Sospeso per ora l'annullamento del divieto di importazione di trofei di caccia all'elefante


Il presidente Trump e il segretario degli interni Ryan Zinke hanno annunciato che l'annullamento da parte dell'amministrazione di un divieto di importazione di trofei di caccia elefante dallo Zimbabwe e dallo Zambia è stato sospeso fino a un'ulteriore revisione. L'improvvisa decisione segue le proteste dei gruppi per i diritti degli animali e persino di alcuni conservatori, dopo che l'amministrazione ha deciso di invertire una regola dell'era di Obama che vietava l'importazione di trofei elefanti da parte di alcuni paesi perché fu scoperto che la caccia non contribuiva alla sopravvivenza della specie.

Il presidente Trump ha twittato per primo, dicendo che il divieto sarebbe continuato "fino al momento in cui verrà esaminato". Ore dopo Zinke ha elaborato: "Il presidente Trump ed io abbiamo parlato ed entrambi crediamo che la conservazione e le mandrie sane siano fondamentali", ha affermato in una nota. "Di conseguenza, in un modo conforme a tutte le leggi, le norme e i regolamenti applicabili, il rilascio dei permessi viene posto in attesa che la decisione viene riesaminata."

Poiché gli elefanti africani sono elencati come specie in via di estinzione, la legge richiede che l'importazione di qualsiasi parte di elefante o elefantessa debba in qualche modo contribuire alla loro conservazione in natura. C'erano - e restano - serie preoccupazioni riguardo al fatto che i proventi delle cacce agli elefanti nello Zimbabwe e nello Zambia vadano effettivamente a conservare e proteggere le specie, come sostengono i cacciatori di grosse prede.

 Immagine: www.victoriafalls

DAL POST DELLA DOMENICA:  Dov'è finito il sottomarino argentino San Juan ?