A proposito di Akon...



Ci sono alcuni che sostengono che l'Africa ha bisogno dell'energia da combustibili fossili al fine di rafforzare le condizioni di vita e a porre fine alla miseria che affligge molti. Non se ne può fare a meno. Ma c'è qualcun' altro che non la pensa così.

Uno di questi è Akon, l'artista senegalese-americano, che dopo aver lanciato più di un anno fa Akon Lighting Africa (ne abbiamo parlato qui qualche giorno fa ), annuncia ora il lancio di una nuova  “Solar Academy”  per il continente africano. Una sorta del vecchio progetto EchoSistemInstitute, la scuola ambientale del professor Echos presso il castello di Panerula...

"Questo centro di formazione di eccellenza è il primo del continente africano e l'obiettivo dei futuri imprenditori, ingegneri e tecnici," ha annunciato la Akon Lighting Africa. "Aprirà le sue porte questa estate a Bamako, la capitale e la città più popolosa del Mali e  accoglierà tutti coloro che vogliono contribuire a sviluppare l'uso dell' energia solare."

Circa 600 milioni di africani sono senza elettricità, e la prima risposta agli sforzi di Akon Lighting Africa è stata entusiasta.

"In meno di un anno, grazie ad un modello di partenariato pubblico-privato e una affermata rete di partner (tra cui SOLEKTRA INT, Jiangsu, Cina INTERNATIONAL, SUMEC e NARI), una vasta gamma di soluzioni solari di qualità, tra cui lampade stradali, domestici e singoli kit, sono state installate in 11 paesi africani ", ha detto l'organizzazione.

STAND up AFRICA

da leggere: Akon e l'energia solare in Africa: quando il successo diventa sociale


Per saperne di più, QUI, su earthtechling.com

Immagine: lilyorejobi.blogspot.it/