Vita difficile per gli uccelli in prossimità dei grandi impianti solari

Gli impianti solari e le pale eoliche, due delle energie rinnovabili che stanno crescendo nel mondo, sono micidiali per gli uccelli.  Le pale eoliche vengono allestite sui crinali, lungo le coste, in mezzo al mare, nelle campagne... ovunque. E molti volatili come rapaci, pipistrelli e uccelli migratori inevitabilmente
vi cozzano contro e muoiono. Le pale eoliche costituiscono una fonte di pericolo soprattutto per i grandi veleggiatori, i rapaci, le gru, le cicogne

Come dice un post tratto dal blog www.komitee.de/it/, se delle pale eoliche non uccidono gli uccelli è solo perché non ci sono uccelli nella zona e dove ci sono uccelli nella zona, poco a poco ve ne saranno sempre meno a causa delle turbine.

Ma ora veniamo a sapere che anche gli impianti solari, involontariamente, creano fatali problemi agli uccelli.

I parchi solari sono stati criticati per il loro impatto sulle tartarughe del deserto, e non si pensava potessero creare altri danni se non fosse che dei lavoratori di un nuovo impianto solare hanno visto degli uccelli, che volano anche ad altezze considerevoli, accendersi a mezz'aria, prendere fuoco per poi cadere stecchiti al suolo... cantando.

E' accaduto presso l'impianto solare di Ivanpah, nel Mojave Desert, in California.

Nell'immagine tratta da U.S. Fish and Wildlife Service si vede un MacGillivray's Warbler prendere fuoco e piombare al suolo... cantando. Il MacGillivray's Warbler è famoso perchè trascorre la maggior parte del suo tempo cantando.  

Notizia e immagine tratta da www.sfgate.com

Post in evidenza

Le 10 più terribili catastrofi naturali della storia

Oleodotti nel Mar Caspio: una partita da giocare

L'alba del nuovo impero

Il mistero delle antiche carte nautiche

Terremoto in Cile: l'anello di fuoco

Energia geotermica: si sperimenta un nuova tecnologia sul Newberry Volcano

Lo tsunami che ha messo in ginocchio il Giappone

La vergogna del mondo consumistico si trova nell'Oceano Pacifico

I grandi disastri ambientali causati dall'oro nero

Referendum in Sudan: una bomba a orologeria