Brasile: in progetto un gigantesco parco solare galleggiante



Il Brasile sta vivendo la peggiore siccità degli ultimi quattro decenni, provocando blackout elettrici in molte regioni. Le piogge degli ultimi anni, inferiori alla media, hanno esaurito le  riserve e non basta più l' abbondanza di energia idroelettrica, che fornisce più di tre quarti di energia elettrica del paese.

Diversificare le fonti di energia è diventata chiaramente una necessità per il grande Paese sud americano, che ha annunciato che entro quattro mesi, inizierà i test pilota di un gigantesco parco solare galleggiante situato in cima alla centrale idroelettrica di Balbina in Amazzonia. Non è ben chiaro come sarà fisicamente la grande fattoria galleggiante, ma l'enorme centrale coprirà 2,360 chilometri quadrati.

Con una capacità di 350 megawatt, l'ambizioso progetto brasiliano diventerà il più grande parco solare galleggiante del mondo. Parchi solari del genere sono già installati in India, Corea, Australia, e anche Stati Uniti. Attualmente il più grande è in Giappone con 13,4 megawatt. Per dare un'idea, il più grande parco solare del mondo è Desert Sunlight Solar Farm di 550 megawatt in California.

Oltre ad essere una fonte di energia pulita, la combinazione di pannelli solari e corpi idrici è utile per altri motivi. Ombreggiando l'acqua, i pannelli riducono l'evaporazione dell'acqua,  conservando così l'acqua nelle zone più a rischio di siccità.

 Immagine: ecowatch.com