Laudato si' : la nuova enciclica sull'ambiente di Papa Francesco

UPDATE: Oggi 18 giugno: l'Enciclica Laudato si' di papa Francesco sulla cura della casa comune. QUI

La Nuova Enciclica di Papa Francesco dal titolo "Laudato si', sulla cura della casa comune" che sarà presentata il 18 giugno da un cardinale, un ortodosso e uno scienziato sarà, come dice The Guardian, un intervento esplosivo destinato a trasformare il dibattito sul cambiamento climatico. 

La lettera di Francesco è rivolta principalmente ad 1,2 miliardi di cattolici. Essa chiederà la fine dello sfruttamento tirannico della natura da parte dell'uomo. Potrebbe portare a un cambiamento radicale nella lotta contro il riscaldamento globale? 

L'enciclica è rivolta a tuttii. "perchè tutti possano ricevere il Suo messaggio e crescere nella responsabilità verso la casa comune che ci è stata affidata" ha aggiunto papa Francesco, stamane a San Pietro-.

Nell'inedita enciclica sul tema ambientale, il pontefice è atteso per sostenere che lo sfruttamento dell'umanità delle risorse del pianeta ha varcato i confini naturali della Terra, e che il mondo si trova a fronteggiare la rovina senza una rivoluzione nei cuori e nelle menti. Il messaggio tanto atteso, che sarà inviato a 5.000 vescovi cattolici di tutto il mondo, sarà pubblicato online in cinque lingue giovedì 18 giugno, e, secondo i cardinali e gli scienziati che hanno consigliato il Vaticano, dovrebbe essere l'affermazione più radicale del battagliero pontefice, che di certo, farà imbestialire alcuni settori dell'opinione repubblicana americana, approvando gli avvertimenti degli scienziati del clima e ammonendo le ricche élite. 

Il cardinale ghanese Peter Turkson, presidente del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace, stretto alleato del Papa, lancerà l'enciclica. Egli ha detto che affronterà a fondo le cause della povertà e le minacce alla natura, o "creazione".

In un recente discorso Turkson, probabilmente l'ispiratore della nuova enciclica, ha detto: "Gran parte del mondo rimane in condizioni di povertà, nonostante le abbondanti risorse, mentre una élite globale privilegiata controlla la maggior parte della ricchezza mondiale e consuma la maggior parte delle sue risorse . "

Come non essere d'accordo ?

Post in evidenza

Le 10 più terribili catastrofi naturali della storia

Oleodotti nel Mar Caspio: una partita da giocare

L'alba del nuovo impero

Il mistero delle antiche carte nautiche

Terremoto in Cile: l'anello di fuoco

Energia geotermica: si sperimenta un nuova tecnologia sul Newberry Volcano

Lo tsunami che ha messo in ginocchio il Giappone

La vergogna del mondo consumistico si trova nell'Oceano Pacifico

I grandi disastri ambientali causati dall'oro nero

Referendum in Sudan: una bomba a orologeria