Prelude, il gigante più gigante dei mari

Prelude è la più grande nave al mondo (anche se non è esattamente una nave). Prelude FLNG è la prima piattaforma al mondo galleggiante di gas naturale liquefatto, nonché il più grande impianto off-shore mai costruito.

Lungo più di 530 metri e larga 80 metri, Prelude è stato costruito con 260.000 tonnellate di acciaio, più di quanto è stato utilizzato in tutto il complesso originale del World Trade Center, e si prevede possa spostare oltre 600.000 tonnellate di acqua, o sei portaerei. Anche il lavoro di verniciatura è enorme: più grossi bacini di carenaggio ogni cinque anni per un nuovo rivestimento, ma la vernice di Prelude dovrebbe durare 25 anni. Sarà in grado di produrre più gas naturale di quanto necessita ad Hong Kong  in un anno. E' così grande che non è possibile fotografarlo almeno non tutto in una volta. Il fotografo Stephen Mallon ha trascorso due giorni sulla gru, una a prua e una a poppa, prendendo più di mille immagini. In seguito, è stato utilizzato un software di editing per unire centinaia di fotografie insieme.

Shell Oil, che ha la più grande partecipazione nel progetto, descrive Prelude come più rispettoso dell'ambiente di un sito sulla terraferma con grande riduzione dei rischi per i centri abitati, dato l'esplosività del gas naturale. E' stato progettato per superare condizioni meteorologiche estreme, grazie a tre giganteschi propulsori di 6.700 cavalli che permettono di muoversi agevolmente tra vento e onde.

Insomma, un mostro del mare, il più grande impianto off-shore galleggiante mai costruito, costruito in South Korea da Samsung Heavy Industries e Technip per la  Royal Dutch Shell. 



Post in evidenza

Le 10 più terribili catastrofi naturali della storia

Oleodotti nel Mar Caspio: una partita da giocare

L'alba del nuovo impero

Il mistero delle antiche carte nautiche

Terremoto in Cile: l'anello di fuoco

Energia geotermica: si sperimenta un nuova tecnologia sul Newberry Volcano

Lo tsunami che ha messo in ginocchio il Giappone

La vergogna del mondo consumistico si trova nell'Oceano Pacifico

I grandi disastri ambientali causati dall'oro nero

Referendum in Sudan: una bomba a orologeria