Nepal: la diga prossima ventura

Il mondo ha sempre più fame di energia. Da essa potrebbero derivare eventuali e insidiosi grandi conflitti futuri. Specie in quella parte del mondo potenzialmente più pericolosa e instabile tra India, Pakistan e Cina, anche per via di una possibile proliferazione nucleare. Gli osservatori vedono la rivalità nucleare tra India e Pakistan come la più instabile del mondo, e l'Asia meridionale, come il luogo più probabile di un conflitto nucleare. Ma anche il più burrascoso per le riserve idriche, che il Nepal contiene in gran quantità, che ha spinto una corsa tra Cina e India ad investire miliardi sfruttandone i fiumi  e, nel caso dell'India, ad importare energia elettrica per la sua economia affamata di energia.

Conflitti feroci sopra il carbone sono in corso in tutto il mondo. Lo sostiene Richard Martin nel suo libro “Coal Wars: The Future of Energy and the Fate of the Planet”  (Guerre del carbone: il futuro dell'energia e il destino del pianeta), in cui spiega come il declino e la scomparsa definitiva del combustibile fossile che ha alimentato la rivoluzione industriale è inevitabile e non può essere invertito. Al momento però, sono quasi 1.200 nuovi impianti sul tavolo da disegno, più in Cina e in India, e l'uso del carbone è in aumento in Germania e in Giappone, per via della transizione dal nucleare.

Tra le fonti rinnovabili, l'energia idroelettrica costituisce quasi un quarto dell'elettricità mondiale e attualmente è la più interessante a confrontarsi coi fossili. La sua potenza energetica proviene da oltre  45.000 tra le più grandi dighe del mondo.

Ricordiamo la Diga delle Tre Gole, nella provincia di Hubei, è la più grande centrale idroelettrica del mondo. Si tratta di un impianto di lagunaggio idroelettrico convenzionale che sfrutta la risorsa idrica del fiume Yangtze. Il progetto è di proprietà e gestito da  Three Gorges International Corp attraverso la controllata China Yangtze Power.

Adesso il Nepal, uno dei paesi più poveri del mondo, sta aprendo il suo vasto potenziale idroelettrico per contribuire ad alleviare le carenze energetiche locali e far crescere un'economia ancora emergente da una guerra civile durata dieci anni. Ha dato quindi il via libera alla Three Gorges International Corp di costruire una nuova grande diga sul West Seti, una regione ricca di biodiversità che resta una delle regioni meno sviluppate del Paese. Una volta completata nel 2021-22, la diga dovrebbe generare 750 MW di potenza, Parte della potenza generata dovrebbe essere data gratis ai residenti locali e il resto venduto in Nepal.

Sia Cina e India sono in lizza per profittare del vasto sistema fluviale del Nepal come fonte di energia idroelettrica. Due grandi progetti idroelettrici indiani sono stati approvati in Nepal lo scorso anno ei due paesi hanno firmato un patto di condivisione dell'energia. La Cina, nel frattempo, sta aggiornando strade e altre infrastrutture in tutto il Nepal, compreso il tunnel sotto l'Everest, Himalaya, malvisto dall'India, poichè storicamente la catena montuosa che contiene otto delle quattordici vette del mondo superiori agli 8.000 metri è servita come una barriera pratica e culturale. Tuttavia, il Paese del Dragone considera il tunnel come il miglior modo possibile per restare collegato con i mercati dell'Asia meridionale.

Immagine: www.amazon.com - www.newsnation.in/