Xiongan: la megacittà del millennio cinese


Per i 22 milioni di residenti di Pechino, l'ultimo annuncio del governo cinese porta una ventata di aria fresca, nel vero senso della parola.

Difatti, mentre da noi si festeggiava scherzosamente il 1° aprile, in Cina i leader del partito comunista hanno annunciato i piani per creare una nuova città appena a sud della capitale del paese. La Xiongan New Area, designata una zona economica speciale, è stata accolta dai media statali come un modello di urbanizzazione e una potenziale cura per per la crescita e la congestione di Pechino. Secondo l'agenzia di stampa Xinhua, la città apre "un nuovo capitolo" nel paese, e allevierà il tasso di inquinamento crescente della capitale e il traffico automobilistico.

Xiongan New Area, un luogo di cui nessuno aveva mai sentito parlare, si trova a circa 100 km a sud-ovest dal centro di Pechino nella provincia di Hebei.

Nella visione di Xi Jinping il nuovo progetto millenario della New Area di Xiongan si svilupperà creando una linea di corrispondenza tra la zona economica speciale di Shenzhen e il Pudong New Area, il distretto di Shanghai, con Xiongan come nuovo punto di riferimento di molteplici organizzazioni che si spostano da Pechino, incluse le istituzioni amministrative, le sedi delle imprese, le istituzioni finanziarie, gli istituti di ricerca, e così via...

Oltre alla scelta decisiva di Xi Jinping, una delle tante ragioni per scegliere Xiongan è proprio l'anonimato. "Proprio come un pezzo di carta bianca, questa zona a bassa densità di popolazione e basso livello di sviluppo e lo spazio sufficiente per crescere, possiede la condizione fondamentale per svilupparsi su un elevato punto di partenza con elevati standard", secondo Xu Kuangdi, leader del comitato scientifico di Beijing -Tianjin-Hebei Development. 

Senonchè, all'ultimo minuto, è scoppiato uno scandalo di inquinamento, ponendo un campanello di allarme sulla zona prescelta. Sono stati trovati nella piccola città di Nan Zhao Fu,  vicino alla Xiongan New Area nella provincia di Hebei,circa 20 giacimenti tossici giganti in cui sono stati scaricati acque reflue non trattate, che coprono un'area di 300 mila metri quadrati o 42 campi da calcio.

 Immagine: news.xinhuanet.com

Post in evidenza

Le 10 più terribili catastrofi naturali della storia

Se non interveniamo, il clima che verrà ci creerà una montagna di guai

Antartide: si profila una lotta epica nella caccia alle balene

Granny, l'orca secolare e suoi 100 giri del mondo

C'era una volta il Polo Nord

Idrogeno, la realtà della prossima generazione

L'ultimo oceano: il regno del pinguino

Qatargas, la mossa strategica sul gas liquefatto

Il riscaldamento globale nell'immaginario collettivo

Land grabbing senza pietà tra le tribù indigene del Borneo