Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2015

Dubai: il green cement diventa obbligatorio

Dal 1° aprile a Dubai, una nuova legislazione costringerà tutti i proprietari, imprenditori, appaltatori ad utilizzare il green cement per la costruzione di nuovi edifici. Questo provvedimento é parte di una strategia per proteggere l'ambiente e ridurre le emissioni di anidride carbonica e di altri gas tossici.

Dal primo di aprile, quindi, il Supplementary Cementing Materials (SCMs), sostituirà l'Ordinary Portland Cement (OPC), cemento Portland, utilizzato nella maggior parte degli edifici di Dubai.

Il nuoco tipo di cemento, Supplementary Cementing Materials comprende materiali come  Ground Granulated Blast Slag (GGBS) e ceneri volanti. Un tipico SCM raccomandato a livello internazionale rapporto OPC è una miscela fatta di 64 per cento di GGBS e 34 per cento OPC.

L'annuncio è arrivato nel corso di una conferenza stampa presso la sede della Municipalità di Dubai. Il comune ispezionerà i nuovi cantieri per verificare che la decisione venga applicata. Il  cemento verde s…

Scoperta in Etiopia una vastissima riserva di gas naturale

In Etiopia sono state scoperte vaste riserve di gas naturale, che hanno attirato molte aziende internazionali, in particolare Black RhinoGroup, società statunitense focalizzatasullo sviluppo eacquisizioni diprogetti energeticieinfrastrutturaliin tutta l'Africa.

Attualmente è in corso la costruzione di un gasdotto che si estende dai porti marittimi di Gibuti ai depositi di carburante di Awash, attraverso Diredawa, città orientale dell'Etiopia.

Secondo Sendek Newspaper, la grande riserva di gas naturale scoperta recentemente in Arbaminch (in Amarico vuol dire, "40 sorgenti") nell'Etiopia meridionale, farà del Paese il maggior produttore di gas naturale del mondo, seguito da Russia, Qatar e Iran.

La Russia supera  il totale delle riserve di gas naturale accertate del mondo, circa un quarto del totale mondiale delle riserve di gas.

L'accordo è stato firmato a inizio febbraio da Tolosa Shagi, ministro etiope delle Miniere e Ali Yacoub Mahamoud, ministro del…

Nuovo accordo sulla grande e controversa diga sul Nilo

Egitto, Sudan ed Etiopia hanno compiuto un passo avanti per disinnescare le tensioni intorno alla controversa costruzione, da parte dell'Etiopia, della Grand Renaissance Dam, l'enorme diga voluta dall'Etiopia sul Nilo Azzurro, che minaccia di sconvolgere l'equilibrio geopolitico della regione su come condividere l'acqua del Nilo.

I presidenti dei tre Paesi hanno firmato una dichiarazione nella capitale del Sudan Khartoum, impegnandosi a condividere meglio le acque del Nilo. Hanno anche formato un comitato per selezionare una società di consulenza per valutare il probabile impatto del progetto. Quattro società di consulenza di Francia, Australia e Olanda erano state selezionate in precedenza e invitate a presentare le loro proposte.

Prima dell'accordo, la diga ha scatenato una disputa tra Etiopia ed Egitto, che utilizzano il fiume in modi diversi. Etiopia ed Egitto sono stati bloccati nelle trattative sulle potenziali ramificazioni di costruire la diga sul c…

Il polmone verde del pianeta é malato

Il vitale complesso sistema forestale che ci permette di vivere, costituito dall'anidride carbonica naturale del più importante polmone verde della Terra, è messo a rischio dalle emissioni di combustibili fossili che inevitabilmente porta ad un aumento dell'effetto serra.

Fin dal 1990, la foresta Amazzonica ha rimosso più di due miliardi di tonnellate di CO2 grazie agli alberi della foresta e ad altre forme di vita vegetale. Tuttavia, un recente studio, durato 30 anni, mostra che la foresta amazzonica sta perdendo rapidamente questa capacità, che assorbe circa la metà di quello che era in grado di fare nel corso del 1990.

Per la prima volta, le emissioni generate da combustibili fossili provenienti dall'America Latina stanno diventando più di quelle che la foresta amazzonica è in grado di mantenere. Sembra che gli alberi e le piante muoiono prima del solito a causa dell'assorbimento di grandi quantità di anidride carbonica. Il Dr. Roel Brienen, ricercatore dell…

Al via la "fortezza mobile" russa nell'Artico

L'Artico, con le sue notevoli risorse, fa gola a tutti i Paesi vicini, in particolare alla Russia, che potrebbe ridisegnare i confini nazionali in Europa per riaffermarne la sua influenza geopolitica, ma i confini equivalenti nell'Artico non sono mai stati stabiliti. La crescente tensione con l'Occidente per la questione ucraina ha indotto il Presidente Vladimir Putin a far compiere una esercitazione militare, non ai confini con l'Ucraina, come ci si aspetterebbe, ma migliaia di chilometri di distanza nel Polo Nord.

Quasi 40.000 soldati, 41 navi da guerra e 15 sottomarini parteciperanno alle esercitazioni lungo le vaste province orientali e i possedimenti marittimi della Russia, secondo l'Associated Press.

In risposta a ciò che percepisce come una invasione occidentale, per testare la prontezza di difesa lungo questa vasta area, il Cremlino ha iniziato le esercitazioni militari nell'Artico e nella Siberia, creando una grande fortezza mobile difesa dalla …

Italia: boom del solare, terza nel mondo

Dopo un 2013 assai promettente, anche il 2014 per l'Italia, ha visto crescere l'energia del sole. Difatti, l'anno passato è l'Italia ad avere raggiunto una più rapida crescita nei settori per l'energia solare, il terzo a livello mondiale, dopo Germania e Cina. Quasi 650.000 connessioni a fine 2014.

Lo afferma Anie Renewables, un gruppo che rappresenta le aziende che producono componenti per la produzione di energia verde. Il gruppo ha detto che l'Italia ha raggiunto 648.183 impianti ad energia solare, alla fine del 2014, che rappresenta 18.325 potenziali megawatt, quasi il 15% di energia solare prodotta in tutto il mondo. 

L'uso di energia da fonti rinnovabili in Italia è quasi triplicato in meno di un decennio, dal 5,6 per cento del 2004 al 16,7 per cento nel 2013.

Il presidente di Anie Rinnovabili Emilio Cremona ha detto che le aziende residenziali e piccole e medie hanno avuto la più rapida crescita nei settori per l'energia solare. Due ragioni pe…

La tempesta geomagnetica di ieri

Una violenta tempesta geomagnetica ha inondato di colori vivaci il cielo notturno nelle zone circostanti i poli Nord e Sud, tra cui la Nuova Zelanda, dove si sono visti gli effetti di una massiccia tempesta solare. Spesso è il prodotto di una espulsione di massa coronale o (CME) dalla superficie del sole. Quella di ieri è stata la più forte tempesta nell'attuale ciclo solare, che ha una durata media di circa 11 anni. Nell'estate del 2012un’enorme tempesta solare ha sfiorato il campo magnetico terrestre.

Normalmente, una tempesta di tale entità può compromettere le reti elettriche e le tv satellitari. Ma questa tempesta è arrivata senza la quantità di radiazioni che di solito accompagna l'energia geomagnetica dal sole. Questo è il motivo per cui per il NOAA (National Oceanic and Atmospheric Administration) non sono previste molte interruzioni, a parte alcuni servizi GPS.

Questi tipi di tempeste sarebbero devastanti per la vita sulla terra, se non fosse per il campo mag…

E-waste, il mercato che non ti aspetti

La quantità di rifiuti elettronici che viene prodotto ogni giorno è enorme e ciò che è più sorprendente è la quantità di rifiuti che viene riciclato. C'è da restare sorpresi nello scoprire che c'è più oro in una tonnellata di rifiuti elettronici di quello che si trova in un tipo di roccia che contiene molti minerali e metalli rari. Circa 30-40 metalli, terre rare, plastica e acciaio sono presenti in un cellulare, una volta gettati via, sono persi per sempre... e il piccolo tesoro è semplicemente incenerito, e non solo si perde il metallo prezioso, ma si rilascia diossina, che è un inquinante dannoso.

Una tonnellata di rifiuti elettronici ha 340 grammi di oro e 3500 grammi di argento

Una TV LCD contiene 520 mg di argento, 200 mg di oro, 40 mg Palladium.

Il processo di riciclaggio consiste nel recuperare diversi metalli preziosi utilizzati nella fabbricazione dei prodotti.Gli studi indicano che una tonnellata di rifiuti ha circa 340 grammi di oro e 3500 grammi di argento. &q…

Traffico aereo, hub aeroportuali e smarter skies nel prossimo futuro

In un mondo che va sempre più affollandosi, con una popolazione che nel 2020 raggiungerà i 9,3 miliardi di persone, che viaggeranno in lungo e in largo, e che, secondo un sondaggio condotto su  10.000 persone, vorrebbero un trasporto aereo "più economico, più ecologico e divertente" si prevede ci saranno 91 Aviation Mega Cities entro il 2033, pari a 2,2 milioni di traffico passeggeri al giorno su lungo raggio, da e attraverso questi super hub.

Il termine Aviation Mega Cities definisce una città che gestisce più di 10.000 passeggeri al giorno su lunga percorrenza. La maggior parte di questi hub aeroportuali (immagine) sono negli Stati Uniti, Europa, Medio Oriente e la regione Asia-Pacifico, Cina inclusa.

In una presentazione su "The Future by Airbus at the Future of Borders International Conference" di Dubai, Paolo Moultrie, il capo del marketing di Airbus Medio Oriente, ha detto che queste città rappresenteranno il 95 per cento del traffico a lungo raggio nel mo…

Zumwalt, la pallottola d’argento invisibile

Presso la General Dynamics Bath Iron Works nel Maine, Stati Uniti, i lavoratori stanno completando una nave da guerra, una nave da guerra e di morte completamente differente da quelle che il mondo ha mai visto.

I 3,3 miliardi di dollari del nuovo cacciatorpediniere classe Zumwalt (DDG 1000), il primo di tre in lavorazione, era stato programmato per essere consegnato alla Marina statunitense questa estate, ma il ritardo coinvolgerà, inevitabilmeente, anche la consegna delle altre due navi in cantiere, Michael Monsoor (DDG 1001) e Lyndon B. Johnson (DDG 1002), la cui consegna era prevista per il dicembre 2018.

Zumwalt, soprannominato "la pallottola d’argento invisibile", utilizza una propulsione completamente elettrica, impiega caratteristiche stealth, porta un enorme arsenale di missili guidati, e monta avanzati cannoni che possono colpire bersagli a 63 miglia di distanza. Molto probabilmente non sarà mai testato in battaglia, perché nessun altro paese sta tentando di c…

Regno Unito: cosa porterebbe un boom di auto elettriche

Secondo un nuovo studio del Cambridge Econometrics, le auto elettriche potrebbero ridurre le importazioni di petrolio del Regno Unito del 40% e ridurre la bolletta energetica dei guidatori di 13 miliardi di sterline, se distribuite su larga scala.

Una ondata di auto elettriche potrebbe valere una media di 1.000 sterline annue di risparmio di carburante, e innescare un calo del 47% di emissioni di carbonio entro il 2030.

Il documento, commissionato dalla European Climate Foundation, dice che gli inquinanti atmosferici come l'ossido di azoto e il particolato potrebbero essere tutti eliminati entro la metà del secolo, con enormi vantaggi a catena per la salute da malattie respiratorie e una riduzione del valore di oltre 1 miliardo di sterline.

Per godere i frutti di un boom di un veicolo ad energia pulita richiede però un'infrastruttura adeguata in tempi rapidi, come presuppone l'analisi di una distribuzione di oltre 6 milioni di veicoli elettrici entro il 2030,  con un aumen…

il volo pionieristico di Solar Impulse 2

Alla stregua di Charles Lindbergh (un secolo fa) e dei fratelli Wright, due svizzeri, psichiatra uno ingegnere l'altro, si sono tuffati in un'impresa pionieristica che, se riuscirà, aprirà le porte ad un vivere migliore.

Bertrand Piccard, psichiatra, ha fatto parte del team che nel 1999 fece il primo giro del mondo non-stop in mongolfiera. Per sopravvivere nel viaggio appena intrapreso, lui e il suo compagno André Borschberg praticheranno tecniche di auto-ipnosi e meditazione, al fine di mantenere la concentrazione in un viaggio di  cinque mesi.

L'evento pionieristico ha preso il via da Abu Dhabi, capitale degli Emirati arabi uniti, la notte scorsa. L'aereo Solar Impulse 2, volerà giorno e notte e farà un giro del mondo di cinque mesi.

I due svizzeri si alterneranno nel pilotare il velivolo Solar Impulse 2, spinto unicamente da energia solare: è alimentato da 17.000 celle solari, pesa quanto una berlina Volvo e ha un'apertura alare di 72 metri, proprio per alloggiar…

La rincorsa al gas liquefatto

Il commercio internazionale di gas naturale liquefatto supererà i 120 miliardi di dollari quest'anno, superando in tal modo il minerale di ferro come tra i beni più preziosi. Lo dice  Goldman Sachs Group Inc. 

La concorrenza aumenterà, dato che il mercato è in espansione e gli acquirenti sono meno propensi a contratti a lungo termine. Per gli analisti gli Stati Uniti forniranno più LNG nei prossimi anni, considerando l'Asia, il più grande consumatore con maggior potere contrattuale.
Il gas naturale liquefatto produce minori emissioni di CO2 rispetto agli altri combustibili.

Circa il 73 per cento del GNL globale viene venduto con contratti a lungo termine generalmente legati al petrolio con un ritardo di nove mesi, la maggior parte di quello che resta  è venduto in loco in Asia, dove i prezzi l'anno scorso sono diminuiti del 55 per cento.

Il commercio del gas liquefatto è destinato a crescere a un tasso medio annuo del 5,1 per cento nel prossimo decennio, alimentato …

L'Africa celebra la vita di Wangari Maathai

L'Africa celebra l' Africa Environment Day e la vita di Wangari Maathai.

Le celebrazioni di quest'anno dell'Africa Environment Day e Wangari Maathai è iniziata con il rogo di 15 tonnellate di avorio di contrabbando da parte del Presidente del Kenya Uhuru Kenyatta a Nairobi National Park, con 1.000 ospiti presenti, tra cui il Commissario per l'Unione africana, segretari di gabinetto, Nazioni Unite e membri della comunità internazionale.

Il ruolo delle donne nella gestione sostenibile delle risorse naturali e la lotta contro la criminalità della natura sono i grandi temi della manifestazione di quest'anno, che sarà caratterizzato da un Kenya Wildlife Festival di una settimana.

Il festival è visto come un'opportunità per i keniani di conoscere la natura attraverso la musica, il teatro, e il dibattito sull'importanza di porre fine a 213 miliardi di dollari di commercio illegale che include il bracconaggio di elefanti, il furto di scimmie e il trasporto illeg…

Antartide, il continente del mistero

Da dove veniamo? Siamo soli nell'universo? Qual è il destino del nostro pianeta ai tempi del global warming?

Le risposte alla maggior parte delle domande fondamentali sul futuro dell'umanità sono nascoste in quel freezer continentale le cui dimensioni equivalgono agli Stati Uniti e alla metà del Canada messi insieme: l'Antartide.

Il passato, il presente e il futuro della Terra s' incontrano nella penisola nord dell'Antartide, il più selvaggio, più desolato e misterioso dei continenti.

I primi esploratori misero piede in Antartide 194 anni fa per  cacciare le balene, le foche e le pellicce, girando tra correnti marine rosse di sangue. Da allora, il continente a forma di pugno si è rivelato per gli scienziati un immenso tesoro per determinare tutto, dalla creazione del cosmo a come il livello dei mari salirà con il riscaldamento globale.

"E 'una finestra fuori nell'universo e nel tempo", ha detto Kelly Falkner, capo del programma polare per la U.S.…

Pacifico e Atlantico rallentano il global warming

I ricercatori della Penn State University hanno elaborato un nuovo studio che indica in una "falsa pausa" il recente rallentamento del riscaldamento globale causato dall'uomo negli ultimi dieci anni quale risultato diretto della compensazione da raffreddamento da cicli naturali nell'Oceano Pacifico e Atlantico. Un effetto che si riverserà nei prossimi decenni e che vedrà un aumento delle temperature globali.

I ricercatori hanno attribuito il rallentamento del riscaldamento a oscillazioni naturali del clima, che sono interne al sistema climatico e che necessariamente non segnalano alcun rallentamento del riscaldamento globale causato dall'uomo.

"Sappiamo che è importante distinguere tra la variabilità del clima di origine antropica e quella  naturale per poter valutare l'impatto dei cambiamenti climatici causati dall'uomo su una varietà di fenomeni tra cui siccità ed eventi meteorologici estremi" ha detto in un comunicato Michael Mann, climatologo…