioluminescente che imita il bagliore delle meduse, la squadra di Kubodera ha trovato i calamari e li ha seguiti nelle profondità marine fino a 3.000 metri prima di perderli di vista. Purtuttavia, sono riusciti a catturare le immagini di un calamaro gigante nel suo habitat naturale a quasi a 500, 600 metri sotto la superficie dell'oceano.

Discovery Channel manderà in onda il primo video del suo genere in America il prossimo 27 gennaio

I calamari giganti, che possono crescere fino a oltre 18 metri di lunghezza, sono stati trovati morti sulle spiagge e fotografati spesso sulla superficie marina. Ma gli scienziati non hanno mai visto video della strana creatura sottomarina, fino a quando una missione messa su da Japan Broadcasting Corp. (NHK) e Discovery Channel hanno ripreso l'inafferrabile creatura marima al largo delle coste del Giappone.

"Il calamaro gigante era così bello che sembrava brillare" ha detto ai giornalisti Tsunemi Kubodera, uno dei scienziati a capo della spedizione. "Ero così entusiasta quando l'ho visto in prima persona, ma ero sicuro che lo avremmo trovato perché abbiamo ricercato rigorosamente nelle aree che, in base ai dati del  passato, in cui lo avremmo potuto localizzare."

Kubodera, che lavora in qualità di zoologo ed esperto di calamari giganti presso il  Japan's National Museum of Science, ha passato anni nella ricerca delle enormi creature del mare. Il suo team ha filmato un calamaro gigante sulla superficie del mare nel 2006.

Utilizzando un sottomarino con equipaggio, Kubodera e i suoi colleghi hanno effettuato 100 viaggi sotto la superficie del mare per individuare il furtivo calamaro. Il team ha utilizzato una telecamera appositamente progettata per catturare immagini ad alta definizione nelle acque profonde.

Calamari giganti sono predatori che cacciano nelle acque profonde più verso il basso per evitare che la luce li possa raggiungere. Per questo motivo l'acquisizione di filmati delle creature è stata una sfida enorme, e ha creato molte dicerie e miti sugli animali. Si ritiene che l'antico mito del Kraken, un mostro marino abbastanza grande da divorare navi e marinai , sia nato con il calamaro gigante.

Immagine: dailymail.co.uk



Post in evidenza

Le 10 più terribili catastrofi naturali della storia

Oleodotti nel Mar Caspio: una partita da giocare

L'alba del nuovo impero

Il mistero delle antiche carte nautiche

Terremoto in Cile: l'anello di fuoco

Energia geotermica: si sperimenta un nuova tecnologia sul Newberry Volcano

Lo tsunami che ha messo in ginocchio il Giappone

La vergogna del mondo consumistico si trova nell'Oceano Pacifico

I grandi disastri ambientali causati dall'oro nero

Referendum in Sudan: una bomba a orologeria