Filippine: il tifone Rammasun colpisce duro

Il temuto tifone Rammasun ha raggiunto le Filippine e ha devastato Manila, la capitale. Circa 450.000 persone sono fuggite nei centri di evacuazione per evitare la tempesta, i cui venti, quando ieri ha infierito sulle isole occidentali delle Filippine, hanno raggiunto i 250 km orari.

La  prima vittima della tempesta è stata una donna sull'isola di Saman, che è morta poichè le è caduto un palo addosso.

L'occhio del tifone Rammasun, nei pressi dell'isola principale di Luzon, ha colpito duro.

Le strade principali di Luzon sono state bloccate dai detriti, dagli alberi caduti, dai pali dell'elettricità che hanno provocato folgorazioni e blackout diffusi; dai tetti di lamiera strappati via dalle case del villaggio.

Rammasun ha sradicato alberi nella capitale dove le palme che costeggiano le principali arterie sono state piegate dal vento, rimbalzando qui e la per le strade.




Post in evidenza

Le 10 più terribili catastrofi naturali della storia

Oleodotti nel Mar Caspio: una partita da giocare

L'alba del nuovo impero

Il mistero delle antiche carte nautiche

Terremoto in Cile: l'anello di fuoco

Energia geotermica: si sperimenta un nuova tecnologia sul Newberry Volcano

Lo tsunami che ha messo in ginocchio il Giappone

La vergogna del mondo consumistico si trova nell'Oceano Pacifico

I grandi disastri ambientali causati dall'oro nero

Referendum in Sudan: una bomba a orologeria