Operation Cobra 3: vasta operazione contro il traffico di animali


Operazione Cobra 3, che è alla sua terza edizione, ha visto la Police National Wildlife Crime Unit (NWCU), UK Border Force, Europol e le forze dell'ordine di 62 paesi  lavorare insieme per sei settimane in una operazione in tutto il mondo per affrontare il commercio "illegale e barbaro" degli animali in via di estinzione, impedendo la circolazione illegale attraverso i confini internazionali.  

Fino ad oggi, a livello globale, le squadre di polizia hanno effettuato circa 200 arresti, mentre nel Regno Unito il NWCU ha sostenuto le forze di polizia in 28 indagini.

Nei porti ed aeroporti britannici, la UK Border Force, che combatte globalmente il crimine della fauna selvatica, ha sequestrato più di 300 diverse specie animali e vegetali e loro derivati, migliaia di "mercanzie" illecite quali avorio e prodotti di avorio, 166 gechi blu turchese, 10.000 cavallucci marini, 400 tartarughe Horsefield vive, 11 artigli di orso nero, 23 orchidee, cactus e 157 integratori. Tutto quello sequestrato viene classificato a rischio di estinzione ai sensi della Convention on International Trade in Endangered Species (CITES).

Durante l'intensa operazione, il personale ha anche scoperto un camaleonte in una borsa, scorpioni in pacchi postali e una pelle di orso polare nel bagaglio.

Su scala globale, la dogana Tailandese ha effettuato uno dei maggiori sequestri di avorio di elefante della loro storia: 4,3 tonnellate di avorio in una spedizione dal Congo al Laos. Un altro 3,1 tonnellate di avorio di elefante (511 pezzi) era stato nascosto in 220 sacchi di foglie di tè provenienti dal Kenya, anche in rotta verso il Laos, quando è stato intercettato dalla dogana thailandese. 

Altri sequestri internazionali inclusi: più di 90kg di corallo e 50 kg di parti di animali (comprese le teste e le corna) in Spagna, più di 500 kg di anguille congelate in Polonia, 800 cactus in un'operazione tedesco e cinese congiunta e 16 costole di balena sequestrate nei Paesi Bassi.

Grant Miller, a capo del Border Force of Convention on International Trade in Endangered Species of Wild Fauna and Flora (Cites), ha detto che il Regno Unito è un hub di transito logistico importante per bande criminali e contrabbandieri di prodotti provenienti da animali in via di estinzione, specie di avorio di rinoceronti in Africa.

Tuttavia, molti dei sequestri sono di persone che non hanno la documentazione giusta per  possedere il loro animale domestico protetto, come un rettile, o ignorano le regole sull'importazione ed esportazione di prodotti vegetali o parti di animali come l'avorio.

Miller ha detto: "Dobbiamo riconoscere c'è un commercio di animali selvatici perfettamente legale. Il nostro compito è quello di trovare la criminalità all'interno di quella, dove le persone non sono conformi alle norme, di ottenere i permessi per le organizzazioni criminali che prenderanno iguane e metterle in calze e nasconderle nelle valigie.

Non si tratta solo di rinoceronti ed elefanti, ma rane, rettili, le tartarughe, piante, legno delle grandi foreste. Abbiamo avuto tartarughe in pacchetti di sigarette, serpenti velenosi in pacchi di stampe, insetti, scorpioni...

Gli integratori occidentali e prodotti a base di erbe sono un nuovo punto di riferimento per Border Force, a causa del loro crescente uso di piante in via di estinzione.


La barbarie umana non ha davvero  limiti! 

Immagine: www.expressandstar.com