Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2009

Un asteroide sconosciuto colpisce la Terra, in Indonesia

Ha preso completamente di sorpresa gli astronomi l'asteroide (per gli scienziati sconosciuto) di 10 metri di larghezza, che l' 8 ottobre, intorno alle 11 ora locale, nella città costiera di Bone, Indonesia, ha causato un'esplosione con una potenza di circa 50 kton di TNT, due o tre volte più potente della bomba atomica della seconda guerra mondiale.

La notizia non ha avuto la dovuta informazione nel resto del mondo, ma gli scienziati al contrario, si sono interessati molto del fenomeno: "L'esplosione ha innescato sensori infrasuoni del
Comprehensive Nuclear-Test-Ban Treaty Organization (CTBTO) a più di 10000 chilometri di distanza" hanno riferito i ricercatori dell'University of Western Ontario

Spaventata dall'onda d'urto, con suoni fragorosi tanto da far tremare le pareti, la gente si è riversata fuori dalle case, pensando che fosse in corso un terremoto.

Fonte: wattsupwiththat.com/
Immagine: tntalk.wordpress.com





















Ricerca personalizzata



India e Pakistan: conflitto sull'acqua del Kashmir?

CLICCARE SULL'IMMAGINE PER VEDERLA TUTTA

La difficile pace che intercorre ai confini tra India e Pakistan potrebbe essere rimessa in discussione con l'avvento di un problema cui, sino ad ora, nessuno può rimediare. Disperatamente sovraffollato, paralizzato dalla povertà, brulicante di militanza islamica, il Pakistan entro 25 anni potrebbe trovarsi in una situazione più terrificante.Nella zona montuosa del Kashmir, lungo i dintorni del confine contestato con l'India, si trova quello che potrebbe diventare l'epicentro del problema. Dal momento della separazione dei due paesi, 62 anni fa, l'argomento se il Kashmir appartiene ai musulmani del Pakistan o è laica non è mai cessato. Dal 1998, quando entrambi i paesi hanno testato le armi nucleari, il conflitto potrebbe degenerare in un cataclisma. Tuttavia, oggi, il pericolo incombente che farà aumentare la tensione ha origine nei fiumi che nascono nel Kashmir: il novanta per cento dei sistemi di irrigazione agricola del…

La Terra si sta scaldando o raffreddando?

Gira voce che la Terra si vada raffreddando invece di scaldarsi.

Secondo gli esperti del NOAA se la Terra recentemente si è un poco raffreddata deriva in parte dalle intemperie recenti.

L'idea che il pianeta si stia raffreddando è stata ripetuta in un articolo della BBCnews inviato a Drudge Report ed in un nuovo libro dagli autori del best-seller "Freakonomics."

La settimana scorsa, un sondaggio condotto negli Stati Uniti ha riscontrato che soltanto il 57 per cento degli Americani credeva che ci fosse una forte prova scientifica sul riscaldamento globale. Nel 2006 la percentuale era del 77 per cent. Gli scettici del global warming basano i loro reclami su un anno insolitamente caldo nel 1998. Da allora, dicono, le temperature si sono abbassate, tendendo al raffreddamento.

Ciò ha portato gli scienziati del NOAA a riesaminare i dati climatici, e per il momento, pare non vi sia alcuna tendenza al raffreddamento del pianeta.

Fonte: www.physorg.com
Immagine: wattsupwit…

Fulmini, questi fenomeni atmosferici ancora sconosciuti

Grazie ai satelliti, i ricercatori della Nasa, scoprono sempre qualcosa di nuovo sul funzionamento interno di un fulmine. Ad esempio, hanno scoperto che sono oltre 1,2 miliardi i lampi che si verificano in tutto il mondo ogni anno. Il Rwanda ha la maggior parte dei lampi per chilometro quadrato, mentre sono rari, invece, nelle regioni polari. Esperimenti di laboratorio e sul campo hanno rivelato che il nucleo di alcuni lampi raggiunge i 30.000 Kelvin* (53.540 ° F), una temperatura abbastanza calda da fondere immediatamente le molecole della sabbia, dell'ossigeno e dell'azoto in singoli atomi. Poi, ognuno di questi miliardi di lampi produce una nuvola di gas di ossido di azoto (NOx), che reagisce con la luce solare e di altri gas nell'atmosfera per la produzione di ozono. Vicino alla superficie terrestre, l'ozono può danneggiare la salute umana e vegetale; più su nell'atmosfera, è un potente gas a effetto serra, e nella stratosfera, la relativa radiazione …

Global warming: tempi duri per Obama

Secondo un recente sondaggio condotto negli Stati Uniti, nell'ultimo anno e mezzo il numero di americani che credono che non vi è prova concreta che la terra si sta riscaldando è scesa dal 71 per cento al 57 per cento, e il numero di coloro che credono che l'attività umana è la causa del riscaldamento globale è sceso dal 47 per cento al 36 per cento.

Anche se il Presidente Obama è un warmist dichiarato a livello mondiale, la sua presidenza non sembra radunare gli americani alla causa. Un nuovo sondaggio del Pew Research Center for the People and the Press, scopre che molti meno americani accettano la dottrina del global warming che ha Obama ha fatto un anno e mezzo fa.

Nell'aprile del 2008, il 71% degli intervistati disse che ci sono "prove concrete che la terra si sta riscaldando," e il 47% ha detto che credeva che il riscaldamento è stata "a causa delle attività umane". Questo mese, quei numeri sono scese al 57% e 36%, rispettivamente.La metà degli in…

Golfo di Aden: sequestrato grosso carico di droga

Quattro tonnellate di hashish, per un valore stimato attorno ai 28 milioni di dollari, è stato sequestrato a circa 170 miglia sud-ovest di Salalah, Oman. La Quinta Flotta della Marina statunitense in Bahrain, ha riferito che l'incrociatore Anzio, a capo di una multinazionale anti-pirata della task force della regione, ha fermato l' imbarcazione che viaggiava a velocità elevata, dopo una breve inseguimento nel golfo di Aden.

Le acque della zona sono utilizzate da navi dirette verso il Canale di Suez e sono infestate da pirati somali e contrabbandieri. Le forze Usa hanno chiamato il tratto di Oceano Indiano "Hash Highway". Il carico è stato gettato in mare e distrutto. Questo è il primo sequestro di sostanze stupefacenti che l'Anzio ha condotto. La Marina ha detto che il sequestro è stato effettuato il 15 ottobre. Si pensa che la droga avrebbe potuto finanziare i ribelli in Afghanistan.

Fonte: ilnavigatore.livejournal.com
Immagine:www.flickr.com

Il brutto e il buono dei biocarburanti

Quasi 40.000 ettari di foreste scompaiono ogni giorno, sospinti dalla crescente fame del mondo per legname, cellulosa e carta, e per ironia della sorte, dai biocarburanti e dai nuovi crediti di carbonio progettati per proteggere l'ambiente. Il fatto che si voglia rallentare i cambiamenti climatici utilizzando i biocarburanti e le piantine di milioni di alberi, utilizzati per generare crediti di carbonio, sono risultati le principali cause di deforestazione. E questo sta rendendo peggiore il cambiamento climatico perché la deforestazione emette molto più gas serra nell'atmosfera che l'intera flotta mondiale delle automobili, dei camion, degli aerei, dei treni e delle navi messi assieme."I biocarburanti sono diventati la principale causa di deforestazione in paesi come Indonesia, Malesia e Brasile", ha detto Simone Lovera, managing coordinator del Global Forest Coalition, un'organizzazione ambientale non governativa con sede a Asunción, Paraguay.

A Maui, nell…

Cina e India trovano un accordo sulla lotta ai cambiamenti climatici

India e Cina, entrambi grandi inquinatori e giocatori cruciale nella lotta contro il riscaldamento globale, hanno accettato ieri a New Delhi, in un piano congiunto, di ridurre le emissioni di gas a effetto serra, per presentarsi così uniti, a dicembre, al grande appuntamento di Copenaghen sul clima, che mira a sostituire l'obsoleto protocollo di Kyoto del 1997, il primo accordo internazionale che richiede la riduzione delle emissioni di gas serra da parte dei paesi industrializzati.

I Paesi in via di sviluppo, guidati dai due colossi asiatici, sostengono che il mondo industriale ha prodotto la maggior parte dei gas nocivi negli ultimi decenni, e debbono, perciò, sostenere i costi per risolvere il problema. India e Cina, attualmente due tra i maggiori inquinatori di anidride carbonica, hanno concordato di lavorare su un rallentamento della crescita delle emissioni di gas a effetto serra nei loro paesi, annunciando, pertanto, di voler collaborare sulle energie rinnovabili e su p…

Sciami di vespe e di api per le guerre del futuro

Sembra che la Defense Advanced Research Projects Agency (DARPA) stia lavorando su una sorta di "scarabeo cyborg", un insetto vero, che può essere utilizzato nella lotta e sorveglianza del nemico, chirurgicamente modificato in modo che un essere umano possa controllare la sua direzione di volo e di movimento. Si parla anche di vespe, api, farfalle, falene e scarabei cornuti. Essi possono essere controllati a distanza dagli uomini in campo, e sono in realtà parte di un progetto molto più ampio e complesso denominato HI-MEMS, l'Hybrid Insect Micro-Electric. Sono gadget tecnologici di ultima generazione sviluppati dal Pentagono che potrebbero avere interessanti implicazioni per la sicurezza nazionale e le future guerre. Per questa ricerca sono stati investiti, per ora, 12 milioni di dollari ma DARPA continua ad offrire finanziamenti a coloro che possono dimostrare di poter progredire nello sviluppo di tecnologie ibride sugli insetti. Questi insetti bionici incarnano ef…

Maldive: una riunione di governo sotto il mare

Un'originale riunione tra il presidente delle Maldive Mohamed Nasheed e il suo gabinetto, sotto la superficie del mare al largo della laguna Girifushi, tenutasi attorno ad un tavolo di circa 6 metri, utilizzando i segnali a mano per comunicare tra loro, tra bolle che fuoriuscivano dalle maschere subacquee e pesci che nuotavano attorno. Nel corso di questa insolita riunione, la quale mira ad attirare l'attenzione sul timore che l'aumento del livello degli oceani potrebbe sommergere questa parte dell'Oceano Indiano entro un secolo, i 13 ministri, con indosso l'attrezzatura subacquea, hanno firmato una dichiarazione, che sarà presentata prima del vertice sul clima delle Nazioni Unite di Copenhagen, che si terrà nel mese di dicembre, nella quale si chiede a gran voce di tagliare le emissioni di anidride carbonica.

"Stiamo cercando di inviare il nostro messaggio per far conoscere al mondo cosa sta accadendo e cosa accadrà alle Maldive, se il cambiamento cl…

Fame nel mondo: forse la Cina può indicare la strada da seguire?

Quasi tutti i 300 esperti presenti al forum di due giorni sull'alimentazione a Roma hanno convenuto che tra di loro ci sono tutte le risposte a come nutrire il mondo nel 2050, ma hanno forti dubbi sul sostegno politico che dovrebbero avere.Il forum di due giorni è stata organizzato dopo un avvertimento da parte dellaFao che, se le misure per accrescere la produzione alimentare non sono state prese oggi, 370 milioni di persone potrebbero soffrire la fame entro il 2050, quando si prevede che la popolazione mondiale raggiungerà i nove miliardi.Durante una votazione nell'ultima sessione dei lavori gli esperti del forum hanno espresso la loro mancanza di fiducia nella leadership politica globale.La grave crisi economica che ha investito il pianeta ha dato un forte rallentamento ai buoni propositi che erano stati prefissati, specialmente da parte del mondo industrializzato. La conferenza si è concentrata sul continente africano, dove si prevede la maggior crescita della popolaz…

La crisi energetica è rimandata

La crisi energetica è rimandata. Questo è quanto è stato ipotizzato al World Gas Conference di Buenos Aires. La conferenza è stata inaugurata dal presidente argentino Cristina Fernandez de Kirchner.

In un precedente post avevamo già accennato delle grandi manovre europee, affermando che nei prossimi due decenni il gas naturale sarà la fonte energetica tradizionale che registrerà la crescita più rapida. Difatti i progressi della tecnologia per l'estrazione di gas dalle basi del metano e dell'argilla friabile hanno avuto un'accellerazione notevole, alterando l'equilibrio globale di energia più velocemente di qualsiasi previsione.

Tony Hayward, amministratore delegato di BP, presente alla di Buenos Aires ha detto che le riserve accertate di gas naturale in tutto il mondo sono salite all'equivalente di 1,2 miliardi di barili di petrolio, sufficiente per la fornitura di 60 anni e e in continua crescita.

"Si pensava che il gas non convenzionale fosse troppo diffici…

Global warming o global cooling?

Nonostante le previsioni dell'Ipcc (The Intergovernmental Panel on Climate Change) trovino delle difficolta nell'essere messe in discussione, c'è qualcuno nel mondo che sta fremendo di raccontare alla comunità scientifica internazionale cosa ci sia di vero dietro il famigerato global warming. Egli sosterrà le sue convinzioni in una conferenza che si terrà a Londra alla fine del mese.

Piers Corbyn, uno scienziato del Weatheraction, una società specializzata in previsioni meteorologiche a lungo raggio, sostiene, invece, che l'impatto solare di particelle rilasciate dal sole è molto più consistente di quanto sia attualmente accettato, tanto che, secondo lui, sono quasi interamente responsabili di quanto accade alle temperature globali.

Se rivelata corretta, questo potrebbe rivoluzionare l'intero argomento.

Quello che è veramente interessante in questo momento è ciò che sta accadendo ai nostri oceani. Essi sono grandi accumulatori termici e secondo una ricerca cond…

Alla ricerca del pianeta ad hoc

Alle 13:36(ora italiana) del 9 ottobre 2009 la sonda Lcross ha impattato alla velocità di 9000 km orari, la gola del cratere Cabeus, nei pressi del polo sud lunare. La prima fase della missione, per verificare l'esistenza di acqua sulla Luna, in diretta per la prima volta su Internet sul sito dell'ente spaziale americano, è stata effettuata. L'importante, secondo gli scienziati che partecipano a questa straordinaria impresa, è l'aver sollevato con la potente deflagrazione tanta polvere lunare, alta oltre 10 km, la quale contiene in se tutti gli elementi della superficie del nostro satellite, che potranno essere analizzati in estremo dettaglio, per verificare se c'è una presenza di acqua abbondante. Il primo annuncio da parte della Nasa non dovrebbe richiedere molto tempo, già lo si potrebbe avere nel giro di una, due settimane, ancor prima se venisse scoperto qualcosa di veramente eclatante. Molti si domandano se questa esplosione può portare a conseguenze pericol…

Come i neutrini potrebbero rivoluzionare le comunicazioni con i sottomarini

La comunicazione subacquea è una faccenda complicata, come qualsiasi comandante di un sottomarino nucleare potrà confermare. L'equipaggio di un sottomarino può rimanere nascosto, più o meno a tempo indeterminato, ed operare ad una profondità di 300 metri o giù di lì, ma la comunicazione può essere effettuata solo in prossimità della superficie del mare, dove però i sommergibili sono più vulnerabili a rilevamenti ed attacchi da parte del nemico.

Ancora oggi l'unica comunicazione possibile con sottomarini in immersione è quella tramite le frequenze a bassissima frequenza (VLF). Queste consentono di contatti fino a 50 bit al secondo, ma non viaggiano molto lontano attraverso l'acqua, se non a una profondità fino a circa 30 metri. Questo perché le onde radio non viaggianoa lungo attraverso l'acqua. Ciò significa che possono essere rilevate mediante una lunga antenna radio vicino alla superficie marina. I segnali nel campo di frequenze ELF (con una frequenza inferiore a 100H…

Acqua per tutti, tutti per l'acqua

"Acqua per tutti, tutti per l'acqua", è quanto si è prefissato il patron del Cirque du Soleil, Guy Laliberté, col suo viaggio "tutto da ridere" che ha preso il via, a bordo della Soyuz TMA-16, il 30 settembre dal Baikonur Cosmodrome in Kazakhstan, assieme all'astronauta statunitense Jeffrey Williams e al cosmonauta russo Maxim Surayev.

Sebbene il re dei clown, che nel 1984 ha fondato il grandioso Cirque du Soleil(quattro mila artisti provenienti da ogni angolo del pianeta), e che prima di diventare miliardario è stato anche trampoliere, mangiatore di fuoco e clown, abbia fatto sganasciare dalle risate l'equipaggio e gli spettatori presenti al cosmodromo prima della partenza, la missione spaziale che durerà 12 giorni, mantiene integro tutto il suo spirito scientifico.Difatti Guy Laliberté, che non è uno sciocco, con questa sua trovata costatagli circa 35 milioni di dollari, intende sensibilizzare l'umanità alla preziosità dell'acqua. Save the Chil…

Afghanistan: lo zafferano soppianta la coltivazione del papavero

Il Kansas Army and Air National Guard, un team di circa 60 persone dispiegato in Afghanistan per lo sviluppo agro-alimentare, ha partecipato alla fine di settembre ad una cerimonia per introdurre una coltura redditizia per gli agricoltori al Laghman Agricultural Research and Development Center in Mehtar, capoluogo della provincia di Laghman.Da qualche tempo l’aumento del prezzo del cibo ha favorito una rapida sostituzione del papavero con prodotti commestibili, tra i quali il grano e lo zafferano. Questo ha permesso che due terzi dei coltivatori abbiano abbandonato la coltivazione dell’oppio, fino al 2007 una delle principali coltivazioni della zona. Così, i campi pronti alla trebbiatura, i grandi covoni di cereali disseminati sui terreni sono di buon auspicio per uno dei punti più critici del pianeta, da molto tempo dispensatore di morte in angolo del pianeta.Lo zafferano è una spezia conosciuta sin dall’antichità per le sue molteplici qualità: oltre ad essere utilizzato in cucina…

L'EPA detta le regole sul controllo dei sei gas serra responsabili del riscaldamento globale

Mercoledì scorso, l'EPA(Environmental Protection Agency), per la prima volta, ha compiuto dei passi in avanti per il controllo delle emissioni responsabili del riscaldamento globale provenienti da centrali elettriche, fabbriche e raffinerie. La proposta di EPA richiederebbe a chi inquinadi ridurre sei gas di serra mediante l'installazione della migliore tecnologia disponibile e migliorando l'efficienza energetica ogni volta che un impianto viene modificato o sviluppato. La regola si applica a tutti quegli impianti industriali che emettono almeno 25.000 tonnellate di gas di serra l'anno. Queste fonti di grandi dimensioni sono responsabili per il 70 per cento delle emissioni di gas a effetto serra - principalmente anidride carbonica dalla combustione di combustibili fossili - che vengono rilasciati negli Stati Uniti."Usando il potere e l'autorità del Clean Air Act, possiamo cominciare a ridurre le emissioni di gas a effetto serra dalle nazioni che ne emetton…