Pesci robot antinquinamento

Dei pesci robot, in grado di rilevare l'inquinamento delle acque, sono stati rilasciati al largo delle acque spagnole. I pesci, lunghi circa 1,5 metri, somiglianti a delle carpe, provvisti di rilevatori, sono in grado di identificare le fonti d'inquinamento, quali combustibili delle navi o prodotti chimici rilasciati nel mare.

Cinque di questi robot, il cui valore si aggira sui 21 mila euro cadauno, sono stati liberati nel Golfo di Biscaglia, a Gijon, nel nord della Spagna.

L'operazione fa parte di un progetto pilota triennale messo a punto da BMT Group, una società di ingegneria e da ricercatori dell'Essex University, nel sudest dell'Inghilterra. I pesci robot hanno una battera di durata di otto ore e non richiedono telecomando. La loro missione dovrebbe durare 18 mesi, dopodichè, in caso di successo, essi potrebbero essere utilizzati in tutto il mondo, per impedire la diffusione dell'inquinamento nelle acque marine.

Fonte notizia e immagine: news.yahoo.com/