Preservativi alla popolazione umana per preservare la fauna selvatica minacciata

Uno studio scientifico pubblicato dalla londinese Royal Society ritiene che la crescita della popolazione umana del mondo e il consumo di risorse naturali da parte dei paesi ricchi presentano "profonde" sfide per le economie e il nostro ambiente.

Il rapporto, People and the Planet, comprende diverse raccomandazioni per garantire la salute di tutta la vita sul pianeta, inclusa la pianificazione familiare volontaria.

"Le raccomandazioni contenute nello studio dovrebbe essere ascoltato dagli attivisti ambientali di tutto il mondo," ha detto il Center for Biological Diversity, che ha lanciato una innovativa campagna della popolazione umana pochi anni fa.

"La crescita insostenibile della popolazione umana mondiale sta avendo profondi effetti ambientali, incluso l'impatto sempre più maggiore su piante e animali in via di estinzione. Il consumo e la crescita della popolazione devono semplicemente essere parte della discussione quando si parla di questioni ambientali ".

Negli ultimi anni, la consapevolezza e la preoccupazione per gli effetti di una popolazione in crescita è aumentata. Come difensori dell'ambiente riuscire a promuovere nuove iniziative per ridurre i consumi, le modifiche risultanti sono messe a repentaglio da sempre più persone che fanno il consumo.

In People and the Planet, i ricercatori riconoscono questa complessa connessione: "la popolazione non è solo il numero crescente di personecambiamenti nella struttura dell'età, migrazioni, urbanizzazione e il declino della popolazione presentano opportunità e sfide per la salute umana, il benessere e l'ambiente". 

La popolazione umana del mondo è raddoppiata dal 1970, raggiungendo 7 miliardi nel 2011. Potrebbe superare i 9 miliardi entro il 2050.

The Center for Biological Diversity è il solo gruppo ambientale con una campagna a tempo pieno, che ha messo in evidenza la connessione tra la crescita non sostenibile della popolazione umana e la crisi in corso sull'estinzione di piante e animali in tutto il mondo. Con un maggior numero di persone che affollano il pianeta, ci sono sempre meno risorse per le specie già minacciate come pantere, tartarughe marine, il piviere...


Dal 2010, il Centro ha distribuito più di mezzo milione di Endangered Species Condoms (preservativi) gratis come parte dei suoi 7 miliardi riservati alla campagna di sensibilizzazione in favore delle speci minacciate d'estinzione. Il Centro ha collaborato con l'artista Roger Peet nella creazione di speciali pacchetti di preservativi colorati dotati di una suite per ciascuna specie - dal cavalluccio marino nano all'orso polare - minacciati dalla crescita della popolazione umana del mondo.


Post in evidenza

Le 10 più terribili catastrofi naturali della storia

Se non interveniamo, il clima che verrà ci creerà una montagna di guai

Antartide: si profila una lotta epica nella caccia alle balene

Granny, l'orca secolare e suoi 100 giri del mondo

C'era una volta il Polo Nord

Idrogeno, la realtà della prossima generazione

L'ultimo oceano: il regno del pinguino

Qatargas, la mossa strategica sul gas liquefatto

Il riscaldamento globale nell'immaginario collettivo

Land grabbing senza pietà tra le tribù indigene del Borneo