Passa ai contenuti principali

Tunisia: la nascita di un lago misterioso

Sorprendente scoperta in Tunisia, terra dai fantastici e misteriosi paesaggi. Il piccolo Paese nord africano è stato spesso la location dei film di Star Wars, adattato al pianeta Tatooine.

Adesso, alle montagne dell'Atlante e al deserto del Sahara, la piccola repubblica ha un'altra attrazione turistica: un nuovo lago, che fa gridare al miracolo.

Scoperto dai pastori il mese scorso nel bel mezzo del deserto, sinora non c'è stata alcuna spiegazione ufficiale per la sua improvvisa apparizione. Alcuni geologi hanno proposto che l'attività sismica potrebbe aver interrotto la tavola di acqua naturale (una tavola di acqua descrive il confine tra il terreno saturo d'acqua e suolo insaturo), spingendo l'acqua dalle falde acquifere sotterranee alla superficie. Altri non sono d'accordo.

Le autorità hanno calcolato che la zona del lago superiore ha una estensione di un ettaro, con profondità che vanno da 10 a 18 metri; che indica un volume d'acqua totale di un milione di metri cubi, vale a dire: oro liquido per un Paese dove la siccità la fa da padrone.

Soprannominato localmente "Lac de Gafsa", finora il nuovo lago ha attirato molta gente su una improvvisata piscina e una spiaggia formatasi lungo il suo litorale. Le autorità hanno detto che l'acqua, inizialmente era di colore turchese trasparente fino a quando vi è stata una rapida fioritura di alghe di un verde torbido, che potrebbe significare che possa essere acqua radioattiva. Ciò non ha scoraggiato i visitatori a immergersi, a nuotare, e a galleggiarvi con zattere gonfiabili.

Alcuni dicono che si tratta di un miracolo, mentre altri pensano ad una maledizione.

L'ufficio di Pubblica Sicurezza di Gafsa ha messo in guardia i tunisini che l'acqua può essere contaminata o addirittura cancerogena, ma nessun divieto ufficiale al nuoto è stato messo in atto.

Il lago si trova in una zona ricca di giacimenti di fosfati.
L'industria mineraria tunisina si trova proprio nella regione centrale di Gafsa, sede di una delle più grandi miniere di fosfati del pianeta. La Tunisia è il quinto esportatore mondiale di prodotti chimici, utilizzati nell'industria dei conservanti alimentari e agricoli. Le miniere di fosfato sono alla base dell'economia nazionale, ma vanno a scapito dell'ambiente.

Fonte e immagine: www.greenprophet.com/

Immagine pianeta Tatooine from StarWars: feedgrids.com/





I post di sempre

Le 10 più terribili catastrofi naturali della storia

Segnaliamo in data 18 settembre 2015, il forte terremoto avvenuto in Cile, con la prima scossa di magnitudo 8.3 alle 8 di ieri sera (ora locale). L'UPDATE al 18 settembre 2015 lo trovate in fondo al post.
-------------------------------------------------

Il recentissimo terremoto in Nepal e lo tsunami in Indonesia del 2004, si aggiungono a questa serie di catastrofi naturali della storia. L'UPDATE al 27 aprile 2015, lo trovate in fondo al post.
-------------------------------------------------

10 -  Tifone Tip


I tifoni del Pacifico generalmente sono molto più potenti degli uragani atlantici. Questo, poichè l'Oceano Pacifico ha molto più acqua su cui i tifoni possono raccogliere la loro forza. Il tifone Tip è stato il più vasto e intenso ciclone tropicale mai registrato, con un diametro di  2.220 chilometri.  Fu la novantesima tempesta tropicale, il dodicesimo tifone e il terzo supertifone del 1979. Esso sviluppò la perturbazione monsonica il 4 ottobre 1979  vicino all&#…

Se non interveniamo, il clima che verrà ci creerà una montagna di guai

Secondo il World Meteorological Organization (WMO) il 2015 è stato il primo anno nella storia dell'umanità in cui la presenza di CO2 in atmosfera ha superato la soglia di 400 parti per milione, tendenza confermata anche dalle rivelazioni effettuate nei primi mesi di quest'anno. Conseguenza del fenomeno è El Nino, che ha avuto effetti devastanti in diverse parti del pianeta ma in generale sull'inquinamento.

Mr. Petteri Taalas, segretario generale del World Meteorological Organization (WMO) ricorda che senza affrontare il problema delle emissioni di CO2, non possiamo affrontare il problema del cambiamento climatico e mantenere l'aumento della temperatura al di sotto di 2 gradi Celsius al di sopra del periodo pre-industriale. " E 'quindi della massima importanza che l'accordo di Parigi che entrerà in vigore effettivamente ben prima del previsto 4 novembre crearte una corsia prioritaria per la sua attuazione", ha aggiunto.

Precedentemente il WMO aveva av…

Antartide: si profila una lotta epica nella caccia alle balene

Il primo ministro australiano Malcolm Turnbull ha promesso di sollevare la caccia alle balene negli incontri di questa settimana con il leader del Giappone Shinzo Abe. Questo, anche perchè esortato dagli ambientalisti a fare pressione su Tokyo per fermare la caccia di questa stagione.

Un  flotta baleniera giapponese è salpata questo mese per l'Antartide in una missione per riprendere la caccia dopo una pausa di un anno, innescando una "forte" protesta formale da 33 paesi, guidati da Australia e Nuova Zelanda.

Da Melbourne è salpata anche la nave Steve Irwin di Sea Shepherd, sulle tracce della flotta baleniera giapponese che intende uccidere 333 balenottere minori nell'oceano Antartico, nonostante un ordine della Corte internazionale di giustizia per porre fine alla caccia.

"Ci sono persone provenienti da tutto il mondo, tra cui il Giappone, a bordo delle nostre navi, persone non remunerate che hanno solo una comune passione per dare al pianeta una sorta di sper…