Congo: le truppe indiane salvano 22 bambini...


Congo: le truppe indiane salvano 22 bambini dal pericolo di essere trasformati in "bambini soldato"

Le truppe dell'esercito indiano dispiegate come peacekeepers delle Nazioni Unite nella  Democratic Republic of Congo (DRC) hanno salvato 22 bambini dal pericolo di essere trasformati in "bambini soldato" da gruppi armati.

L'esercito ha detto che 16 ragazzi e sei ragazze sono stati "prelevati" da un battaglione presso Nyabiondo, un villaggio nella parte orientale del Congo in una missione durata 48 ore.

Il battaglione è entrato in azione il 16 settembre dopo aver ricevuto le informazioni sui bambini dai rurali locali sui tentativi frenati dei gruppi armati di trasformarli in soldati bambini. I bambini sono stati poi consegnati alle agenzie dell'ONU per la protezione dei minori", ha detto un ufficiale.

Lo stesso giorno, i soldati di un altro battaglione indiano hanno impedito lo spostamento di un intero villaggio con oltre 200 famiglie nell'area di Mirki.

L'esodo è stato causato da combattimenti tra gruppi rivali che hanno portato il panico nella zona. La rapida dimostrazione di forza da parte dei soldati indiani ha portato via i gruppi di combattimento e ha preso il controllo della situazione.

Oltre 2.600 soldati indiani sono stati dispiegati sotto l'egida delle United Nations Organization Mission in Democratic Republic of the Congo (MONUSCO), la più grande e complessa missione delle Nazioni Unite nel mantenere la pace nel mondo che attualmente stanzia una media di 2.300 pattuglie ogni mese per garantire la protezione dei civili.

Le truppe indiane sono state schierate nel Kivu settentrionale, la più instabile delle province del Congo, che copre un'area di 43.700 km quadrati, con 948 villaggi e 42 campi che ospitano 180 mila sfollati. Spesso sono state attaccate e hanno avuto almeno una mezza dozzina di persone uccise e parecchi feriti durante l'esecuzione di mansioni di pace nel paese.

L'India è il secondo paese che fornisce più truppe al mondo, con 6.891 soldati e 782 membri della polizia dislocati in 11 missioni delle Nazioni Unite e due uffici dell'ONU. Nel complesso, più di 140 soldati indiani sono stati uccisi nelle missioni di tutto il mondo, dal momento in cui il primo impegno dell'India è iniziato nel 1950 nella guerra in Corea.

I bambini salvati sono stati consegnati alle agenzie di protezione delle Nazioni Unite.


by timesofindia.indiatimes.com - www.newsbytesapp.com 

Immagini: csitdrc.pbworks.com - en.wikipedia.org/