Rwanda: accordo globale sui gas di refrigerazione


Dopo sette anni di negoziati finalmente si è giunti ad un accordo globale sui gas di refrigerazione climalteranti siglati a a Kigali in Rwanda. Tutti i 197 paesi presenti hanno concordato di limitare l'uso degli idrofluorocarburi (Hfc), potentissimi gas serra usati nei freezer e nei condizionatori di aria. 

In base al compromesso ottenuto, i paesi sviluppati inizieranno entro il 2019 la prima fase.

La maggior parte dei paesi in via di sviluppo, tra cui Cina, seguiranno successivamente nel 2024 con un congelamento dei livelli di consumo del HFC e, successivamente, ne ridurranno l'uso. Alcuni paesi, tra cui l' India, hanno contrattato per ottenere il consumo del picco ancorato al 2028, guadagnando quattro anni in più.


I paesi sviluppati dovrebbero ridurre dell'85 per cento il loro utilizzo di queste sostanze chimiche dal 2036 sotto i livelli del periodo 2011-2013. 

Questi gas refrigeranti sono di breve durata in atmosfera, ma in sostanza causano un più elevato riscaldamento dell'atmosfera per unità del biossido di carbonio. Essi provengono  da alcune fonti facilmente identificabili, e sono relativamente più facili da regolare rispetto al biossido di carbonio, che richiede la trasformazione a livello economico per controllare la combustione di combustibili fossili. 

Fonte e immagine: www.business-standard.com