Cina: torno a vivere in campagna


Si accendono i riscaldamenti e il peggiore smog del mondo cala su molte città cinesi.
Media di stato cinesi e cittadini del web hanno criticato gli alti livelli di inquinamento nella città a nord est di Shenyang,  accusando il governo locale per la quantità di smog.
Per gli attivisti potrebbe essere la "peggiore mai vista" qualità dell'aria che c'è nel paese.

"Per quanto ci è dato sapere dai dati che abbiamo osservato negli ultimi anni, questo è registrato come il più alto livello PM 2,5 nel paese ", ammette Dong Liansai un ambientalista di Greenpeace.

Domenica scorsa le letture dell'inquinamento raccolte sulla qualità dell'aria nella città di Shenyang sono state circa 56 volte superiori a quelle che l'Organizzazione Mondiale della Sanità considera sicure.

L'inquinamento è un problema perenne nel nord-est della Cina, sede di industrie pesanti, tra cui, e assolutamente la più indiziata estrazione del carbone.

In alcune parti di Shenyang, le polveri sottili (PM 2,5) che entrano nei polmoni, ha superato i 1.400 mg per metro cubo. L' OMS afferma che livelli di PM2,5 oltre 25 microgrammi per metro cubo possono essere pericolosi per la salute.

Tra le città' nel nord della Cina avvolte dalla spessa patina di smog, voli cancellati, autostrade chiuse, visibilità massimo 500 metri. Avvolte da una nube grigio-giallastra ci sono la capitale Pechino, la vicina città' portuale di Tianjin e numerosi centri delle province del Liaoning, Hebei, Henan ed Heilongjiang.

L'inquinamento atmosferico in Cina sta uccidendo una media di 4000 persone al giorno, e la principale causa dei decessi è dovuta alle emissioni delle centrali a carbone e alle minuscole particelle che provocano attacchi di cuore, ictus, cancro ai polmoni ed asma che sterminano in silenzio oltre un milione e mezzo ogni anno.

Per il prossimo summit sul clima di Parigi questo potrebbe essere un valido argomento su cui confrontarsi.

Certo, se la vita delle megalopoli si riduce a questo bombardamento di smog quotidiano, che pare ti accorci la vita di venti  minuti ogni ora di esposizione, come se si fumassero 40 sigarette al giorno, dicono al TG5, forse sarebbe meglio ritornare in campagna, da cui provengono tanti poveri individui e famiglie intere che l'hanno lasciata anni fa perchè dovevano mangiare e la campagna non risolveva i loro problemi... ma il gigante asiatico, che ha appena abbandonato la politica del figlio unico, entro il 2050 aggiungerà 30 milioni  di persone al miliardo e trecento milioni a quelle che ha oggi. E quel giorno, in cui il fabbisogno energetico della popolazione mondiale sarà raddoppiato, il pianeta avrà oltre 9 miliardi di persone da sfamare...

Immagine: www.gizmodo.com.au