Anidride carbonica nell'aria: passare ai fatti

Un nuovo studio della Università di Chicago sostiene che solo le riduzioni delle emissioni di carbonio nell'aria, presentano la migliore opportunità possibile per affrontare il cambiamento climatico.

Gli effetti di anidride carbonica nell'atmosfera durano più degli altri inquinanti del clima emessi dagli esseri umani. Gli effetti possono durare per migliaia di anni, anche se smettono le emissioni.

Lo studio ha rivelato i benefici e l'importanza di ridurre le emissioni di carbonio. Anche se altri inquinanti come il metano dovrebbero essere ridotti, l'urgenza ora, dice lo studio, sta nel fermare i combustibili fossili dalla combustione.

L'aumento delle emissioni di carbonio nell'atmosfera, secondo i recentissimi dati, ha suscitato una forte preoccupazione in tutto il mondo, che è cresciuta nel corso degli anni. I livelli di anidride carbonica nell'emisfero settentrionale hanno superato i 400 parti per milione (ppm) per la prima volta nella storia. Per gli scienziati del clima, questo primato, è stata di "significato simbolico e scientifico."

Michael Jarraud, segretario generale del World Meteorological Organisation (WMO, ha detto che i livelli di gas serra sono aumentati di 2 ppm ogni anno negli ultimi 10 anni. Per questa generazione, per salvare il pianeta per il futuro,
"il tempo stringe"  ha detto Jurraud.  Il sottoscritto aggiunge invece: non c'è più tempo per teoremi e chiacchiere

Immagine: www.shutterstock.com





Post in evidenza

Le 10 più terribili catastrofi naturali della storia

Oleodotti nel Mar Caspio: una partita da giocare

L'alba del nuovo impero

Il mistero delle antiche carte nautiche

Terremoto in Cile: l'anello di fuoco

Energia geotermica: si sperimenta un nuova tecnologia sul Newberry Volcano

Lo tsunami che ha messo in ginocchio il Giappone

La vergogna del mondo consumistico si trova nell'Oceano Pacifico

I grandi disastri ambientali causati dall'oro nero

Referendum in Sudan: una bomba a orologeria