Asia meridionale: l'inquinamento dell'aria è il sesto killer più pericoloso

Un killer molto spietato si aggira in India e in Cina, i paesi più popolosi del pianeta. E sesto killer più pericoloso in Asia meridionale.

Si tratta dell'inquinamento atmosferico, classificato come uno dei 10 peggiori assassini del mondo dalla Global Burden of Disease (GBD).

Ora, seppur in ritardo, si cerca di correre ai ripari. Già il 5 dicembre scorso, in Cina, il ministro per la Protezione Ambientale ("MEP") ha annunciato il suo 12 ° piano quinquennale contro l'inquinamento atmosferico nelle regioni chiave, che mira a ridurre drasticamente le emissioni di sostanze inquinanti nelle aree economicamente più dinamiche. Questo è il primo piano della Cina contro l'inquinamento globale che giunge in un momento di crescente tensione sociale a causa del peggioramento dei livelli di inquinamento.

Anche l'India non è immune da questo pericolo. Secondo la relazione di GBD l'inquinamento dell'aria esterna è diventata il quinto responsabile di morti in India dopo la pressione alta, l'inquinamento dell'aria negli ambienti chiusi, fumo di tabacco e cattiva alimentazione. Il rapporto dice che circa 620.000 morti premature avvengono in India da parte di malattie legate all'aria inquinata. Si evidenzia anche che le morti premature annuali causati da particolato atmosferico sono aumentati di sei volte dal 2000 e rappresentano un quinto dei decessi a livello mondiale.

I decessi prematuri indotti da inquinamento dell'aria sono causate da malattie respiratorie e cardiovascolari. Queste malattie includono ictus (25,48 per cento), malattie polmonari ostruttive croniche (17.32 per cento), cardiopatia ischemica (48,6 per cento), infezioni delle basse vie respiratorie (6,4 per cento), e della trachea, dei bronchi e del cancro del polmone (2,02 per cento).

Le pesanti emissioni di gas bruciato e combustibili sono anche il motivo principale per il pesante smog invernale e l'aria cattiva. Lo smog è un problema serio perché è nocivo per la salute soprattutto per i bambini, gli anziani e per le persone con problemi di di cuore e malattie polmonari come asma e bronchite. Esso può causare irritazione agli occhi e al naso, secchezza del naso e della gola, dispnea, tosse, asma, ecc. Con regolare esposizione a lungo termine, può causare il cancro ai polmoni.

L'India mostra i maggiori impatti da inquinamento dell'aria esterna. 'Questa è una notizia scioccante e sconvolgente. Ciò richiede un intervento urgente e aggressivo per tutelare la salute pubblica, 'ha detto Sunita Narain, direttore generale del Centre for Science and Environment (CSE).

I risultati d'India e Asia meridionale sono stati pubblicati ieri dal CSE, e l'Indian Council of Medical Research and the US-based Health Effects Institute. Il rapporto è uscito lo scorso dicembre.

A livello globale, l'inquinamento dell'aria connesso con le malattie provoca 3,2 milioni di morti ogni anno. Questo numero è aumentato di 800.000 unità rispetto all' ultimo stimato dalla GBD nel 2000 Un aumento di circa il 300%. Circa 74 milioni di anni di vita sana si perdono ogni anno. 






Post in evidenza

Le 10 più terribili catastrofi naturali della storia

Oleodotti nel Mar Caspio: una partita da giocare

L'alba del nuovo impero

Il mistero delle antiche carte nautiche

Terremoto in Cile: l'anello di fuoco

Energia geotermica: si sperimenta un nuova tecnologia sul Newberry Volcano

Lo tsunami che ha messo in ginocchio il Giappone

La vergogna del mondo consumistico si trova nell'Oceano Pacifico

I grandi disastri ambientali causati dall'oro nero

Referendum in Sudan: una bomba a orologeria