Catclo, l'additivo antinquinamento per i nostri jeans

Tony Ryan è un 50enne di  Leeds, professore di chimica fisica presso l'Università di Sheffield ed è particolarmente interessato a polimeri e nanotecnologie. Insieme con la stilista Helen Storey sta sviluppando un additivo per lavanderia chiamato Catclo che si attacca alle fibre superficiali deo vestiti e reagisce con gli ossidi di azoto presenti nell'aria per neutralizzarli. L'inquinamento atmosferico nelle città britanniche provoca migliaia di morti ogni anno di asma, malattie polmonari e attacchi di cuore. Nella sola Londra, l'inquinamento da biossido di azoto, si dice provochi oltre 4.000 morti l'anno.

Catclo è nella fase finale di sviluppo e Ryan e Storey sperano che sarà aggiunto a molti detersivi. Essi sono in trattativa con un certo numero di produttori e l'azienda di prodotti di pulizia Ecover sta testando l'additivo

Come funziona Catclo?

Catclo contiene nanoparticelle di titanio mille volte più sottili di un capello umano. Quando i vestiti sono lavati con Catclo queste particelle si depositano nelle fibre del tessuto.  Quando i vestiti catalizzati sono usurati, la luce investe le particelle di titanio ed eccita gli elettroni sulla superficie della particella. Gli elettroni eccitati tentano di reagire con qualcosa e la prima cosa che vedono è ossigeno perché è nell'aria appena sopra la superficie della particella.

Quindi l'elettrone eccitato divide l'ossigeno a metà e - perché le molecole di ossigeno sono due atomi di ossigeno - allora si ha un atomo di ossigeno che è solo e atomi di ossigeno reagiscono con qualcosa immediatamente.

Così l'elettrone eccitato si divide l'ossigeno a metà e – perché le molecole di ossigeno sono due atomi di ossigeno – allora hai un solo atomo di ossigeno è gli atomi di ossigeno reagiscono con qualcosa immediatamente. Questo è generalmente acqua e che fa perossido, alias candeggina, che sbianca gli ossidi di azoto che inquinano l'atmosfera. 

Ryan e Storey hanno indossato vestiti trattati con Catclo per due anni, senza effetti negativi e le prove lo confermano.

Ma perché vale solo per l'abbigliamento? Perché non qualche altra superficie esterna come i mattoni di casa?

E 'una questione di superficie.  La superficie di una casa è piuttosto piccola, perché i mattoni sono piatti. Mentre la superficie di un abbigliamento è l'area superficiale delle fibre e le fibre sono molto piccole. Così se si scarta tutta la superficie delle fibre essa è molto più ampia di quella del tessuto.

Funziona solo su strati esterni?

La luce prende tutto il percorso attraverso la maggior parte dei vestiti perché la maggior parte dei vestiti sono abbastanza trasparenti. Se tu hai un paio di tende dello stesso spessore dei pantaloni non sarebbero molto buone. Le tende sono in realtà abbastanza profonde; c'è un sacco di materiale, perché si ha bisogno di un sacco di materiale per assorbire tutta la luce.

Quanto ossido di azoto possono assorbire capi trattati?
In una tipica strada di Londra la concentrazione di ossido di azoto, che è 14 mg per m3, il tessuto di cotone avrà l'80% dell'inquinamento alla portata volumetrica che si ottiene da qualcuno che cammina a piedi.

Ma cosa succede se si è in casa o ancora seduti?

Se sei seduto ancora al di fuori ci saranno movimenti dell'aria. Se ci si trova all'interno, in condizioni di luci fluorescenti, c'è ancora luce sufficiente per far funzionare il catalizzatore.

L'interessante chiacchierata di Ryan e Storey continua. Se tutto quello che si è detto sinora fosse davvero realizzabile, allora significherebbe aver fatto un ulteriore passo in avanti per combattere l'inquinamento atmosferico specie nelle città, dove molta gente veste con jeans ed abiti adatti ad essere lavati con questo additivo. Sembra che persino il ministro dell'Università e della Scienza britannico David Willetts sia interessato a lavare i suoi jeans con Catclo, che sarà presentato dal 27 ottobre al 4 novembra presso il Manchester science festival.

Per leggere l'articolo intero (in inglese) cliccate QUI

Immagine: www.guardian.co

Post in evidenza

Le 10 più terribili catastrofi naturali della storia

Oleodotti nel Mar Caspio: una partita da giocare

L'alba del nuovo impero

Il mistero delle antiche carte nautiche

Terremoto in Cile: l'anello di fuoco

Energia geotermica: si sperimenta un nuova tecnologia sul Newberry Volcano

Lo tsunami che ha messo in ginocchio il Giappone

La vergogna del mondo consumistico si trova nell'Oceano Pacifico

I grandi disastri ambientali causati dall'oro nero

Referendum in Sudan: una bomba a orologeria