La difficile riduzione dei gas a effetto serra nel comparto Alimentare

Secondo un nuovo rapporto, l'industria alimentare si troverà ad affrontare una sfida difficile nella produzione di cibo a sufficienza per nutrire la crescente popolazione mondiale, limitando nel contempo l'impatto sull'ambiente.

Dalla produzione al consumo il settore Alimentare contribuisce tra il 19 e il 29% del totale gas a effetto serra mondiale (GHG). Questi livelli, dice il rapporto, sono insostenibili nel lungo periodo ma la riduzione delle emissioni di tutto il comparto alimentare, può essere raggiunta solo con uno sforzo collettivo da parte di tutti gli attori coinvolti.

Secondo l'economista Trevor Donellan: "ridurre le emissioni di gas da produzione alimentare a livello globale non sarà facile. La domanda alimentare è legata alla popolazione e la crescita del reddito, che continueranno ad aumentare nei prossimi decenni. Inoltre le emissioni di gas serra agricoli prodotte attraverso complessi processi produttivi, non sono raffrontabili con quelli del settore dei trasporti, produzione, costruzione".

The statement "Climate Change and the Food Chain" è stato prodotto in collaborazione della Royak Irish Academy Climate Sciences Committee.

Testo Completo: www.foodnavigator.com/

Immagine: eng.coa.gov.tw/



Post in evidenza

Le 10 più terribili catastrofi naturali della storia

Oleodotti nel Mar Caspio: una partita da giocare

L'alba del nuovo impero

Il mistero delle antiche carte nautiche

Terremoto in Cile: l'anello di fuoco

Energia geotermica: si sperimenta un nuova tecnologia sul Newberry Volcano

Lo tsunami che ha messo in ginocchio il Giappone

La vergogna del mondo consumistico si trova nell'Oceano Pacifico

I grandi disastri ambientali causati dall'oro nero

Referendum in Sudan: una bomba a orologeria