Giovani, abbiate il coraggio di osare!


Ci attendono al varco. Stanno solo aspettando di veder passare il cadavere di quello che fu il Bel Paese per poi rubarcelo definitivamente. Non ci sono riusciti per secoli ma ci hanno provato in tutti i modi col tintinnio delle lame affilate e col tuono dei cannoni.

Adesso, adottando una guerra subdola, quella della finanzia, hanno trovato il il modo d'impoverirci e stanno quasi per farcela. I nostri nemici sono sempre  gli stessi, i paesi del nord Europa e la Francia, con la Germania in testa, che si fingono amici dietro lo scudo dell' Unione europea ma mirano alle meraviglie del Bel paese come han sempre fatto.

Un tempo nel nostro paese c'era il dualismo tra Guelfi e Ghibellini, oggi c'è quello tra centrodestra e centrosinistra che da un ventennio, a forza di darsele tra loro, non han fatto altro che trascurare le cose più importanti, quelle che avrebbero dato più sviluppo alle imprese e più lavoro alla gente, oltre che dignità alla nazione.

Ma così non è stato. Non c'è ne concordia ne armonia. Continuamo a litigare, ad insultarci, ad accusarci, a corrompere, a fare brutte figure all'estero, ridicolizzandoci da soli con le nostre azioni scellerate d'innanzi al mondo intero che se la ride alla grande e comincia ad annusare  l'odore della preda ormai ingabbiata.

Su, fatti avanti amico europeo. Amico, che bella parola! Roba che se stai sul ciglio del burrone ti da la spintarella per farti precipitare!

Lui, l'amico nemico europeo che a casa nostra nel corso dei secoli ha fatto man bassa di opere d'arte, l'unica vera grande ricchezza materiale che non ci manca, siede nei palazzi della politica e delle grandi banche europee e attende l'attimo propizio per far di noi un sol boccone.

Adesso rischiamo che il Bel paese ci venga confiscato e resteremo a guardare mentre ce lo portano via a pezzi. Purtroppo ci manca la capacità decisionale o forse ci manca l'uomo della provvidenza col piglio fiero, lo sguardo franco e la voce ferma.

Il nostro paese, invecchiato dal punto di vista anagrafico, non ha la forze ne di reagire ne l'entusiasmo della speranza per cambiare. .

Dunque, largo ai giovani! E che sia la volta buona! Il M5S è un esempio, ma non basta.

Tocca a voi che avete davanti un futuro incerto a ricomporre il paese, a ridarci la dignità che forse non abbiamo mai avuto. L'Italia è stata fatta 150 anni fa ma non si è riuscito di fare gli italiani. Pensateci voi  a farli e qualora ci riusciate... tenetevi stretto il paese al cuore.

Abbiate il coraggio di osare e ce la farete!





Immagine sopra a DX : mie-idee.blogspot.com

Post in evidenza

Le 10 più terribili catastrofi naturali della storia

Oleodotti nel Mar Caspio: una partita da giocare

L'alba del nuovo impero

Il mistero delle antiche carte nautiche

Terremoto in Cile: l'anello di fuoco

Energia geotermica: si sperimenta un nuova tecnologia sul Newberry Volcano

Lo tsunami che ha messo in ginocchio il Giappone

La vergogna del mondo consumistico si trova nell'Oceano Pacifico

I grandi disastri ambientali causati dall'oro nero

Referendum in Sudan: una bomba a orologeria