Kara Sea: una montagna di petrolio grande quanto quello dell'Arabia Saudita

Le risorse petrolifere del Kara Sea  (una porzione meridionale del mar Glaciale Artico compresa tra il 60º e il 90º meridiano est), sono comparabili con quelle dell' Arabia Saudita. Lo ha detto Igor Sechin,  amministratore delegato della Rosneft, al presidente Putin in una chiamata televisiva.

In presenza dei leader della ExxonMobil e della Norwegian North-Atlantic Drilling, Sechin ha riferito al presidente del lancio dell'operazione di perforazione presso the University-1, la storica compagnia della società nel Mare di Kara. 

Secondo Sechin, le risorse petrolifere del Kara Sea superano quelle del Golfo di Messico, della piattaforma brasiliana, dell'Alaska e Canada settentrionale e possono essere confrontati con le risorse dell'Arabia Saudita.

Siamo disposti a esplorare l'estensione extraterritoriale delle risorse petrolifere occidentali della Siberia e l'intenzione di aprire una nuova base petrolifera nel Kara Sea, ha riferito Sechin a Putin attraverso un discorso televisivo.

La University-1, si trova a 74 gradi nord, circa 160 km a est della Novaja Zemlja e a 250 km nord della Russia continentale. "Nessun altro sta lavorando a queste altitudini", ha detto Sechin. "Un anno fa, nessuno ipotizzava che questa operazione sarebbe stat possibile. Ma oggi stiamo iniziando le perforazioni ", ha sottolineato il gran capo della Rosneft, ex agente sovietico ed eminenza grigia di Putin.