NASA : nel 2100 farà molto ma molto caldo.


La NASA ha rilasciato Climate Change Forecast Until 2100, e per i nostri nipoti le previsioni non sembrano buone.

Il dataset (collezione di dati), sulle previsioni di come i modelli delle temperature e delle precipitazioni possono variare nel corso dell'anno 2100, per via di una crescente concentrazione atmosferica di gas a effetto serra in tutto il mondo, è pubblicamente disponibile.

Derivato dalla simulazione di 21 modelli climatici sulla base di diversi scenari di crescente di biossido di carbonio a livello regionale, ad alta risoluzione di dati aiuterà gli scienziati e progettisti di effettuare valutazioni del rischio climatico nel tentativo di comprendere i rischi locali e globali associati ai cambiamenti climatici. Questi includono la siccità, le mareggiate, le variazioni del livello degli oceeani, inondazioni, ondate di calore e perdite di produttività agricola.

Secondo l'insieme dei dati, nella maggior parte dei paesi entro l'anno 2099 la Terra continuerà a essere sempre più calda fino a quando le temperature medie si avviano a superare 113 gradi Fahrenheit. Ma con l'uscita di questi dati, la NASA spera di evitare "i caldi giorni che attendono l'umanità".

La ricerca è stata condotta dalla NASA Earth Exchange (NEX) presso la NASA Advanced Supercomputing Center di Moffet Field, California. Le simulazioni climatiche dall' International Fifth Coupled Model Intercomparison Project  sono stati integrate con le misure reali di tutto il mondo per creare il set di dati. Queste simulazioni hanno predetto le concentrazioni di gas a effetto serra a livello mondiale, in due scenari distinti - un "business as usual" Scenario e uno scenario "caso estremo".

Lo scenario estremo sarà sicuramente un male per tutti, ma ancora peggio nelle nazioni in via di sviluppo più.

Il movimento internazionale, di fronte all'aumento delle emissioni di gas ad effetto serra sta guadagnando terreno, e chiede un'azione rapida al fine di ridurre al minimo i rischi.

In risposta alla devastazione causata dal Tropical Cyclone Pam nel mese di marzo, la " "People’s Declaration for Climate Justice"è stato rilasciata questa settimana a Vanautu. La dichiarazione è stata approvata dai rappresentanti di altre isole del Pacifico, come Filippine, Isole Figi, Kiribati, Isole Salomone e Tuvalu.  E promette di tenere conto, prima di "appropriati organismi o processi internazionali" dei principali responsabili delle emissioni di carbonio "e dei loro rispettivi governi".

E vai,  verso il Summit di Parigi 2015 !

Fonte: www.ryot.org

Immagine: www.futuretimeline.net

Post in evidenza

Le 10 più terribili catastrofi naturali della storia

Oleodotti nel Mar Caspio: una partita da giocare

L'alba del nuovo impero

Il mistero delle antiche carte nautiche

Terremoto in Cile: l'anello di fuoco

Energia geotermica: si sperimenta un nuova tecnologia sul Newberry Volcano

Lo tsunami che ha messo in ginocchio il Giappone

La vergogna del mondo consumistico si trova nell'Oceano Pacifico

I grandi disastri ambientali causati dall'oro nero

Referendum in Sudan: una bomba a orologeria