Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2015

E' iniziata la Conferenza sul clima di Parigi

Ci siamo. Inizia oggi ufficialmente la XXI Conferenza Onu sul clima che durerà 12 giorni. Il Presidente francese Hollande e il segretario generale Onu Ban Ki-moon sono arrivati a Le Bourget per dare il benvenuto ai 150 leader di tutto il  mondo che partecipano all'importante appuntamento.

Ma in un certo senso il grande evento è cominciato ieri in una Place de la République piena di scarpe, circa 22 mila, posate in ordine, per terra, in un angolo della Piazza, sotto gli occhi sbalorditi d'una angelica Marianne che svetta dall'alto del monumento a lei dedicato al centro della piazza. Indossa una toga e nella mano destra tiene un ramo di ulivo mentre nella mano sinistra le tavole della legge.

Tra quelle scarpe ci sono anche quelle di Papa Francesco, consegnate personalmente da un cardinale brasiliano amico del Pontefice argentino. Essendo vietata qualsiasi manifestazione, per fatti contingenti, ovviamente, le scarpe sono state posate in ordine in un angolo, a voler sottolin…

Nel Myanmar una frana in una miniera di giada uccide 100 persone

Una frana nei pressi di una miniera di giada nello stato del Kachin, nel nord del Myanmar, ha ucciso circa 100 persone (ma il totale del numero delle vittime non è ancora definito) e ha lasciato più di 100 dispersi, la maggior parte di loro gente locale che rovistava tra gli scarti e i rifiuti in una enorme discarica lasciata incustodita dalle compagnie minerarie, molte delle quali di proprietà di famiglie di ex generali, aziende dell'esercito, gruppi etnici armati, compari e signori della droga, che stanno facendo decine o centinaia di milioni di dollari l'anno attraverso il loro bottino nella città di Hpakant, un'aspra regione strategica inserita tra Cina e India. In nessun luogo della Terra esiste giada in quantità e qualità come a Hpakant. 

Il Myanmar è strettamente identificato con le risorse naturali quali giada, rubini e teak ma finora il suo popolo non ne ha beneficiato. Lo afferma Global Witness, un gruppo di pressione ambientale che studia l'uso impro…

Summit sul clima di Parigi e Giubileo a Roma: due appuntamenti da brivido

Le prossime due settimane saranno giorni cruciali per il vecchio continente.

In una Parigi provata e sotto attacco da parte degli islamici radicali del Califfato, avrà inizio lunedì 30 il Summit sul clima, che sta impegnando ingenti forze di sicurezza affinché tutto proceda nel migliore dei modi. A Roma, invece, l'8 dicembre avrà inizio il Giubileo straordinario con l'apertura della Porta Santa in San Pietro.

Due ribalte internazionali che possono far gola ai terroristi dello Stato islamico.

Per l'Isis il summit sul clima di Parigi potrebbe essere il vero obiettivo da colpire poichè l'ultima cosa che si vuole è un accordo globale sul clima che, nel corso del tempo, può limitare il consumo globale di combustibili fossili. E questo è sicuramente un risultato che non solo ISIS, ma tutti i principali esportatori di petrolio vogliono evitare. Nel territorio del Califfato, secondo alcune stime, la produzione di greggio è di circa 34.000-40.000 barili al giorno, che fa guada…

L'oscena proposta di uccidere 1000 bisonti nel Parco Nazionale di Yellowstone

Per ridurre la migrazione di animali annuale in Montana, il Parco Nazionale di Yellowstone propone di uccidere questo inverno circa 1.000 bisonti selvaggi, uno su cinque, per lo più i vitelli e le femmine.

I funzionari del parco si incontrano oggi con i rappresentanti delle tribù degli indiani d'America, lo stato e le altre agenzie federali per decidere il piano.

Esso segna la continuazione di un controverso accordo raggiunto nel 2000 tra il Montana e il governo federale che era inteso a prevenire la diffusione della malattia brucellosi dal bisonte al bestiame.

Quasi 5.000 bisonti vagavano nel parco questa estate. Un inverno rigido potrebbe guidarne migliaia nelle aree del sud-ovest del Montana. Cacciatori, comprese la tribù con diritti del trattato nell'area di Yellowstone, sono in attesa di ucciderne più di 300 questo inverno; altri sarebbero stati catturati e macellati o utilizzati per la ricerca.

"Attraverso l'accordo legale, il National Park Service ha a che far…

La Conferenza sul clima di Parigi non sarà una passeggiata

Da Parigi John Keyman

La Conferenza sul clima di Parigi non sarà una passeggiata. Sarà un percorso arduo da scalare tra pericoli in agguato da ogni parte. Tuttavia, nonostante l'atroce attacco del 13 novembre il vertice sul clima si farà lo stesso. Parigi sta curandosi le ferite ma tra la gente si avverte la tensione che sale di giorno in giorno. 

La Conferenza sul clima si svolgerà al Salon du Chevalpresso il Parc des Expositions(immagine sotto) di Parigi Le Bourget, non distante dall'aeroporto di solito utilizzato per il Paris Air Show oltre che dall'aviazione e da jet d'affari (perfetto per i VIP che possono volare dentro e fuori, senza mai lasciare il complesso aeroportuale e congressuale).

L'evento offre al mondo una disperato bisogno di ridurre le proprie emissioni di anidride carbonica e limitare il riscaldamento globale a 2 ° C. 

Il  governo francese sta discutendo le possibili misure di sicurezza. Sono infatti previsti diecimila o più attivisti del cli…

Il deserto del Mojave: la prossima miniera d'oro di energia pulita.

Come sostiene il futurologo Ian Pearson (se n'è parlato QUI), che entro il 2045 sarà possibile trasferire l'energia solare da luoghi come il deserto del Sahara per alimentare l'Europa, lo stesso si può dire del deserto del Mojave, il quale potrebbe essere la prossima miniera d'oro di energia pulita. 

Il deserto nel sud della California potrebbe avere un makeover(rifacimento) rispettoso dell'ambiente, dopo che l'amministrazione Obama ha rilasciato nuovi programmi per sviluppare altri progetti di energia rinnovabile sui terreni di proprietà federale.

L'altro giorno il dipartimento degli interni ha rilasciato la versione finale di un piano che aprirebbe circa mezzo milione di acri non contigui (oltre 2023 chilometri quadrati), per progetti come l'eolico e parchi solari nel deserto del Mojave e zone circostanti. Sarebbe anche più del doppio della quantità di terra dedicata alla protezione dei delicati ecosistemi desertici che ospitano specie vulnerabili, tra …

Cina: scoperto un mega deposito d'oro massiccio

Ah i cinesi, sono proprio un popolo fortunato! Oltre ad essere 1 miliardo e oltre 300 milioni, hanno un esercito di milioni d'individui che mette paura a tutti, tecnologie ed armamenti che stanno crescendo a velocità impressionante, spazio che stanno perlustrando con tenacia, un sacco di soldi che permette loro di comprare tutto ovunque nel mondo, minerali, elementi rari, legname, acqua... ed ora, tanto perchè piove sempre sul bagnato, hanno trovato al largo della costa dello Shandong, vicino a Sanshan Island, a 2000 metri di profondità marina un enorme deposito di oro.

Il mega deposito, che contiene almeno 470 tonnellate di oro, è destinato a diventare la prima miniera sottomarina d'oro della Cina. Il deposito potrebbe avere un valore di oltre 16 trilioni di dollari ($16 billion). Lo Shandong e' considerata la provincia con le maggiori riserve d'oro in Cina.

Secondo China Topix, il progetto per l'individuazione e l'inizio dello sfruttamento della miniera …

Cina: torno a vivere in campagna

Si accendono i riscaldamenti e il peggiore smog del mondo cala su molte città cinesi.
Media di stato cinesi e cittadini del web hanno criticato gli alti livelli di inquinamento nella città a nord est di Shenyang,  accusando il governo locale per la quantità di smog.
Per gli attivisti potrebbe essere la "peggiore mai vista" qualità dell'aria che c'è nel paese.

"Per quanto ci è dato sapere dai dati che abbiamo osservato negli ultimi anni, questo è registrato come il più alto livello PM 2,5 nel paese ", ammette Dong Liansai un ambientalista di Greenpeace.

Domenica scorsa le letture dell'inquinamento raccolte sulla qualità dell'aria nella città di Shenyang sono state circa 56 volte superiori a quelle che l'Organizzazione Mondiale della Sanità considera sicure.

L'inquinamento è un problema perenne nel nord-est della Cina, sede di industrie pesanti, tra cui, e assolutamente la più indiziata estrazione del carbone.

In alcune parti di Shenyang, l…

Conferenza sul clima di Parigi 2015: l'ora della verità

Tra una ventina di giorni avrà inizio la Conferenza sul clima di Parigi (COP21) e quello che accadrà sarà la risposta dell'uomo nel riparare i guasti compiuti in passato. Perchè, una cosa è chiara, non si potrà più sbagliare, perchè non c'è più margine a disposizione. A Parigi o si sistema definitivamente la situazione climatica planetaria, o nei prossimi anni (ma già ora) saremo tutti quanti vittime delle conseguenze che ne derivano.  

Supponendo che si ha intenzione di vivere su questo pianeta per molto tempo ancora, in contrasto con l'adesione al progetto di colonizzazione Mars One, saremo colpiti dal cambiamento climatico e dovremmo preoccuparci dell'esito della conferenza sul clima di Parigi, come sarà fondamentale nell'elaborazione la risposta internazionale al cambiamento climatico di origine antropica.

Purtroppo non sarà una cosa semplice mettere d'accordo tutti.

COP sta per Conferenza delle Parti, una riunione annuale di tutte le nazioni che compong…

Fusione nucleare: W7-X, un bizzarro reattore ?

Entro il 2050, sia la fusione nucleare o l'energia solare inizieranno a sostituire completamente i combustibili fossili, lo dice Ian Pearson, un futurologo. Queste due forme di energia potrebbero sostituire completamente i combustibili fossili entro il 2050.

Al di la del 2050, non c'è motivo di continuare a servirsi dei combustibili fossili" ha detto Pearson, che è anchericercatore presso la World Academy for Arts and Science.

"Se si va a 100 anni da adesso, mi rendo conto che l'energia verrà dalla fusione o dal solare." Recenti progressi hanno reso il ricercatore un grande assertore della fusione nucleare. 

Pearson ha detto che la fusione potrebbe diventare una valida soluzione al più presto nel 2035. Tuttavia, gli ci vorranno un paio di decenni affinchè diventi una delle principali fonti di energia. Per supportare la sua previsione, Pearson punta ai progressi compiuti da gruppi come ilMax Planck Institute for Plasma Physics, che recentemente ha completa…

Yemen: l'anomalo ciclone Chapala sferza il povero Paese

Provo ad immaginare un folto gruppo di scienziati del clima e meteorologi davanti
un monitor con su riportati in tempo reale dati, immagini satellitari, velocità dei venti, potenza delle raffiche, altezza delle onde marine che tentano di provare a capire qualcosa su quello che sta accadendo al clima.

Dopo aver visto il passaggio diPatricia in Messico, l'uragano più forte mai registrato
nell' emisfero Occidentale, adesso tocca loro capire che ci sta a fare il Ciclone tropicale  Chapala sulle coste centrali dello Yemen ? Un altro raro evento estremo in un Paese che non è abituato alle forti piogge, figuriamoci ai cicloni tropicali.

La costadello Yemen, una zona inconsueta nel trattareconla devastazionedeisistemitropicali, è stata presa di mira da un potente e pericolosociclone. Gli uragani nell'Oceano Indiano sono chiamati cicloni.

"Nelle registrazioni moderne, non c'è mai stato un ciclone tropicale che abbia colpito

Il ritorno del Colosso di Rodi

Credo che la notizia che riporto possa interessare alcuni dei lettori che capitano su queste latitudini del web. E' stata già pubblicata, con lo stesso titolo su un altro blog curato dal sottoscritto, e siccome la ritengo una notizia curiosa, ora la ripropongo qui, aggiungendovi anche l'immagine from CEN


Si parla dell'antico Colosso di Rodi, il quale potrebbe essere ricostruito, forse anche più alto, utilizzando le tecnologie che il XXI secolo offre. L'idea c'era da tempo, ma non era stata presa molto in considerazione.

Per dare ora un rinnovato vigore all'economia greca, dopo che una ricerca di mercato ha svelato che avrebbe fruttato migliaia di posti di lavoro, e probabilmente milioni di euro attraverso il turismo, l'idea sta tornando in auge: rifare il Colosso di Rodi, una delle meraviglie, e tra le più alte statue del mondo antico costruita nel 280 a.C. e distrutta da un violento terremoto nel 227 a.C. insieme ad altre cinque meraviglie tra cui il Faro…

L'eroico viaggio di Harapan, il rinoceronte di Sumatra

Per preservare le specie in pericolo ad un rinoceronte di Sumatra è stato chiesto lo sforzo di adempiere ad una missione importante .

Harapan (speranza), maschio di 8 anni, rinoceronte di Sumatra si è sottoposto ad un  massacrante viaggio aereo, terrestre e marittimo di oltre 10.000 miglia (16.000 chilometri) in 50 ore da Stati Uniti - Asia per raggiungere un santuario indonesiano. Questo, appunto, per preservare le specie in pericolo.

L'ultimo rinoceronte di Sumatra nell'emisfero occidentale ha iniziato venerdi scorso il viaggio dall'Ohio assieme al veterinario dello zoo di Cincinnati, per raggiungere la sua patria ancestrale nel sud est asiatico in una missione che aiuta a preservare le specie in pericolo critico.

Harapan ha raggiunto la maturità sessuale e la sua possibilità di riprodursi e di contribuire alla sopravvivenza della sua specie "esiste solo al Sumatran Rhino Sanctuary (SRS). Al Santuario si trova da tempo suo fratello Andalas, così come il figlio che…