Il Tamu Massif, il più grande vulcano sottomarino del mondo

Per studiare le problematiche climatiche del pianeta, legate in un certo qual modo alla corrente anomala di El Nino, che si esprime soprattutto nel Pacifico occidentale, un team di scienziati della University of Hawaii, reduce da un viaggio a bordo della nave di ricerca Falkor attraverso l'equatore del Pacifico centrale, partirà a breve da Honolulu, per fare una "crociera di studio" navigando verso il Tamu Massif, il più grande vulcano sottomarino del mondo, che si trova nel nord ovest del Pacifico, a circa 1.000 miglia a est del Giappone.

Il Tamu Massif (Massiccio Tamu) è una formazione geografica sottomarina unica, e il team scientifico intende esplorare le principali interazioni che ha con le dorsali medio-oceaniche utilizzando sistemi di mappatura e un magnetometro marino.

Il Tamu Massif, che fa parte della catena montuosa sottomarina Shatsky, si è formata circa 130 - 145 milioni di anni fa dall'eruzione di diversi vulcani sottomarini ed è diventato inattivo alcuni milioni di anni dopo la sua fondazione. Esso è il più grande vulcano sulla Terra, paragonabile solo con i giganti di Marte. Il Monte Olimpo, ad esempio. "Quel vulcano gigante, che è visibile in una notte chiara con un buon telescopio amatoriale, è solo il 25 per cento più grande di volume del Massiccio Tamu",  ha detto il professore William Sager, che studia l'atmosfera terrestre.

Il Tamu  Massif è un unico grande vulcano che è stato costruito da flussi di lava massicci provenienti dal suo centro per formare una forma a scudo. Ha una superficie di circa 193 mila chilometri quadrati (120.000 miglia quadrate).

Il fondale in cui si trova Tamu è costellato di migliaia di vulcani sottomarini, o montagne sottomarine, ma la maggior parte di esse sono piccole.

"In confronto, il Mauna Loa alle Hawaii (immagine a fianco), il più grande vulcano attivo sulla Terra, di circa 3.200 chilometri quadrati (2.000 miglia quadrate), è circa il due per cento della dimensione del Massiccio Tamu,"

Circola un messaggio sul web che annuncia un "avvenimento epocale da non perdere". Ci saranno "due lune nel cielo" il 27 agosto prossimo, a mezzanotte e mezza: "il pianeta Marte sarà il più luminoso nel cielo stellato" e "sarà grande quanto la luna piena". L'evento andrebbe visto perché si ripeterebbe soltanto nel 2287. E se così fosse (perché questa notizia potrebbe non essere corretta) sarà molto più semplice vedere il Monte Olimpo.


Immagini:  dailytwocents.com - hawaiinilvi.blogspot.it

by thesundaypost.blogspot.it (il post della domenica)

Post in evidenza

Le 10 più terribili catastrofi naturali della storia

Oleodotti nel Mar Caspio: una partita da giocare

L'alba del nuovo impero

Il mistero delle antiche carte nautiche

Terremoto in Cile: l'anello di fuoco

Energia geotermica: si sperimenta un nuova tecnologia sul Newberry Volcano

Lo tsunami che ha messo in ginocchio il Giappone

La vergogna del mondo consumistico si trova nell'Oceano Pacifico

I grandi disastri ambientali causati dall'oro nero

Referendum in Sudan: una bomba a orologeria