Idrogeno: la migliore fonte di energia rinnovabile del futuro

H2 Energy Now, una start up israeliana nel campo tecnologico, é stata invitata ad una delle più prestigiose manifestazioni europee per la sua tecnologia di energia alternativa basata sulle onde radio..

Si sa che uno dei maggiori problemi che limitano l'adozione delle energie rinnovabili quale fonti di energia su larga scala, è la difficoltà e la spesa d'immagazzinamento dell' energia. Le batterie sono costose, pesanti, e possono contenere solo una quantità limitata di energia. Secondo molti esperti del settore, le fonti di energia rinnovabili, come l'energia solare ed eolica, non saranno adottate su vasta scala fino a quando il problema di stoccaggio non sia risolto.

Le energie alternative dipendono dal sole splendente, dal vento che soffia  e dall'acqua  corrente affinchè possano essere utilizzate come energia pulita e rinnovabile.

Ora, appunto NOW H2energy Now ritiene di avere la soluzione di stoccaggio dell'energia che consentirà alla società di adottare facilmente l'energie alternative.

L'alimentazione a idrogeno non è nuova. Fino alla fine del 1700 è stato utilizzato sperimentalmente nelle macchine di potenza, ma ciò che è nuovo è l'uso di onde radio per abbattere idrogeno e ossigeno.

La tecnologia é così promettente che l'Unione europea ha invitato H2energy Now all'Alpine High-tech Venture Forum, promosso da Eureka, the EU’s R&D framework organization. H2energy Now è la prima società israeliana ad essere invitata al Forum, giunto al suo 15° anno.

"Abbiamo sviluppato il metodo più efficiente per l'immagazzinamento dell'energia - usando solo onde radio e, che ci crediate o no", ha detto Sonya Davidson (immagine lato), presidente e CEO della società, parlando con il Times di Israele della sua start-up, ad un evento di tecnologia a Ashdod. "La nostra soluzione tecnologica si basa sull'acqua, la base della vita. Ma c'è molto di più nell' acqua; essa ha il potere di immagazzinare l'energia, e di fare l'energia - in forma di idrogeno - è proprio dentro l'acqua ".

Il sistema di H2energy Now utilizza acqua fresca o salata, che viene filtrata in gocce. Ogni goccia viene "inviata" con le onde radio,  con una frequenza che può "smuovere" il legame idrogeno-acqua sufficiente per separare i due gas.

Se si utilizza acqua salata, il sale appena scende dall'acqua evapora in due gas (un problema su cui Davidson sta ancora lavorando  è cosa fare dell'enorme quantità di sale che sarebbe generato se il sistema dovesseessere ampiamente adottato).

Una volta "liberato", l'idrogeno può essere conservato in un contenitore leggero, pronto per essere trasformato in elettricità, carburante, o qualsiasi altro sostituto combustibile fossile. Secondo Davidson, lo stoccaggio dell'idrogeno è perfettamente sicuro, e infatti le case automobilistiche Nissan e Honda - così come le imprese di trasporto pubblico dalla California in Israele per la Cina - utilizzano l'idrogeno per i loro veicoli, con serbatoi di stoccaggio dell'idrogeno che sono progettati

 L'Unione Europea ha investito un miliardo di euro in sicure soluzioni di stoccaggio dell'idrogeno e gli STATI UNITI hanno speso 950 milioni di dollare per perseguire tali soluzioni. "Lo fanno perché vedono l'idrogeno come la migliore fonte di energia rinnovabile del futuro ", ha detto Davidson

Immagine e video: www.youtube.com - www.f6s.com

Post in evidenza

Le 10 più terribili catastrofi naturali della storia

Oleodotti nel Mar Caspio: una partita da giocare

L'alba del nuovo impero

Il mistero delle antiche carte nautiche

Terremoto in Cile: l'anello di fuoco

Energia geotermica: si sperimenta un nuova tecnologia sul Newberry Volcano

Lo tsunami che ha messo in ginocchio il Giappone

La vergogna del mondo consumistico si trova nell'Oceano Pacifico

I grandi disastri ambientali causati dall'oro nero

Referendum in Sudan: una bomba a orologeria